Hockey Sarzana

“MISSION IMPOSSIBLE” PER CARISPEZIA CONTRO LA CORRAZZATA BREGANZE.

“Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana,  di scena al Centro Polivalente dove sfida  la corazzata Breganze, formazione che con gli arrivi da Lodi dei Campioni d’Italia Platero e Ambrosio, oltre al ritorno di Cacau  è la favorita principe per centrare il  titolo di Campione d’Italia e per centrare in europa la Coppa Cers. La formazione di Francesco Dolce arriva a questo appuntamento reduce dal pareggio interno contro il Thiene;  La squadra vista al polivalente, ha fatto arrabbiare e non poco i tifosi Sarzanesi, che hanno visto gettare alle ortiche il primo successo stagionale, fa comunque sperare, che la formazione di Francesco Dolce ritorni ad essere al più presto quella della scorsa stagione, una squadra pronta a gettare il cuore oltre l’ostacolo. “Non voglio neppure pensare che la mia squadra davanti a propri tifosi voglia fare la parte della vittima predestinata, è l’unica cosa che pretendo dai mie ragazzi”  dichiara il Presidente Corona. (nella foto il “guerriero” rossonero Francesco De Rinaldis assieme al bomber Sergio Festa).


“Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana,  di scena al Centro Polivalente dove sfida  la corazzata Breganze, formazione che con gli arrivi da Lodi dei Campioni d’Italia, Platero e Ambrosio, oltre al ritorno di Cacau  è la favorita principe per centrare il  titolo di Campione d’Italia e per conquistare a livello internazionale la Coppa Cers. La squadra del Presidente Antonello Turle dopo due giornate è a punteggio pieno, con sei punti in classifica generale, frutto delle vittorie in trasferta a Correggio e nel derby casalingo contro il Bassano. Due vittorie arrivate da prestazioni completamente differenti, la vittoria di Correggio con il punteggio di 8 a 7 ha mostrato qualche fragilità difensiva di troppo mentre la vittoria ottenuta contro il Bassano con il punteggio di 4 a 0 ha messo in mostra una squadra solida che ha ritrovato il suo “bomber” Ambrosio autore di una tripletta. Solo una prestazione superba, condita da qualche disattenzione della formazione veneta potrebbe regalare punti alla formazione di Dolce che arriva a questa sfida reduce dal pareggio “Karakiri” interno contro il Thiene. La squadra vista al polivalente, ha fatto arrabbiare e non poco i tifosi Sarzanesi, che hanno visto gettare alle ortiche il primo successo stagionale, fa comunque sperare, che la formazione di Francesco Dolce ritorni ad essere al più presto quella della scorsa stagione, una squadra pronta a gettare il cuore oltre l’ostacolo. “Non voglio neppure pensare che la mia squadra davanti a propri tifosi voglia fare la parte della vittima predestinata, dichiara il Presidente Corona, è l’unica cosa che pretendo dai mie ragazzi,  sabato ospitiamo il Breganze, una squadra che con gli arrivi di Ambrosio, Platero e Cacau è a mio avviso la formazione da battere in questo campionato  continua il Presidente – Il Breganze con gli innesti dei tre fuoriclasse citati ha cambiato pelle e modo di giocare, personalmente considero la formazione del mio amico Antonello Turle la squadra più forte di tutta la serie A1,  i pronostici sono tutti a  nostro sfavore, ma personalmente se la mia squadra si esprime da Sarzana  sono certo che venderemo cara la pelle e disputeremo una grande gara, in questo momento, potrei essere preso per pazzo, conclude il Presidente –  ma per come vedo nei miei ragazzi la sete di rivincita dopo i quindici minuti di pazzia di sabato scorso non firmerei neppure un pareggio in anticipo.  