Hockey Sarzana

IMPREVEDIBILE, PAZZA E MAI DOMA. JERONIMO GARCIA EVITA LA BEFFA NEL FINALE. GAMMA INNOVATION CONSERVA IL TERZO POSTO

Finale thriller contro l’ Amatori Wasken Lodi: è un 5 a 5 agrodolce. I rossoneri erano in vantaggio per 4 a 1 ma si sono fatti sorpassare 5 a 4. A 49 secondi dalla fine l’ argentino Garcia, autore di tre reti fissa il risultato in parità. Gamma Innovation aveva perso, ma ha rischiato di vincere in extremis, quando la sirena finale ha fermato Facundo Ortiz tutto solo davanti a Grimalt, alla fine è un pari giusto.“Siamo una squadra fantastica , il risultato se si guarda l’insieme della gara è giusto, di una cosa sono contentissimo questa sera, che l’ “hombre del partido”, l’assoluto protagonista della serata  con le tre reti segnate, di cui quella del pari segnata a una manciata di secondi dalla fine sia stato Jeronimo Garcia, argentino ma oramai sarzanese d’adozione, un guerriero che non molla mai, si meritava la gioia di essere lui l’ eroe per una sera sono le prime parole del Presidente Maurizio Corona al termine della gara. (nella foto di Vincenzo Gianfranchi, Jeronimo Garcia in un azione di gioco).


GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA – AMATORI WASKEN LODI = 5-5 (4-4, 1-1)

GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA: Corona, Garcia J, Borsi (C), Ortiz, De Rinaldis F – Olmos, Illuzzi, Festa, Tognacca, Venè – Allenatore: Paolo De Rinaldis.

AMATORI WASKEN LODI: Grimalt (C), Giovannetti, Najera, Faccin, Antonioni – Fantozzi, Fernandes, Nadini, Bozzetto, Porchera – Allenatore PierLuigi Bresciani

Marcatori: 1t: 2’28” Faccin (LOD), 4’15” Garcia J (SAR), 6’24” De Rinaldis F (SAR), 8’57” Garcia J (SAR), 11’54” Borsi (SAR), 18’07” Nadini (LOD), 19’47” Fernandes (LOD), 22’17” Faccin (LOD) – 2t: 3’33” Fantozzi (LOD), 24’11” Garcia J (SAR)

Espulsioni: 1t: 22’52” Ortiz (2′) (SAR) e Antonioni (2′) (LOD) – 2t: 7’16” Najera (2′) (LOD), 8’18” Faccin (2′) (LOD)
Arbitri: Matteo Galoppi di Follonica (GR) e Carlo Iuorio di Salerno

