Hockey Sarzana

IL FINALE DI GARA E’ FATALE PER GAMMA INNOVATION SARZANA BATTUTO 5 a 4 DAL BASSANO.

I ragazzi di mister Mirko Bertolucci non scendono in pista con la “cattiveria giusta” contro un avversario temibile e sono costretti a cedere alla veemenza della squadra di casa nel finale di gara. Avanti tre volte 2-0, 3-2 e 4-3 i rossoneri non riescono a chiudere la partita ed escono sconfitti nonostante un serrate finale negli ultimissimi minuti alla ricerca almeno del pari “Abbiamo perso in una pista molto difficile, contro una squadra dal budget altissimo che si era rinforzata in estate con l’arrivo di giocatori esperti come Ambrosio, Scuccato, Català e Muglia e che non nasconde le proprie ambizioni. Abbiamo giocato molto bene per una grande parte di partita – dichiara il presidente Maurizio Corona – però non siamo stati cinici sotto porta e per tre volte in vantaggio durante la gara   non siamo stati bravi a chiudere la partita e torniamo a casa con una sconfitta che non rappresenta certamente quanto avremmo meritato.” (nella foto Francesco De Rinaldis grande protagonista e autore di una doppietta).


UBROKER BASSANO – GAMMA INNOVATION SARZANA = 5-4 (1-1, 6-3)
UBROKER SCANDIANO: Catala (Nicoletti), Amato (C), Ambrosio, Cancela, Coy – Scuccato, Muglia, Luna , Baggio.– Allenatore Roberto Crudeli

GAMMA INNOVATION SARZANA:  Corona (Bianchi), Borsi (C), Joan Galbas, Rossi, Pol Galbas – Najera, De Rinaldis, Cinquini, Cardella. – Allenatore Mirko Bertolucci

Marcatori: 1t: 1’24” Pol Galbas (Sa), 4’22” Joan Galbas (Sa), 10’02” Ambrosio (Ba), 13’11” Ambrosio (Ba), 19’16” De Rinaldis (Sa) – 2t: 6’20” Muglia (tir.dir) (Ba), 11’10” De Rinaldis (Sa), 16’24” Scuccato (Ba), 16’54” Muglia (tir.dir) (Ba).

Espulsi: 2t: 6’17” Najera (2′) (Sa), 16’54” Joan Galbas (2′) (Sa)

Arbitri: Alessandro Eccelsi di Novara e Simone Brambilla di Agrate Brianza (MZ)