I precedenti tra Faizanè Lanaro Breganze e Carispezia Hockey Sarzana sono sedici e riguardano le otto stagioni in serie A1, con dieci vittorie da parte dei rossoneri breganzesi, tre vittorie per i sarzanesi e tre pareggi. Nell’ultima gara disputata tra le due compagini, ci fu la netta vittoria dei Sarzanesi con il punteggio di 8 a 5. Massimo Belligio, riconfermatissimo coach rossonero, ha a disposizione una squadra di primissimo piano rinforzatasi con gli ingaggi dei neo campioni d’Italia Franco Platero e Federico Ambrosio (quest’ultimo strappato all’Oliverense), entrambi provenienti dal Lodi. E’ ritornato, reduce da Cremona, Claudio Cacau così come Filippo Compagno rientrato dal prestito al Monza. I quattro players rossoneri rafforzeranno un team che ha confermato lo spagnolo Alvaro GimenezMattia CoccoStefano Dal SantoBruno  Sgaria nonché Mattia Cocco, reduce da un infortunio subito ben sei mesi fa proprio a Sarzana.  Ma presentiamo in dettaglio i componenti della rosa allestita dal Presidente Antonello Turle :  la compagine è condotta in pista da Massimo Belligio, “figliol prodigo” rientrato a Breganze la scorsa stagione dopo l’esperienza di Bassano. Il capitano e simbolo della formazione di Belligio è Mattia Cocco, giocatore universale, classe 1984, tre stagioni orsono Campione d’Europa con la Nazionale Italiana,  due scudetti e vari trofei vinti a Valdagno, con la maglia del  Breganze ha conquistato la Coppa Italia e la Super Coppa Italiana, 25 reti per lui la scorsa stagione con lui  Stefano Dal Santo, difensore, classe 1993, prodotto del vivaio rossonero, moltissime presenze per lui nelle nazionali giovanili, tiro potentissimo, la scorsa stagione in gol in 8, poi  l’attaccante  spagnolo Borja Gimenez, il “bomber” della formazione di Belligio la passata stagione con 34 reti messe a segno, classe 1989, arrivato la scorsa dal Bassano con l’esperienza di Forte dei Marmi; Franco Platero,(Argentino) classe 1992, proveniente dal Lodi, è un difensore con una grande classe, è stato la scorsa stagione la vera anima del Lodi Campione d’Italia, ottimo tiro e senso tattico,15 reti segnate nella passata stagione con la maglia lodigiana; Federico Ambrosio classe 1989 altro Campione d’Italia proveniente dal Lodi. Bomber eccezionale e nazionale azzurro. Nella passata stagione l’italo-argentino è stato il capocannoniere della formazione guidata da Nuno Resende con 49 reti; Claudio Cacau, attaccante, classe 1980, un ritorno in rossonero dopo la parentesi allo Sporting Lisbona e l’ ultima stagione giocata con la maglia del Cremona, dove nonostante la retrocessione, si è distinto mettendo a segno 39 reti risultando sesto nella classifica marcatori generale; Filippo Compagno, attaccante, classe 1995, proveniente da Monza, ma uomo della “cantera” rossonera, per lui un ritorno con la maglia che l’ha cresciuto dopo una stagione in brianza dove l’ha visto andare a segno in 7 occasioni. Infine i due portieri, con il giovane titolare Bruno Sgaria, classe 1998, proveniente dal vivaio breganzese con la sola parentesi due stagioni orsono a Bassano come vice Dal Monte. Campione d’Europa under 17, quest’anno ha indossato la maglia azzurra al Campionato Mondiale  under 20, per lui, la scorsa, un ottima stagione, che lo ha consacrato nella top dei portieri del massimo campionato; A fargli da “chioccia” Fabio Mabilia, classe 1974, portiere con un ottima carriera alle spalle e con gli ultimi anni passati nelle categorie inferiori; chiude il gruppo il giovane prodotto del vivaio Silvio Costenaro classe 1999. Nella gara contro il Breganze i rossoneri dovranno disputare una partita perfetta, magari ripetendo la prestazione della passata stagione, per mettere freno alla forza, della formazione del Presidente Turle. Il Sarzana si presenta alla sfida  con la formazione al completo. Il match si giocherà Sabato 21 Ottobre alle 20.45 al Centro Polivalente di Sarzana Arbitri il Sig. Barbarisi (SA) il Sig. Iuorio (SA), ausiliario Sig. Righetti (SP).

10/08/2022 - riproduzione riservata