Hockey Sarzana

SERIE A2: GAMMA INNOVATION CAPOLISTA SOLITARIA DOPO TRE GIORNATE.

Non sono mancate le emozioni alla pista del Vecchio Mercato dove lGamma Innovation Sarzana subisce l’iniziale vantaggio del Blue Factor  Castiglione che poi viene annientato da una rimonta segnata dalla tripletta del giovanissimo    Ernest Cinquini, che porta i rossoneri di Giovanni Berretta in vetta solitaria dopo tre giornate al girone B della serie A2. I rossoneri mettono a segno un successo importantissimo, tre punti strameritati contro un avversario che non nasconde l’obiettivo del salto di categoria. Settimana prossima turno di riposo  per il farm team rossonero poi il 27 e il 28 doppio impegno casalingo contro il Decom Roller Matera e il Prato Startit. (nella foto Ernest Cinquini l’ “hombre del partido”).


GAMMA INNOVATION H.SARZANA – BLUE FACTOR H.C. CASTIGLIONE = 5-1 (1-1, 4-0)
GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Mechini (Andreoni), Pistelli (C), Cinquini Ern, Pezzini, Bertolucci M – Marchetti, Carrieri, Angeletti, Lavagetti. Allenatore: Giovanni Berretta
BLUE FACTOR H.C. CASTIGLIONE: Saitta (Donnini), Maldini, Buralli, Cabiddu, Brunelli L (C) – Gucci, Santoni, Perfetti. – Allenatore: Massimo Bracali
Marcatori: 1t: 4’24” Cabiddu (C), 11’33” Marchetti (S) – 2t: 8’00” Pistelli (S), 15’17” Cinquini Ern (S), 16’48” Cinquini Ern (S), 21’22” Cinquini Ern (S)

Espulsioni: 1t: 13’03” Cinquini Ern (2′) (S)
Arbitro: Donato Mauro di Salerno

Non sono mancate le emozioni alla pista del Vecchio Mercato dove lGamma Innovation Sarzana subisce l’iniziale vantaggio del Blue Factor  Castiglione che poi viene annientato da una rimonta segnata dalla tripletta del giovanissimo    Ernest Cinquini, che porta i rossoneri di Giovanni Berretta in vetta solitaria dopo tre giornate al girone B della serie A2. I rossoneri mettono a segno un successo importantissimo, tre punti strameritati contro un avversario che non nasconde l’obiettivo del salto di categoria. Il Presidente Corona euforico nel dopo partita dice: “Parlando con i miei dirigenti ho detto alla vigilia che non avrei firmato il pareggio per come vedevo i miei ragazzi e per la sete di vittoria che avevano. Noi non dobbiamo avere paura di nessuno – continua il Presidente –  se noi rimaniamo concentrati, se giochiamo, se facciamo il nostro gioco, penso  che possiamo giocarcela con tutti e a questo concetto tutti i nostri ragazzi ci devono credere. Poi il Presidente conclude dicendo Si domenica sera avevamo tutti una grandissima voglia, ci volevamo misurare con una squadra sulla carta più forte di noi, una formazione quella maremmana, che vuole giocare per il salto di categoria. Per noi era un test importantissimo, è chiaro che le due vittorie nelle prime due giornate ci avevano dato una carica pazzesca e ci hanno permesso di affrontare il Castiglione al top della condizione mentale.  Però questa vittoria non ci consegna la patente di fenomeni, ma di giovani apprendisti che devono lavorare sodo per imparare il mestiere.  Ma se guardiamo attentamente la nostra formazione, il fenomeno noi lo abbiamo davvero ed è Mirko Bertolucci che a 49 anni ci delizia ancora con giocate di alta classe”. Ma veniamo alla cronaca della gara: mister Massimo Bracali  si presenta al Centro Polivalente  con l’organico al gran completo e schiera il suo starting-five titolare con capitan Brunelli e Buralli insieme alla coppia degli azzurrini reduci dall’ultimo europeo under 19 Maldini e Cabiddu con Saitta a difesa della porta e a disposizione Gucci, Santoni, Perfetti e il secondo portiere Donnini. Giovanni Berretta che deve fare a meno dell’infortunato Cardella risponde con Mechini, Bertolucci, Pistelli, Pezzini, Cinquini. Il match si apre con il vantaggio dei maremmani che dopo 4’,24” passano in vantaggio grazie alla rete di Cabiddu che, con una trottola in area, trova lo spiraglio per battere Mechini. I maremmani provano a sfondare ma sale in cattedra il portiere rossonero che salva a più riprese la sua porta. All’ 11’,33 i rossoneri pareggiano grazie a un’invenzione di Bertolucci che libera davanti a Saitta , indisturbato Marchetti che mette dentro l’ 1 a 1. Passano due minuti e Cinquini finisce in panca puniti a seguito di un fallo ingenuo commesso sulla linea del centro pista. Va alla trasformazione del tiro diretto Buralli ma Mechini è super e para la conclusione e si esalta sulla ribattuta e sul successivo power-play.   Il suono della sirena chiude la prima frazione di gioco con il punteggio di 1 a 1. Nel secondo tempo è tutta un’altra partita, i rossoneri prendono saldamente le redini della partita in mano , dopo 8’ al termine di un contropiede Cinquini serve sul secondo palo Pistelli per il 2 a 1. I maremmani provano a scuotersi, ma non riescono a trovare i corridoi giusti per scardinare la difesa rossonera.  Poi sale in cattedra Ernest Cinquini, l’ex Correggio che nel giro di sette  minuti trova la tripletta personale   al 40’,17”  sfrutta l’assist di Nicolas Pezzini e insacca il 3 a 1. Dopo si mette in proprio e con due azioni fotocopia si libera del diretto avversario e davanti al portiere non sbaglia, fissando il punteggio sul 5 a 1. Al suono della sirena finale scoppia la festa per la terza  la vittoria dei ragazzi di mister Berretta. Settimana prossima turno di riposo  per il farm team rossonero poi il 27 e il 28 novembre doppio impegno casalingo contro il Decom Roller Matera e il Prato Startit.

03/12/2022 - riproduzione riservata