Finale thriller contro l’ Amatori Wasken Lodi: è un 5 a 5 agrodolce. I rossoneri erano in vantaggio per 4 a 1 ma si sono fatti sorpassare 5 a 4. A 49 secondi dalla fine l’ argentino Garcia, autore di tre reti fissa il risultato in parità. Gamma Innovation aveva perso, ma ha rischiato di vincere in extremis, quando la sirena finale ha fermato Facundo Ortiz tutto solo davanti a Grimalt, alla fine è un pari giusto. “Il numeroso pubblico che questa sera era presente al match fra Gamma Innovation Sarzana e Lodi può essere davvero soddisfatto. Ha assistito ad una partita palpitante, giocata molto bene da entrambe le squadre con occasioni da una parte e dall’altra. Una partita stupenda che finisce in giusta paritàcommenta il Presidente Maurizio Corona a fine partita  è un pareggio strameritato seppur arrivato nei secondi finali,  che ha evidenziato una squadra caratterialmente mai doma che dopo essere stata in vantaggio poi  raggiunta e poi superata ha avuto ancora la reazione per trovare il pareggio e addirittura di sfiorare il risultato pieno sul suono della sirena. Avevo detto ai ragazzi dopo la vittoria di Montebello e il raggiungimento del terzo posto in classifica, attenzione perché più alto è il piedistallo sul quale vi ergerete, più vi farete male quando cadrete. Perciò noi dobbiamo non mollare mai, nemmeno un millimetro. Se giochiamo da Sarzana possiamo vincere con chiunque ma se molliamo un pelino possiamo diventare una squadra mediocre. Tutti sappiamo che abbiamo prima di tutto abbiamo una città da rappresentare a livello nazionale e internazionale. Siamo una squadra e un gruppo fantastico , – continua il Presidente –  il risultato se si guarda l’insieme della gara è giusto, di una cosa sono contentissimo questa sera, che l’ “hombre del partido”, l’assoluto protagonista della serata  con le tre reti segnate, di cui quella del pari segnata a una manciata di secondi dalla fine sia stato Jeronimo Garcia, argentino ma oramai sarzanese d’adozione, un guerriero che non molla mai, si meritava la gioia di essere lui l’ eroe per una sera. Per la prossima partita casalinga di Sabato 20 Gennaio – conclude Corona – serata di gala al Centro Polivalente arriverà a Sarzana gli spagnoli del Pas Alcoy, per la gara di ritorno degli ottavi di finale WS Europe Cup, dopo la sconfitta per 4 a 3 subita nella gara d’andata, Sarzana deve vincere con due reti di scarto per passare il turno, sono certo già da ora che ci sarà un  Centro Polivalente  straripante di gente che dovrà essere un vero “inferno” per trainare i nostri ragazzi al passaggio del turno.”  Fa eco al Presidente l’ MVP della partita Jeronimo Garcia ai microfoni di Lorenzo Venè. “Tutte le partite contro il Lodi sono dure, sono pesanti, loro fisicamente stanno molto bene e le partite con loro le devi giocare come stasera  in maniera dura. Però sono partite molto belle da vedere per il pubblico. Abbiamo strappato un punto con cinque giocatori di movimento in pista, però quando eravamo in vantaggio  potevamo sicuramente fare meglio. Però bisogna essere positivi, tirare avanti e cogliere il meglio da ogni partita. Dobbiamo continuare su questa strada, dobbiamo continuare ad allenarci al meglio, abbiamo partite molto importanti davanti, le prossime tre settimane sono di fuoco quindi dobbiamo pensare molto in positivo e non pensare che quello di questa sera è un risultato negativo”.  Veniamo alla cronaca della partita: nell’ Amatori Wasken Lodi  l’allenatore Pier Luigi Bresciani schiera nello starting-five iniziale  il capitano Grimalt a difesa della porta, Giovannetti, Najera, Faccin e  Antonioni a disposizione in panchina Fantozzi, Fernandes, Nadini, Bozzetto e il secondo portiere Porchera. Paolo De Rinaldis  risponde con il solito quintetto base delle ultime gare Corona, Garcia, Borsi , Ortiz, De Rinaldis F. Una conclusione thriller che va subito inquadrata. Sul 5 a 4 per il Lodi i rossoneri gettano tutta la loro determinazione in pista. A 1’03” dal termine esce il portiere Corona ed entra il quinto uomo di movimento in pista. A quarantanove secondi dalla sirena la pallina, passa da Olmos a Jeronimo Garcia che di prima intenzione la scaraventa in rete facendola passare tra il casco e il palo della porta difesa da Grimalt. La gara riprende e a tre secondi dal termine Ortiz si invola tutto solo davanti a Grimalt,  ma il suono della sirena strozza la conclusione dell’attaccante argentino. Ma veniamo alla cronaca della gara, parte super aggressivo il Sarzana, che soffoca l’iniziativa dei lodigiani sul nascere non lasciando al portatore di palla il tempo di architettare la giocata. L’equilibrio dura sino al 2’,28” perché Faccin in ripartenza lascia partire una sassata  dalla sinistra in diagonale che non lascia scampo a Corona. Al 4’,15” i rossoneri trovano il pareggio con Garcia che parte da sinistra si accentra e lascia partire un tiro che si insacca alle spalle di Grimalt. Passano due minuti e i rossoneri trovano il primo vantaggio con un diagonale dalla destra di Francesco De Rinaldis che si insacca alle spalle di Grimalt. All’ 8’,57” terza rete della formazione di Paolo De Rinaldis, ancora un diagonale dalla destra di Garcia  che colpisce il palo batte sulla schiena di Grimalt e finisce in rete. Rossoneri incontenibili per il delirio del pubblico del Vecchio Mercato, all’ 11’,54” apoteosi al Vecchio Mercato quando Borsi con una magia devia di prima intenzione un passaggio di Illuzzi alle spalle di Grimalt. La reazione del Lodi è veemente, la furia dei rossoneri si placa, e i lodigiani guadagnano metri. Pablo Najera, il migliore in assoluto nelle file lodigiane, sale in cattedra e prende per mano la formazione di Bresciani e al 18’,07” un suo tracciante trova la deviazione di Nadini che mette fuori causa Corona. Al 19’,47” ancora il madrileno serve una palla volante a Fernandes che di volee la mette alle spalle di Corona. Rossoneri in “bambola”, Corona salva due volte, poi al 22’17” ancora una magia di Najera che si porta a spasso la difesa rossonera e poi serve un cioccolatino a Faccin tutto solo in mezzo all’area, per il “bomber” trissinese è un gioco da ragazzi mettere la sfera alle spalle di Corona. Prima della sirena finiscono in panca puniti Ortiz e Antonioni per reciproche scorrettezze. Poi a due secondi dal termine Grimalt para il tiro a uno di Garcia per il decimo fallo provocato volontariamente dalla formazione lombarda. E con il punteggio di 4 a 4 le due squadre vanno al riposo. Il secondo tempo si apre con un palo colpito da Nadini. Ma al 3’,33” l’ ex Fantozzi trova l’ “eurogol”, partendo da solo a metà pista e depositando in rete dopo due dribbling, il primo su Garcia e il secondo su Festa. Al 7’,16” Illuzzi con mestiere costringe Najera al fallo e conquista un tiro di rigore, lo stesso Najera per proteste trova il secondo warning e il cartellino blu. Si occupa della battuta del rigore lo stesso Illuzzi ma Grimalt para. Nel power play susseguente Faccin rimedia un blu per un aggancio  in attacco a Sergio Festa. Va sul dischetto Ortiz, ma para ancora Grimalt. Nel lungo power play susseguente il Lodi resiste. La partita diventa vibrante, ritmi altissimi con le due squadre che non accennano a limitarsi,: una per agguantare il pari e l’altra per provare a chiudere la partita. Corona tiene in vita i rossoneri murando prima Nadini e poi Najera e quando Paolo De Rinaldis manda in pista il quinto uomo di movimento Garcia trova il 5 a 5 a 49” dalla sirena. Prossimo impegno  Mercoledì 17 Gennaio al Palasport di Sandrigo alle ore 20,45 contro il TeleMedical Sandrigo.


 

16/04/2024 - riproduzione riservata