Hockey Sarzana

IL CARISPEZIA HOCKEY SARZANA NON SI RIPETE E IL FOLLONICA RINGRAZIA.

Carispezia Hockey Sarzana si inchina di fronte ad un grande Follonica e incassa la seconda sconfitta stagionale. I rossoneri non sono stati all’altezza delle precedenti occasioni casalinghe, vittorie contro Trissino e Valdagno, tenendo testa ai maremmani fino al 39’. I Sarzanesi possono lamentare qualche errore di troppo sotto porta, mentre gli ospiti hanno concretizzato al massimo con la “vecchia” volpe di Polverini e l’estro del nazionale azzurro Pagnini, campione d’Europa che hanno sferrato la stilettata al cuore rossonero. (nella foto Sterpini).


CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – BANCA CRAS FOLLONICA 2 – 6  (2 – 2)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Garofalo), Di Donato, Squeo, Pistelli, Sterpini (1), Vargas, Dolce , Rossi, Borsi (1). Allenatore Alessandro Cupisti.

BANCA CRAS FOLLONICA: Menichetti (Gaeta), Mario Rodriguez, Paghi, Pagnini Marco (3), Pagnini Federico, Buralli, Polverini (3), Banini. Allenatore Franco Polverini.

Arbitri: Sig. Fronte (NO) Sig. Eccelsi (NO) ausiliario Sig. Righetti (SP)

“Siamo andati sotto, abbiamo provato a recuperare e di conseguenza ci hanno fatto gol di rimessa commenta mister Alessandro Cupisti a fine partita I meriti del Follonica vanno dati ma anche demerito nostro perché non abbiamo giocato come sapevamo – continua l’allenatore rossonero – non è un incidente di percorso bisogna essere reali e vedere i valori del nostro campionato e il Follonica è una squadra che punta al quarto posto, è una squadra che sta molto bene e sa giocare molto bene a hockey, noi abbiamo molti limiti che stiamo migliorando – poi il mister conclude parlando della gara di ritorno di Coppa Cers in Francia di sabato prossimo – Quella di Sabato sarà un’altra partita Saint Omer è una partita di Coppa e non di Campionato noi andiamo lassù per passare il turno questo è certo. Buona la cornice di pubblico al Vecchio Mercato di Sarzana, con una nutrita rappresentanza toscana, vigilia tesa ma molta correttezza in pista tra due squadre che negli ultimi anni avevano fatto parlare di loro più per gli episodi post gara che per il risultato in pista. Nell’incontro di ieri sera nessuna delle due formazioni ha raggiunto il decimo fallo e gli arbitri Eccelsi e Fronte, impeccabile la loro direzione, non hanno mai dovuto estrarre nessun cartellino dalle loro tasche. La squadra di Franco Polverini, dopo la partita di ieri, sopravanza in classifica i rossoneri di un punto con una sola gara da recuperare. Il tecnico grossetano schiera insieme a lui, che funge da allenatore-giocatore, uno dei migliori starting-five del Campionato Italiano capitanato da Marco Pagnini insieme al nazionale Argentino Mario Rodriguez e Federico Pagnini, con Menichetti a difesa della porta. A disposizione Banini, Paghi, Buralli e il secondo portiere Gaeta. Cupisti risponde con Corona tra i pali Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce. Per la cronaca Sarzana padrone della pista nei primi minuti di gioco con la squadra maremmana che dispone a zona la squadra. Dopo neppure due minuti vantaggio dei padroni di casa con un pallonetto beffardo di Borsi. Partita vibrante con azioni da una parte e dall’altra e al 7’,05: la formazione maremmana trova il pareggio, Borsi, complice un rimbalzo della pallina, perde palla a centro pista e lascia Marco Pagnini tutto solo contro Corona che lo batte con freddezza. Ma il Sarzana del primo tempo sembra voler ripetere le imprese fatte con Valdagno e Trissino e al 9’,05” si riporta in vantaggio. Menichetti para un tiro dalla distanza di Squeo ma Sterpini si avventa sulla ribattuta recupera la sfera e batte Menichetti. Poi salgono in cattedra i due portieri, Menichetti e Corona che si esaltano con moltissimi interventi degni di nota. Quando sembra oramai che la formazione di Cupisti vada al riposo in vantaggio a 23” dal suono della sirena la Banca Cras trova la rete del pareggio, Borsi si fa intercettare un passaggio da Polverini che si invola tutto solo contro Corona e al limite dell’area lascia partire una conclusione rasoterra che colpisce il palo e il guanto del portiere rossonero per poi terminare in rete e suono della sirena che fissa il parziale del primo con il risultato di due a due. Secondo tempo con ancora i due portieri in cattedra nelle fasi iniziali, punteggio che rimane incollato sul pari per un quarto d’ora con i rossoneri che possono lamentare qualche errore di troppo sotto porta. Al 39’,35” ospiti in vantaggio, dormita generale della difesa del Carispezia e Marco Pagnini, lasciato tutto solo a centro area, viene servito magistralmente da Polverini e fa secco Corona. Sarzana non sembra ancora finito e reagisce con veemenza , Cupisti si gioca la carta Vargas, ma la speranza di rimonta dura pochi minuti. In trenta secondi Polverini, autentico dominatore del gioco maremanno assieme a Pagnini, chiude la pratica Sarzana, l’ultra quarantenne giocatore e allenatore della Banca Cras sigilla due perle di classe cristallina al 42’,52” si invola verso Corona e lascia partire un bolide che lascia immobile il portiere rossonero e poi 30” dopo a tu per tu con Corona lo batte con una giocata eccezionale. Al 46’,47” Marco Pagnini su tiro di rigore segna la rete del decisivo Ko per la squadra di Alessandro Cupisti. Il segreto del Follonica attuale sta tutto in questi due giocatori che ieri sera hanno, purtroppo per il Sarzana, dato spettacolo realizzando tre reti ciascuno. Mister Cupisti ha dovuto alzare bandiera bianca, nonostante l’allenatore rossonero le abbia tentate tutte utilizzando Pistelli, Di Donato e Vargas. Una sconfitta che brucia, ma il Presidente Corona, ribadisce con fermezza il concetto: “ Noi abbiamo prima di tutto una salvezza da conquistare, io sono molto realista e non voglio vendere fumo a nessuno, basso profilo e al pezzo, ora andiamo a Saint Omer perché vogliamo andare avanti in Europa – e poi chiude – il più bel gol della serata lo ha segnato la Curva Milani con il coro di ringraziamento alla squadra mentre stavamo perdendo sei a due nell’ultimo minuto di gara.

cipro 1000mg read clomid 50mg
04/12/2022 - riproduzione riservata