Hockey Sarzana

TRISSINO AMARA PER GAMMA INNOVATION CHE E’ COSTRETTO ALLA RESA DI FRONTE ALLA CAPOLISTA.

Niente da fare sulla pista della capolista Trissino, troppo forte la formazio-ne Veneta per frenare il passo anche davanti alle emozioni. La prima volta di Alessandro Bertolucci contro la sua ex squadra, ora allenata dal fratello Mirko, è stato un momento di festeggiamento e allegria prima e anche do-po il match ma in pista non ci sono stati sconti e i veneti continuano la marcia trionfale fatta di sei successi consecutivi tallonati dal Follonica a due lunghezze. Nella sfida del campionato di A1 (dopo la sosta per gli impegni della nazionale all’Europeo in Portogallo), i sarzanesi non si sono spaventati di fronte all’avversario, ma anzi lo hanno tenuto a bada per quasi tutto il primo tempo chiudendolo in svantaggio 3-1, dopo essere però riusciti con Francesco De Rinaldis a fissare il momentaneo pareggio. (nella foto di Eli-sa Ercego Francesco De Rinaldis il migliore in pista per la formazione di Mirko Bertolucci con l’ex Francisco Ipinazar.


G.S.H. TRISSINO – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 5-2 (3-1, 2-1)

G.S.H. TRISSINO: Zampoli, Ipinazar, Pinto (C), Garcia E, Cocco – Malagoli, Bars, Gavioli, Faccin, Zen – Allenatore: Alessandro Bertolucci

 

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Borsi (C), Galbas J, Galbas P, Rossi – De Rinaldis, Najera, Cardella, Bianchi – Allenatore: Mirko Bertolucci

Marcatori: 1t: 9’05” Malagoli (T), 17’25” De Rinaldis (S), 21’43” Malagoli (T), 22’54” Cocco G (T)  – 2t 17’15” Malagoli (tir.dir) (T), 19’16” ipinazar (T), 21’00” De Rinaldis (S)

Espulsioni: 2t: 17’15” Rossi (2′) (S)

