Hockey Sarzana

“REMUNTADA” SARZANA CHE BATTE LODI AI TIRI DI RIGORE E PORTA LA SFIDA A GARA TRE.

In un palazzetto quasi al sold-out, anche nel settore lodigiano, cuore, grinta e tanta voglia di vincere trascinano il Sarzana che batte Lodi ai rigori nel ritorno dei quarti di finale playoff, rimandando l’esito della sfida a gara-3 in programma martedì sera a Sarzana. Una grande prestazione, quella dei rossoneri, che, dopo il ko dell’andata, sabato sera si sono trovati sotto di due gol. Momento molto difficile per il Sarzana, orfano anche di Ortiz, espulso con il cartellino rosso, insieme ad Antonioni a fine primo tempo, per reciproche scorrettezze. Come poi la storia insegna al Vecchio Mercato il fattore pista è determinante e quando la pressione del Lodi inizia a diminuire ed aumenta quella ligure. Davide Borsi e Joaquin Olmos recuperano il doppio vantaggio ospite. Girandola di emozioni nei supplementari, poi l’esito dal dischetto. Ai rigori, nonostante l’assenza per l’espulsione di Garcia nel finale, Sarzana riesce a segnare tre reti con De Rinaldis, Olmos e Borsi, mentre Corona viene superato solo da Faccin. Appuntamento a martedì sera, 30 aprile,  con la Gara-3 dalle ore 20:15 dal PalaTerzi di Sarzana con la speciale Diretta FISR.  Il Presidente Maurizio Corona, che predica la calma, ma non rinuncia a godersi il momento dichiara “I ragazzi hanno affrontato questa partita come la nostra gente sognava, con grande orgoglio, e con un identità di gioco ben precisa che è quella che tutto l’anno ha caratterizzato la nostra squadra. Anche oggi è un’altra vittoria della squadra, del gruppo e di mister Paolo De Rinaldis” (nella foto di Vincenzo Gianfranchi Simone Corona grande protagonista della serata para il tiro diretto di Nadini).


GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA – AMATORI WASKEN LODI = 5-3 ai rigori (0-1, 2-1, 0-0, 0-0, 3-1)
GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA: Corona, Garcia J, Borsi (C), Ortiz, De Rinaldis F – Olmos, Illuzzi, Festa, Ponti, Venè – All. De Rinaldis P
AMATORI WASKEN LODI: Grimalt (C), Najera, Giovannetti, Faccin, Antonioni – Fernandesi, Fantozzi, Nadini, Bozzetto, Porchera – All. Bresciani
Marcatori: 1t: 5’28” Faccin (LOD) – 2t: 12’08” Faccin (LOD), 15’02” Borsi (rig) (SAR), 19’10” Olmos (SAR) – Rigori: De Rinaldis, Olmos, Borsi (SAR), Faccin (LOD)
Espulsioni: 2t: 25’00” Ortiz (rosso) (SAR) e Antonioni (rosso) (LOD) – 1ot: 4’58” Giovannetti (2′) (SAR), 24’34” Garcia J (2′) (SAR)
Arbitri: Matteo Galoppi di Follonica (GR) e Carlo Iuorio di Salerno

In un palazzetto quasi al sold-out, anche nel settore lodigiano, cuore, grinta e tanta voglia di vincere trascinano il Sarzana che batte Lodi ai rigori nel ritorno dei quarti di finale playoff, rimandando l’esito della sfida a gara-3 in programma martedì sera a Sarzana. Una grande prestazione, quella dei rossoneri che, dopo il ko dell’andata, sabato sera si sono trovati sotto di due gol. Momento molto difficile per il Sarzana, orfano anche di Ortiz, espulso con il cartellino rosso, insieme ad Antognoni a fine primo tempo, per reciproche scorrettezze. Come poi la storia insegna al Vecchio Mercato, il fattore pista è determinante quando la pressione del Lodi inizia a diminuire ed aumenta quella ligure. Davide Borsi e Joaquin Olmos recuperano il doppio vantaggio ospite. Girandola di emozioni nei supplementari, poi l’esito dal dischetto. Ai rigori, nonostante l’assenza per l’espulsione di Garcia nel finale, Sarzana riesce a segnare tre reti con De Rinaldis, Olmos e Borsi, mentre Corona viene superato solo da Faccin. Appuntamento a martedì sera, 30 aprile,  con la Gara-3 dalle ore 20:15 dal PalaTerzi di Sarzana.

