Hockey Sarzana

IL CARISPEZIA HOCKEY SARZANA UNDER 20 A CACCIA DEL TRICOLORE A FOLLONICA.

 

Da Giovedi 2  e Domenica 5 Giugno si assegnano a Follonica i titoli nazionali delle categorie giovanili di Hockey su Pista. Il Carispezia Hockey Sarzana, ritorna a giocarsi un titolo italiano under 20 ultima volta a Montecchio Maggiore nel 2011 e si presenta in Maremma con una formazione che ha stupito tutti cogliendo contro ogni pronostico la qualificazione nel difficilissimo girone tosco-ligure. La formazione è diretta personalmente dal Presidente Maurizio Corona che è ritornato in panchina nelle vesti di allenatore a distanza di  anni 12 anni nella scorsa stagione con la categoria under 15 (stagione 2002-03 alla guida della formazione della serie A2 dell’ Hockey Sarzana) ed è stata inserita nel Girone B che giocherà la fase di qualificazione al PalaMicheli ed affronterà l’ Hockey Trissino, il Cresh Eboli e il Sind Bassano.(nella foto la formazione del Carispezia Hockey Sarzana dopo la vittoria nello spareggio contro il Lodi). 

 


“La Coppa Italia Under 17 appena conquistata ci ha galvanizzati e ora torniamo dove ci compete, perché la storia si scrive e non si racconta – dichiara Maurizio Corona nel doppio ruolo di presidente e allenatore – basta ricordare il palmares rossonero: 2 volte Campioni d’ Italia, 5 volte Vice Campioni d’Italia senza contare i bronzi e le innumerevoli partecipazioni e le 7 Coppe Italia conquistate. Questo è il posto dell’ Hockey Sarzana, in categoria Under 20, abbiamo dominato per anni, 2 scudetti e 2 Coppa Italia conquistate. Ora ci torniamo con una squadra i cui atleti hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo partita dopo partita, abbiamo giocato alla pari di tutti, in tutta la stagione abbiamo sbagliato di fatto solo una gara di campionato a Forte dei Marmi, sono entusiasta dei miei ragazzi, sono stati fantastici, mi hanno seguito, nonostante io sia molto esigente e non sia un carattere facile in panchina, sono veramente orgoglioso di loro. Ho ricordato ai ragazzi – conclude il mister presidente – che abbiamo vinto il titolo Italiano Under 20 a Viareggio contro tutti i pronostici ed io sono certo che anche con questo gruppo di ragazzi è lecito sognare”. “Io sono ancora qua………eh già………” il leitmotiv della celebre canzone di Vasco Rossi si addice perfettamente al presidente Maurizio Corona che la scorsa stagione è ritornato in panchina a distanza di dodici anni guidando la formazione under 15 ed ha subito centrato la qualificazione alle Finali Nazionali di Coppa Italia, e in questa stagione ha preso per mano la formazione Under 20 e l’ha condotta contro ogni pronostico alle Finali Nazionali di Campionato. Le ultime sue finali da allenatore le ha giocate a Bassano del Grappa dove il mister rossonero perse la finale scudetto contro il Roller Bassano nella stagione 2001-2002 con la categoria under 15. Poi, proprio in quell’anno, Maurizio Corona aveva accettato la proposta di prendere la guida di tutta la società, vestendo il ruolo di presidente al posto del dimissionario Ferrari. Ma il suo amore per la panchina evidentemente era solo sopito e lo ha riportato in pista la scorsa stagione per poi togliersi in questa una grandissima soddisfazione. “Siamo arrivati a queste finali dopo lo spareggio di Correggio contro il Lodi ma posso garantire che le abbiamo meritate ampiamente, quando ho deciso di guidare questa squadra, qualche “sapientone” diceva che saremmo arrivati nelle ultime posizioni del Campionato Tosco-ligure, io invece ero certo che se i ragazzi mi avessero seguito ci saremmo tolti molte soddisfazioni – dichiara il presidente – allenatore Maurizio Corona –  questi ragazzi hanno fatto miracoli. Sono molto contento per Andrea Perroni, uno degli atleti giovani più interessanti del panorama hockeystico italiano che era arrivato all’ultimo anno di giovanili senza mai aver giocato una finale di Campionato Giovanile e credo che questa soddisfazione la meritava, lui e suo fratello Alessio Perroni sono stati certamente il nostro qualcosa in più, ma in questo sport in due non si arriva da nessuna parte e se oggi mi dovessero chiedere a chi darei la palma dei migliori della stagione, senza nulla togliere a loro due , direi Massimo Zeriali, Tarek Attarki e Nik Piccini per come sono cresciuti durante tutto questo anno. Unico rammarico – conclude Corona – è non avere con me Ossama Louzi un talento naturale, che ha dovuto lasciare l’hockey per una scelta lavorativa e il giovane Matteo Tavoni che si è infortunato durante la Coppa Italia under 17 appena conquistata. Saranno con me Emanuele Pauletta, Antonio Zanfardino, Mattia Rispogliati e Matteo Franceschini freschi della conquista della coccarda tricolore e sono certo che mi saranno molto utili. Per ultimo vorrei ringraziare Alessandro Cupisti, Giovanni Berretta e Fabrizio Bassani che anche loro durante la stagione hanno allenato con continuità i miei atleti.La formazione di Maurizio Corona arriva a queste finali nazionali di Campionato dopo il secondo posto conquistato nel difficilissimo girone tosco-ligure e dopo lo spareggio vinto a Correggio contro l’ Amatori Wasken Lodi. Ma veniamo ai protagonisti che proveranno a compiere un miracolo sportivo e a conquistare il tricolore in terra toscana: il portiere Alessio Perroni, classe 1999, lasaracinesca” della formazione di Corona, nazionale e Campione d’Europa under 17 nel 2014  è il secondo portiere delle formazione di serie A1 dove ha disputato alcuni spezzoni di gara  fornendo prestazioni di notevole spessore ha giocato anche il Campionato di Serie B.  Andrea Perroni, classe 1997, Nazionale Under 20 all’ultimo mondiale disputato, giocatore protagonista in Serie A1 e in Serie B,   è il capocannoniere e il leader indiscusso di questa formazione. Massimo Zeriali, classe 2000, difensore di sostanza, tecnica sopraffina, in pista mette la sua classe a disposizione della squadra, elemento fondamentale nello scacchiere di mister Corona. Nik Piccini, classe 1999 attaccante potente e dotato di un grandissimo fisico e di un buon tiro. Attarki Tarek, classe 1998,attaccante ma anche primo difensore rossonero, giocatore generoso e tatticamente molto intelligente è una pedina fondamentale della formazione di Corona. Emanuele Pauletta  classe 2000 Capocannoniere dell’ultima Coppa Italia Under 17 conquistata, velocità e classe da vendere per mister Corona sarà la grande sorpresa delle finali di Campionato. Mattia Rispogliati, classe 2000, difensore vecchio stampo, ottimo tiro, potrebbe essere utile al mister per cambiare l’assetto tattico della partita. Antonio Zanfardino, classe 2000,l’universale rossonero, duttile sia in attacco che in difesa è una pedina che potrebbe tornare utile alla causa. Matteo Franceschini, classe 2000, il vice-Perroni è migliorato moltissimo in questa stagione dove ha giocato stabilmente nella formazione B dell’ Under 20 ed, in caso di qualche problema al titolare, non sfigurerebbe certamente. La formazione rossonera è stata inserita nel girone con Trissino, Cresh Eboli e Sind Bassano ed il debutto è previsto per Giovedì 2 Giugno alle ore 13,45 contro l’ Hockey Trissino al Pala Micheli di Follonica.

09/12/2022 - riproduzione riservata