Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION, UNA VITTORIA PER IL DECOLLO, BATTUTO IL VERCELLI ALLA SOSTA E’ QUINTA.

Gamma Innovation Sarzana vittoria sofferta contro l’Engas Vercelli. Una vittoria preziosa quella conquistata con carattere dalla formazione di Paolo De Rinaldis che riesce a piegare un mai domo Vercelli che nonostante il passivo di 2 a 0 iniziale è rimasto in partita riuscendo a recuperare metri di pista fino a raggiungere il momentaneo pareggio. Nel finale la reazione dei rossoneri che hanno messo al sicuro un successo preziosissimo per la classifica con i ragazzi  di Paolo De Rinaldis che hanno così scritto l’ennesima impresa al Polivalente. Una prova di carattere nel segno di Davide Borsi e Simone Corona il capitano e il vice hanno sfoggiato una prova superlativa. Una vittoria straordinaria fortemente voluta dalla formazione rossonera che ritorna a vincere dopo quattro giornate, si piazza al quinto posto prima della lunga sosta pronta per il decollo. Ora si va in vacanza forzata, perché dal 24 Ottobre scattano i mondiali, con gli azzurri impegnati nei campionati del mondo in Argentina. Si tornerà in pista mercoledì 23 Novembre con i rossoneri impegnati sulla pista di Sandrigo. (nella foto “la squadra”  a fine gara festeggia assieme agli Incessanti).


GAMMA INNOVATION H. SARZANA ENGAS VERCELLI: 5 – 4 (3 – 2)

GAMMA INNOVATION H. SARZANA: Corona, Borsi, Garcia J, Ortiz, Festa – Alonso, De Rinaldis, Perroni, Rispogliati, Bianchi – Allenatore: Paolo De Rinaldis

ENGAS VERCELLI: Verona, Oruste, Tataranni, Diogo Neves, Zucchetti – Brusa, Zucchiati, Loguercio, Canet, Raffa – Allenatore: Sergi Punset

Marcatori: 1t: 3’08” Festa (S), 3’33” Borsi (S), 8’10” Oruste (V), 10’26” Borsi (S) (rigore), 14’17” Tataranni (V). – 2t: 15’21” Oruste (V) (tiro diretto), 20’,52” Garcia, 21’08” Ortiz (S), 25’00” Oruste (V).

Espulsioni: 1t: 3’15” Tataranni (V), 10’26” Verona (V),  23’57” Tataranni (V). –  2t: 1’33” Borsi (S).

Arbitri: Alessandro Eccelsi di Novara (NO) e Luca Molli di Viareggio (LU).

