Hockey Sarzana

NON SI FERMA IL CICLONE SARZANA CHE ESPUGNA FORTE DEI MARMI E CONQUISTA IL SECONDO POSTO IN CLASSIFICA.

Gamma Innovation Sarzana di Paolo De Rinaldis continua a stupire ancora e trova il quinto risultato utile consecutivo e la terza vittoria esterna della stagione. I liguri sono corsari a Forte dei Marmi nell’anticipo della dodicesima giornata di andata del campionato di A1. I rossoneri, detentori della Coppa Italia vinta proprio al Palasport di Vittoria Apuania il 17 Aprile scorso, si sono imposti per 6 a 4 nei confronti di una formazione rossoblu nelle cui fila rientrava in pista il fuoriclasse Pedro Gil.  Il primo tempo è altalenante con i padroni di casa in vantaggio con Gual poi i rossoneri ribaltano con Ortiz due volte e Festa e si va al riposo  3 a 1  a favore della squadra di Paolo De Rinaldis. Nella ripresa è un susseguirsi di emozioni con l’ Hockey Sarzana che incassa la rete di Torner ma si scatena in contropiede si porta sul 5 a 2 con Festa e Borsi. Ma in una manciata di secondi il Forte dei Marmi con due eurogol di Torner e Iluzzi riapre la sfida. Il Forte dei Marmi accelera ma Corona e Garcia lo frenano: il portiere, prestazione mostruosa la sua, parando a cinque minuti dal termine il rigore a Torner e l’argentino segnando il 6 a 4 finale. (nella foto Simone Corona partita “monster” quella del portiere rossonero para il tiro diretto a Marc Gual)


GDS IMPIANTI VERSILIA H.FORTE – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 4-6 (1-3, 3-3)
GDS IMPIANTI VERSILIA H.FORTE :  Gnata (C), Illuzzi, Gual, Cinquini, Torner – Rossi, Borgo, Lombardi, Pedro Gil, Taiti – Allenatore: Roger Molina
GAMMA INNOVATION H.SARZANA : Corona, Garcia J, Borsi (C), Festa, Ortiz – Alonso, Perroni, Angeletti, Tognacca, Bianchi – Allenatore Paolo De Rinaldis                                                                                             Marcatori: 1t: 5’06” Gual (F), 6’18” Ortiz (S), 8’23” Ortiz (S), 23’05” Festa (S)  – 2t: 2’50” Torner (F), 12’43” Festa (S), 13’19” Borsi (S), 14’11” Torner (F), 14’26” Illuzzi (F), 19’52” J. Garcia (S).  

Espulsioni: 1t: 10’36” Rossi (2′) (F), 12’48” Borsi (2′) (S), 21’53” Torner (2′) (F) 2t: 24’30” Borsi (2′) (S), 24’30” Gual (2′) (F).
Arbitri: Franco Ferrari di Viareggio (LU) e Marcello Di Domenico di Correggio (RE)