Arbitri: Massimiliano Carmazzi di Viareggio (LU) e Andrea Davoli di Modena

Niente da fare sulla pista della capolista Trissino, troppo forte la formazione Veneta per frenare il passo anche davanti alle emozioni. La prima volta di Alessandro Bertolucci contro la sua ex squadra, ora allenata dal fratello Mirko, è stato un momento di festeggiamento e allegria prima e anche dopo il match ma in pista non ci sono stati sconti e i veneti continuano la marcia trionfale fatta di sei successi consecutivi tallonati dal Follonica a due lunghezze. Nella sfida del campionato di A1 (dopo la sosta per gli impegni della nazionale all’Europeo in Portogallo), i sarzanesi non si sono spaventati di fronte all’avversario, ma anzi lo hanno tenuto a bada per quasi tutto il primo tempo chiudendolo in svantaggio 3-1, dopo essere però riusciti con Francesco De Rinaldis a fissare il momentaneo pareggio. “Perdere mi fa male, è qualcosa con cui non ho ancora imparato a convivere. – dichiara il Presidente Corona a fine gara – anche stasera usciamo dalla pista ricevendo tanti complimenti, tante pacche sulle spalle ma raccogliendo zero punti come in casa contro il Forte dei Marmi prima della sosta. E i complimenti dopo una sconfitta mi mettono di cattivo umore perché penso che forse bastava un pizzico di buona sorte in più o qualche sbavatura in meno. La sconfitta ci amareggia, però dobbiamo sempre e comunque accettare il verdetto della pista – continua Corona – e’ l’hockey , a volte ti va bene, mentre altre volte va come oggi, ma la cosa importante che la squadra ha giocato bene al cospetto di una squadra fortissima, allora non abbattiamoci troppo, loro sono una grande squadra, sono quattro decimi della nazionale che ha pareggiato contro la Spagna e contro il Portogallo e perciò quella di Trissino è una sconfitta che poteva essere messa in preventivo, la formazione di Alessandro Bertolucci è una squadra zeppa di campioni, costruita per grandi traguardi; noi siamo partiti bene il primo quarto d’ora eravamo ben disposti in pista e abbiamo avuto il pallino della gara in mano. E’ deluso per la sconfitta ma soddisfatto per la prestazione della prima parte di gara il presidente Maurizio Corona che continuaRipeto il Trissino è una grandissima squadra, ha meritato di vincere per quello che ha creato nel proseguo della gara, perché nel primo quarto d’ora la gara l’abbiamo fatta solamente noi. Sabato prossimo arrivano al Vecchio i Campioni d’Italia del Lodi, una squadra forte allenata da un ottimo allenatore  – conclude il Presidente – non sarà per niente facile, bisogna rimanere concentrati per provare a conquistare l’intera posta,  perchè ritrovare la vittoria sarebbe molto importante”. Gamma Innovation perde 5 a 2. E il confronto tra i fratelli Bertolucci premia Alessandro tecnico dei padroni di casa ed ex mister rossonero. Sarzana fa la partita, Trissino osserva e riparte ma nella prima parte sono i rossoneri a comandare. Alessandro Bertolucci ruota tutti gli effettivi, Mirko si limita a inserire ripetutamente Najera e De Rinaldis nel quintetto base.  Veniamo alla cronaca della partita: nel Trissino l’allenatore Alessandro Bertolucci  schiera nello starting-five iniziale  Zampoli a difesa della porta, Ipinazar, Emanuel Garcia, Pinto e Cocco a disposizione in panchina Bars, Gavioli, Faccin, Malagoli e il secondo portiere Zen. Mirko Bertolucci risponde con il solito quintetto di inizio stagione  Corona, Joan Galbas, Pol Galbas, Borsi, Rossi. Pronti via e il ritmo è subito indiavolato, con una punizione di Cocco respinta da Corona ed un palo colpito da Borsi. Attacca il Sarzana con Joan Galbas, ma a trovare il vantaggio è il Trissino, al 9’,05” con una conclusione dalla lunga distanza di Malagoli che trova impreparato Corona: 1-0. Guidata da capitan Borsi, Sarzana reagisce con veemenza, Corona evita il raddoppio di Faccin con un super intervento e i suoi compagni vanno avanti, dentro Najera per il Sarzana, che prima sfiora il gol con un’azione solitaria, e poi lo trova servendo a De Rinaldis al 17’,25” una pallina che chiedeva solo di essere spinta in rete: 1-1. Il Trissino non ci sta, e si crea subito una chance con Bars, ma prima dell’intervallo opera un break importante. Al 21’45 è ancora Malagoli a rompere gli equilibri, spingendo alle spalle di Corona un assist perfetto di Ipinazar, mentre al 22’,54” Cocco sul secondo palo insacca al termine di una bellissima azione corale dei blucelesti. E con il punteggio di 3 a 1 a favore dei padroni di casa le due squadre vanno al riposo. Inizia il secondo tempo e il copione non cambia, con le due squadre ad affrontarsi a viso aperto. Parte più forte il Sarzana, pericoloso con Joan Galbas, ma il Trissino risponde con Cocco e Ipinazar. Il Sarzana non sfrutta un tiro diretto con Pol Galbas al 5’ che non inquadra la porta , mentre Corona è ottimo su Garcia e Pinto. Simone Corona dice di no due volte a Cocco e Pinto poi è straordinario al 13’,46” quando neutralizza il tiro diretto a Cocco in conseguenza del decimo fallo dei rossoneri. Al 17’, 15 blu a Rossi, tiro diretto per Malagoli che la mette sotto l’incrocio alla destra  di Corona: 4-1. Passano due minuti e i padroni di casa  allungano ancora, stavolta col gol dell’ex, Francisco Ipinazar con una bellissima giocata al limite dell’area: 5-1. Nel finale il Sarzana non molla e realizza il gol del definitivo 5-2 con De Rinaldis (il migliore dei Sarzanesi in pista) al 21’. Il suono della sirena sancisce la vittoria del Trissino con il punteggio di 5 a 1. Sesto successo consecutivo nelle prime sei partite di campionato per la formazione Veneta. I rossoneri tornano in pista sabato 4 dicembre: al Vecchio Mercato arriva la formazione Campione d’Italia del Lodi.

16/08/2022 - riproduzione riservata