Ubroker Bassano in extremis riesce a ribaltare una partita in cui la Gamma Innovation Sarzana ha condotto per larga parte ed a deciderla è stata la doppietta del viareggino Muglia. I ragazzi di mister Mirko Bertolucci non scendono in pista con la “cattiveria giusta” contro un avversario temibile e sono costretti a cedere alla veemenza della squadra di casa nel finale di gara. Avanti tre volte 2-0, 3-2 e 4-3 i rossoneri non riescono a chiudere la partita ed escono sconfitti nonostante un serrate finale negli ultimissimi minuti alla ricerca almeno del pari “Abbiamo buttato via non il pareggio ma la vittoria – dice il Presidente Maurizio Corona al termine della gara –  E’ stata una gara combattuta, dove noi siamo sempre quasi stati in vantaggio e siamo riusciti in più occasioni a tenere il bandolo della matassa in mano. Poi non siamo stati in grado di chiudere il match e alla fine queste cose le paghi. Loro sono stati bravi in venti secondi a ribaltare la partita. Sconfitta dura da digerire, avevamo in tasca la vittoria e torniamo a casa con un pugno di mosche in mano e ancora tanti  complimenti che come dissi già dopo la sconfitta di Trissino mi mettono di cattivo umore perché penso che forse bastava un pizzico di buona sorte in più o qualche sbavatura in meno. Se vogliamo guardare invece il bicchiere mezzo pieno – continua Corona – abbiamo perso in una pista molto difficile, contro una squadra dal budget altissimo che si era rinforzata in estate con l’arrivo di giocatori esperti come Ambrosio, Scuccato, Català e Muglia e che non nasconde le proprie ambizioni. Abbiamo giocato molto bene per una grande parte di partita, però non siamo stati cinici sotto porta e per tre volte in vantaggio durante la gara   non siamo stati bravi a chiudere la partita e torniamo a casa con una sconfitta che non rappresenta certamente quanto avremmo meritato. E’ deluso per la sconfitta ma vuole guardare avanti il presidente Maurizio Corona che continua  Bisogna mettere subito alle spalle questa sconfitta  e concentrarci, perché nelle prossime due settimane  ci giochiamo un pezzo di futuro, sabato giochiamo per il secondo turno di Eurolega ospitando gli Svizzeri del Diessbach, poi mercoledì prossimo il Monza al Vecchio Mercato, sabato prossimo andiamo a Matera e ancora il mercoledì dopo in casa contro il Grosseto,  non saranno gare per niente facili, bisogna rimanere concentrati per provare a conquistare l’intera posta e passare un Natale tranquillo”. Gamma Innovation perde 5 a 4. E il confronto tra i toscani Bertolucci e Crudeli  premia Crudeli tecnico dei padroni di casa. Veniamo alla cronaca della partita: nel Bassano l’allenatore Roberto Crudeli  schiera nello starting-five iniziale  Català a difesa della porta, Amato, Cancela, Coy e Ambrosio a disposizione in panchina Scuccato, Muglia, Luna, Baggio e il secondo portiere Nicoletti. Mirko Bertolucci risponde con il solito quintetto di inizio stagione  Corona, Joan Galbas, Pol Galbas, Borsi, Rossi. Pronti via ed è subito la rete dell’ ex  all’ 1’,24” Pol Galbas scende sulla destra e di giustezza batte Català. Infortunio per Borsi che colpito al volto fortuitamente da Cancela deve lasciare la pista. Al 4’,22” rossoneri raddoppiano, fucilata dalla lunga distanza di Joan Galbas che sorprende Catala. La reazione dei padroni di casa è veemente e al 10’,02”  su azione di contropiede manovrata Ambrosio si trova a tu per tu con Corona e mette la palla sotto la traversa.  I rossoneri provano a spingere ma sono ancora i padroni di casa a colpire in contropiede Cancela al 13’,11 imbecca con un preciso assist Ambrosio che fa da dentro l’area fa secco Corona. Ma i ragazzi  di Mirko Bertolucci  ricominciano a macinare gioco e occasioni. Corona è provvidenziale in un paio di occasioni e Francesco De Rinaldis al 19’,16” imbeccato da Najera  riporta in vantaggio Gamma Innovation e con il punteggio di 3 a 1 a favore degli ospiti le due squadre vanno al riposo. Inizia il secondo tempo e il copione non cambia, con le due squadre ad affrontarsi a viso aperto. Parte più forte il Bassano, anche se dopo pochi minuti deve fare a meno di Ambrosio colpito da una pallinata ad una mano e costretto a lasciare la pista. Passano 5 minuti e il Sarzana commette il decimo fallo, si incarica del tiro libero Cancela ma la sua conclusione mette la sfera fuori dallo specchio della porta. Passa poco più di un minuto e Najera finisce in panca puniti  reo di un aggancio su Muglia. Si incarica della battuta del tiro diretto lo stesso Muglia che batte Corona portando il parziale in parità sul punteggio di 3 a 3. Al 36’,10” ancora una magia di De Rinaldis imbeccato magistralmente da Pol Galbas riporta in vantaggio la formazione di Bertolucci. Trovato il vantaggio i rossoneri hanno due palline per chiudere la partita una con Najera e una con Rossi ma le loro conclusioni trovano l’opposizione di Catala. Il Bassano si riorganizza e riparte e in venti secondi ribalta la gara, al 41’,24” una dormita difensiva mette Scuccato in area solo davanti a Corona e l’attaccante Bassanese non perdona. E venti secondi dopo Joan Galbas finisce sotto le forche caudine degli arbitri quando stende Amato lanciato a rete. Si incarica della battuta del tiro diretto Samuele Muglia che batte Corona per il vantaggio dei padroni di casa. La reazione dei rossoneri vede Català opporsi alle conclusioni degli attaccanti sarzanesi, che nel finale rinunciano anche al portiere. Ma non c’è niente da fare e il suono della sirena finale sancisce la vittoria del Bassano con il punteggio di 5 a 4.   I rossoneri tornano in pista sabato 11 dicembre: al Vecchio Mercato arriva la formazione Svizzera del Diessbach per il secondo turno di Eurolega.

16/08/2022 - riproduzione riservata