“Una vittoria molto importante, una vittoria voluta, cercata e anche meritata, frutto di una prestazione, soprattutto dal punto di vista del carattere notevole molto forte, forse la migliore prestazione dell’anno da questo punto di vista anche come qualità di gioco” – commenta il tecnico Paolo De Rinaldis a fine partita –  i ragazzi sono stati bravi hanno gestito molto bene le situazioni abbiamo avuto un po’ di difficoltà nel secondo tempo quando loro hanno messo in pista tutta la forza e il carattere che avevano per cercare di recuperare però la squadra ha reagito, ha retto nei momenti di difficoltà, è ripartita sempre con lucidità, è chiaro che noi al confronto loro come roster e come lunghezza di panchina eravamo in difficoltà. Loro hanno lamentato l’assenza di Ambrosio è vero che mancava Ambrosio a loro ma anche noi è un mese che giochiamo senza un giocatore fondamentale. Però chi ha giocato ha veramente giocato al massimo delle possibilità – conclude il mister rossonero – quindi devo dire che sono molto felice e contento per la prestazione dei miei ragazzi che hanno dato veramente l’anima, il nostro percorso di crescita continua ci troviamo in una posizione inaspettata ma anche di grande soddisfazione e di grande responsabilità ed adesso starà a noi cercare di continuare e di far vedere che questa responsabilità la vogliamo e ce la siamo meritata.  Il Presidente Corona non sta più nella pelle al termine della partita: “abbiamo assistito ad una partita vibrante ed emozionante. Siamo partiti andando subito in svantaggio, abbiamo reagito e ribaltato la gara sino a portarsi nel secondo tempo sul cinque a due a nostro favore, poi abbiamo subito il loro ritorno, ma la squadra non ha mai mollato nemmeno quando si è trovata sul 5 a 4 a metà del secondo tempo in pieno forcing dei padroni di casa. Un vittoria strameritata, conquistata col cuore e senza perdere la testa. Complimenti a tutta la squadra – continua il  Presidente – sono soddisfatto dei miei ragazzi, stanno dando tutto quello che hanno: di testa, gambe e cuore. La  vittoria è tutta loro e del loro condottiero anche grazie al lavoro che tutti i giorni stanno facendo, dal primo all’ultimo. Per ciò che concerne la classifica noi non guardiamo da nessuna parte, anzi con la vittoria di ieri abbiamo conquistato la certezza di non essere ottavi nella griglia della final-eight di Coppa Italia, traguardo impensabile alla vigilia della stagione. Noi restiamo con i piedi ben saldi a terra dobbiamo lavorare sodo tutti i giorni, per dare il nostro meglio. I ragazzi devono innanzitutto divertirsi e tenere il profilo basso solo in questo modo si riesce a giocare bene ottenendo i risultati. Quella di oggi è stata una super prestazione considerando le gare che avevamo disputato negli ultimi dieci giorni. Ora nessuna scusa – conclude il Presidente – mercoledì 21 Dicembre contro il Trissino, ultima gara del girone d’andata, voglio il Vecchio Mercato che metta paura, lo meritano questi ragazzi, lo merita il mister, lo merita la società. Tutta la città è convocata vogliamo la bolgia e la curva degli Incessanti straboccante e noi promettiamo che se il Trissino vuole vincere ci deve almeno chiedere il permesso.”  Ma veniamo alla gara dove un Sarzana straordinario, gladiatorio, indomito e davvero maturo porta a casa una preziosa vittoria.  Roger Molina schiera il suo starting-five titolare, guidato dall’esperienza e dalla classe di Marc Gual che insieme a Cinquini guidano il reparto difensivo mentre per la parte offensiva si affidano alla coppia italo-catalana con Illuzzi e Torner e con capitan Riccardo Gnata alla difesa della porta. A disposizione l’ex rossonero Chicco Rossi, Pedro Gil, Lombardi, Borgo e il secondo portiere Taiti. De Rinaldis risponde con Corona tra i pali e la formazione iniziale di questa stagione con Ortiz, Borsi, Garcia e Festa. Per la cronaca  partita che parte subito a ritmi alti e nel primo minuto si assiste a due conclusioni la prima di Cinquini parata da  Corona e poi quella di Borsi con la risposta di Gnata. Al 5’06” Forte dei Marmi in vantaggio grazie ad un assist di Iluzzi sfruttato magistralmente in area da Gual.  Passa poco più di un minuto che i rossoneri pareggiano, Simone Corona è miracoloso su Marc Gual che si presenta tutto solo davanti a lui e nella ripartenza Sergio Festa confeziona un cioccolatino a Facundo Ortiz che tutto solo davanti a Gnata lo batte di giustezza. All’ 8’,23” Sarzana in vantaggio, Borsi lascia partire un filtrante dalla linea di metà pista che Ortiz con una magia lo devia alle spalle di Gnata.  Al 10’36” Chicco Rossi finisce in panca puniti per una scorrettezza ai danni di Ortiz e manda Festa alla battuta del tiro diretto. Festa batte di prima intenzione e Gnata risponde da campione e poi si esalta nel power play susseguente. Finita la superiorità numerica cartellino blu per Borsi al 12’,48” che aggancia Lombardi. Si incarica della conclusione del tiro diretto Marc Gual che viene stregato da Corona. Nella superiorità numerica dei versiliesi Corona si erge a protagonista con almeno quattro interventi degni di nota. Fa il suo ingresso in pista Pedro Gil. Al 20’ Gual impegna Corona. Al 21’,53” espulsione temporanea per Torner per un aggancio dietro porta a Ortiz. Lo stesso Ortiz va alla battuta del tiro diretto ma Gnata para con sicurezza la conclusione dell’argentino, ma in superiorità numerica   i rossoneri trovano la rete del doppio vantaggio con Festa che ribatte in rete una conclusione di Ortiz. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con i rossoneri in vantaggio 3 a 1. Nel secondo tempo dopo 2’50”   Torner da cinque metri fuori area lascia partire una sassata che toglie le ragnatele dal sette alla destra di Corona portando il parziale sul 3 a 2. Dopo la rete i versiliesi cercano con insistenza il pareggio trovando però una difesa attenta e un Corona perfetto tra i pali. A metà frazione succede di tutto i rossoneri mettono a segno un pesante uno-due in contropiede al 12’43” contropiede condotto alla perfezione dal duo Ortiz Festa con quest’ultimo che mette la sfera alle spalle di Gnata. Passano poco più di 30” secondi che Borsi recupera palla al limite della propria area e dopo un coast to coast deposita la sfera alle spalle di Gnata. Partita chiusa, neppure per idea, nell’arco di un minuto il Forte dei Marmi ritorna a – 1. Al 14’,11” Gnata è miracoloso su una conclusione di prima battuta di Festa e nella ripartenza Torner si fa tutta la pista e poco prima dell’ingresso in area lascia partire una conclusione che si insacca nel sette alla destra di Corona. Passano 15 secondi e Iluzzi lascia partire una conclusione 5 metri dal vertice dell’area sinistra che si insacca alla sinistra di Corona.  Il pubblico di Forte  ci crede e spinge la squadra ma deve fare i conti con un Sarzana che mostra carattere e gruppo solido, la squadra rossonera non si disunisce, non mostra i fianchi anzi si difende e punge nelle ripartenze.  Al 19’ la grande occasione per il Forte dei Marmi per pareggiare rigore assegnato ai rossoblu per un fallo su Torner che lo stesso spagnolo si vede parare da Corona. Poco dopo al 19’,52” Garcia con un altro contropiede impeccabile fissa il risultato sul 6 a 4. I padroni di casa non si danno per vinti sino alla sirena finale, che premia un Sarzana eccezionale, capace di bissare il successo qui a Forte dei Marmi, che la Pasqua scorsa valse la vittoria in Coppa Italia contro lo stesso avversario. Prossimo appuntamento mercoledì 21 dicembre al Vecchio Mercato arriva la capolista Trissino.  

08/02/2023 - riproduzione riservata