Gamma Innovation Sarzana vittoria sofferta contro l’Engas Vercelli. Una vittoria preziosa quella conquistata con carattere dalla formazione di Paolo De Rinaldis che riesce a piegare un mai domo Vercelli che nonostante il passivo di 2 a 0 iniziale è rimasto in partita riuscendo a recuperare metri di pista fino a raggiungere il momentaneo pareggio. Nel finale la reazione dei rossoneri che hanno messo al sicuro un successo preziosissimo per la classifica con i ragazzi  di Paolo De Rinaldis che hanno così scritto l’ennesima impresa al Polivalente. Una prova di carattere nel segno di Davide Borsi e Simone Corona il capitano e il vice hanno sfoggiato una prova superlativa. Una vittoria straordinaria fortemente voluta dalla formazione rossonera che ritorna a vincere dopo quattro giornate, si piazza al quinto posto prima della lunga sosta pronta per il decollo. Il Presidente Corona a fine partita fa i complimenti alla squadra “abbiamo assistito ad una partita vibrante ed emozionante. Siamo partiti andando avanti 2 a 0, ma Vercelli non ha mai mollato un centimetro anche perchè la formazione piemontese sfoggia un roster con tantissima qualità,  abbiamo chiuso in vantaggio il primo tempo, poi loro ci hanno raggiunti e la partita è stata un vortice di emozioni.   Nel finale di gara il nostro brek vincente. Comunque una vittoria strameritata, conquistata col cuore e senza perdere la testa con un finale di gara straripante. Complimenti a tutta la squadra – continua il Presidente – sono orgoglioso dei miei ragazzi, hanno dato tutto quello che avevano: di testa, gambe e cuore. La  vittoria è tutta loro e di mister Paolo De Rinaldis anche grazie al lavoro che tutti i giorni stanno facendo, dal primo all’ultimo. Per ciò che concerne la classifica noi non guardiamo da nessuna parte, con la vittoria di oggi abbiamo conquistato il quinto posto, e dieci punti in classifica  traguardo impensabile quando sono usciti i calendari. Noi con i piedi ben saldi a terra dobbiamo lavorare sodo tutti i giorni, per dare il nostro meglio. I ragazzi devono innanzitutto divertirsi e tenere il profilo basso solo in questo modo si riesce a giocare bene ottenendo i risultati. Volevo ringraziare il pubblico di Sarzana – conclude il Presidente – che anche questa sera è stato il sesto uomo in pista e poi gli Incessanti che in curva “Milani” non hanno mai smesso di cantare, sono stati anche loro gli artefici di questo successo, sono rimasti al nostro fianco per tutta la gara e ci hanno condotto per mano alla vittoria Ma veniamo alla gara, l’allenatore Sergi Punset schiera il suo starting-five titolare, con Zucchetti assieme al portoghese Diogo Neves sulla linea difensiva in attacco Oruste e il “bomber” per eccellenza Massimo Tataranni con Verona a difesa della porta, con a disposizione Zucchiati, Brusa, Canet, Loguercio e il secondo portiere Raffa. De Rinaldis risponde con Corona tra i pali, Borsi, Jeronimo Garcia, Facundo Ortiz e Festa. Veniamo alla cronaca al 3’08” Sarzana passa in vantaggio Sergio Festa lascia partire un tiro dalla distanza che sorprende Verona.  Passano pochi secondi  e Tataranni per proteste finisce in panca puniti, mandando i rossoneri alla battuta del tiro diretto. Si incarica della battuta Facundo Ortiz ma Verona  para. I rossoneri sfruttano immediatamente la superiorità numerica andando in gol con capitan Borsi per il parziale di 2-0. La reazione dei vercellesi è veemente Zucchetti, Oruste e Diogo Neves scaldano i guantoni a Corona. All’ 8’10” l’ Engas dimezza lo svantaggio: bella combinazione Neves – Oruste, con l’argentino che si accentra in area mettendo la sfera alla spalle di Corona. Passano due minuti, e Facundo Ortiz  ruba palla e si invola tutto solo davanti a  Verona, il portiere vercellese lo aggancia nettamente con la stecca: rigore per il Sarzana e blu per il portiere nerogialloverde. Entra il secondo portiere Raffa per il Vercelli fra i pali, Borsi si incarica della battuta del tiro di rigore che trasforma portando il parziale sul 3 a 1. Sul parziale di 3 a 1 la partita diventa avvincente, i rossoneri potrebbero trovare la quarta rete con una bella combinazione Perroni-Alonso ma Verona fa buona guardia. Subito dopo, Verona si ripete sempre su Alonso. Al 14’, 17” l’ arbitro Molli concede un rigore alla formazione di Punset: Tataranni si incarica della battuta, il suo tiro viene neutralizzato da Corona, lo stesso Tataranni intercetta la respinta del portiere rossonero e segna: siamo sul 3-2. Poco dopo in contropiede, Vercelli pericoloso con Tataranni che passa a Neves, Corona para. Sul fronte opposto, Garcia ci prova da lontano, ma Verona risponde molto bene. Segue una bella azione solitaria di Neves dalla sinistra, il cui tiro, però, è alto. Manca un minuto al termine della prima frazione e Tataranni a gioco fermo viene spedito in panca puniti per proteste dagli arbitri.  Sarzana non sfrutta il powerplay complice la sprecisione degli attaccanti rossoneri  e la bravura di Verona. Passa un minuto dal ripristino della parità  che Borsi finisce sotto le forche caudine degli arbitri per una fallo su Oruste. Tiro diretto affidato a Neves che mette  la pallina alta. Sul power play susseguente, è Corona ad esaltarsi e a tenere la porta inviolata. Il Vercelli in questa fase continua a portare molta pressione in area avversaria. Corona si supera su Canet.  Poco dopo, su veloce capovolgimento di fronte, Verona è decisivo nel dire di no a Facundo Ortiz trovatosi solo davanti a lui in posizione centrale. Al 15’,21” decimo fallo di squadra dei Sarzanesi  si incarica della battuta del tiro diretto Oruste   che infila Corona sulla destra, riportando la sfida in parità con il punteggio di 3 a 3. La gara diventa entusiasmante poi a quattro minuti dal termine, una pallina “morta” viene lasciata in area da Verona che esce cercando di allontanarla con la stecca, ma Garcia è più veloce dell’estremo difensore vercellese e segna il 4-3 riportando in vantaggio i rossoneri. Vercelli stordito, subisce il colpo del KO nemmeno mezzo minuto dopo: su contropiede, servito da un compagno, Facundo Ortiz devia al volo e mette la sfera alle spalle di Verona. Vercelli prova a reagire, ma il cronometro scorre inesorabile e la rete di Oruste sul suono della sirena finale serve solamente a rendere meno amara la serata per la formazione piemontese. Ora si va in vacanza forzata, perché dal 24 Ottobre scattano i mondiali, con gli azzurri impegnati nei campionati del mondo in Argentina. Si tornerà in pista mercoledì 23 Novembre con i rossoneri impegnati sulla pista di Sandrigo.

02/12/2022 - riproduzione riservata