“Anche oggi è un’altra vittoria della squadra, del gruppo e di mister Paolo De Rinaldis che ha prima di tutto costruito una squadra con gli attributi e ieri sera si è visto il perché, se non  hai un gruppo  con gli attributi non reagisci in quella maniera dopo che sei sotto di due reti con una squadra come il Lodi.  Ora non dobbiamo guardarci allo specchio di quanto siamo stati bravi – conclude Corona – abbiamo vinto solo la seconda battaglia e solo martedì potremo vincere la guerra. Ma comunque vada sono orgoglioso dei miei ragazzi”. Che si giochi per la storia, si vede subito. Grande cornice di pubblico, folta presenza ospite, tensione che si percepisce, e occhi della tigre rossonere così come giallorosse. Ma veniamo alla cronaca della gara mister Pier Luigi Bresciani, si presenta al cospetto dei rossoneri al gran completo, con una squadra galvanizzata dalla rimonta di gara 1 a Lodi e schiera il suo starting-five titolare con Antonioni e Giovannetti assieme alla coppia d’attacco composta da Najera e Faccin  con Grimalt a difesa della porta e a disposizione Fernandesi, Fantozzi, Nadini, Bozzetto e il secondo portiere Porchera. Paolo De Rinaldis risponde con Corona, Garcia, Borsi, Ortiz e De Rinaldis. Primo tempo molto combattuto ed equilibrato, Sarzana subito arrembante alla ricerca della vittoria. Faccin, già decisivo all’andata con le reti della rimonta definitiva lodigiana, al 5’28” segna la rete che sblocca al sfida , infilando da distanza ravvicinata un assist di Najera al culmine di un contropiede. Sale il nervosismo, al punto che Sarzana arriva a 10 falli quando mancano 4’,21” alla prima sirena, sul dischetto della punizione di prima va Nadini, ma Corona è straordinario a salvare. Nel finale di tempo ancora il portiere Corona tiene in partita i rossoneri neutralizzando almeno quattro conclusioni.  Scatta il confronto fisico ricco di spinte e spintoni, ne fanno le spese Ortiz, espulso con il cartellino rosso, insieme ad Antonioni a fine primo tempo, per reciproche scorrettezze. E con il punteggio di 1 a 0  a favore degli ospiti le due squadre vanno al riposo. Nel secondo tempo il Lodi gioca al limite dei 45 secondi, il Sarzana pigia ancora sull’acceleratore alla ricerca del gol del pari. Grimalt chiude la porta ai rossoneri, Faccin al 12’08” in contropiede sigla il 2-0. Cala il silenzio al Vecchio Mercato. A riaprire le sorti del match è Borsi che realizza un rigore al 15’02” concesso dagli arbitri per un fallo da parte di Najera sullo stesso Borsi. Al 16’,27” decimo fallo della formazione lodigiana e tiro diretto a favore del Sarzana si occupa della battuta Garcia ma Grimalt si esalta e para.  Non passano neppure trenta secondi che è il Sarzana a commettere il quindicesimo fallo di squadra va alla battuta del tiro diretto Najera ma il suo alza e schiaccia è preda di Corona. Il pareggio dei rossoneri porta la firma di Olmos al 19’10” che fa esplodere il ’Vecchio Mercato’ al termine di un’azione in area conclusa dal “bomber” argentino con un favoloso alza e schiaccia, fra le proteste dei giocatori ospiti per una presunta irregolarità. Le due squadre giocano alla morte, ma non evitano ancora gli over time. Si va ai supplementari, nel finale della prima frazione Garcia segna su tiro libero a seguito di un cartellino blu comminato a Giovanetti, ma la pallina entra quando la sirena ha già suonato. Lodi si ritrova nel secondo over-time in inferiorità numerica ma ancora l’estremo argentino dice no ai rossoneri in superiorità. Il colpo del KO non è sfruttato ancora dal Lodi alla fine del secondo supplementare quando, a 26 secondi dalla fine, Fantozzi fallisce un altro tiro diretto concesso a seguito di un cartellino blu a Garcia, Ai rigori, nonostante l’assenza per l’espulso Garcia nel finale, la serie inizia con Illuzzi e Nadini parati dai due portieri poi la rete di De Rinaldis e il tiro a lato di Giovannetti, poi gli errori di Festa e Fantozzi, le reti di Olmos e Faccin ed infine la rete di  Borsi che sugella il successo. Appuntamento a martedì sera, 30 aprile, con la Gara-3 dalle ore 20:15 dal PalaTerzi di Sarzana con la speciale Diretta FISR.

21/05/2024 - riproduzione riservata