Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION SARZANA VINCE A BREGANZE E BATTE IL RECORD DI PUNTI IN SERIE A1 E DELLE VITTORIE ESTERNE.

Missione compiuta. Il Gamma Innovation Hockey Sarzana va a prendersi la vittoria a Breganze e conquista il suo record di punti, 54, e delle vittorie in trasferta, 8, nei campionati di serie A1 sino ad ora disputate.  La Gamma Innovation Sarzana segna il suo personale record storico di 54 punti nella equilibrata gara di Breganze, conquistata per 6-4. Un mai domo Breganze però è rimasto sempre in gara, conducendo anche 2-1 nel primo tempo, con le reti di Tataranni e Agostini. Il 0-3 del parziale all’inizio del secondo tempo, ha però tagliato le aspettative dei vicentini, che però si sono ripresi nel finale. Borsi, Ortiz e Garcia hanno suonato la carica, in azioni manovrate a due, dove i compagni sono stati parti attive. il VenetaLab era riuscito a stare in partita sino a 5 minuti dalla fine, quando ancora Tataranni riprendeva la scia dei liguri. Oltre alle due reti del bomber materano, anche doppiette per Garcia e Borsi. “Grazie Ragazzi e grazie mister – dice il Presidente Maurizio Corona a fine partita – Questi 54 punti raggiunti e le 8 vittorie in trasferta  è la vittoria di un gruppo straordinario, che per tutta la stagione ha mostrato un grandissimo spirito di squadra, ora testa ad Igualada per la final-four di WS Europe Cu, un impegno di prestigio dove oltre alla nostra società e alla nostra città rappresentiamo anche l’Italia hockeystica”. (Massimo Tataranni (VenetaLab Breganze) e Jeronimo Garcia (Gamma Innovation Sarzana) – Photo Credit: Studio Stella).


VENETALAB HOCKEY BREGANZE – GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA = 4-6 (2-1, 2-5)
VENETALAB HOCKEY BREGANZE: Verona, Dal Santo, Posito, Torres, Tataranni – Cocco M (C), Agostini, Volpe, Tagliapietra Ant, Tagliapietra Giu – All. Crudeli
GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA: Corona, Borsi (C), Olmos, Illuzzi, Garcia J – Ortiz, De Rinaldis, Festa, Tognacca, Venè – All. De Rinaldis P
Marcatori: 1t: 1’09” Garcia J (SAR), 1’51” Tataranni (BRE), 20’51” Agostini (BRE) – 2t: 2’22” Borsi (SAR), 6’27” Ortiz (SAR), 9’46” Garcia J (SAR), 15’49” Torres (BRE), 16’30” De Rinaldis (SAR), 20’13” Tataranni (BRE), 24’21” Borsi (SAR)
Espulsioni: 1t: 24’07” De Rinaldis (2′) (SAR)
Arbitri: Joseph Silecchia di Giovinazzo (BA) e Vincenzo Marinelli di Giovinazzo (BA)

 

Missione compiuta. Il Gamma Innovation Hockey Sarzana va a prendersi la vittoria a Breganze e conquista il suo record di punti, 54, e delle vittorie in trasferta, 8, nei campionati di serie A1 sino ad ora disputate.  La Gamma Innovation Sarzana segna il suo personale record storico di 54 punti nella equilibrata gara di Breganze, conquistata per 6-4. Un mai domo Breganze però è rimasto sempre in gara, conducendo anche 2-1 nel primo tempo, con le reti di Tataranni e Agostini. Il 0-3 del parziale all’inizio del secondo tempo, ha però tagliato le aspettative dei vicentini, che però si sono ripresi nel finale. Borsi, Ortiz e Garcia hanno suonato la carica, in azioni manovrate a due, dove i compagni sono stati parti attive. il VenetaLab era riuscito a stare in partita sino a 5 minuti dalla fine, quando ancora Tataranni riprendeva la scia dei liguri. Oltre alle due reti del bomber materano, anche doppiette per Garcia e Borsi. “Grazie Ragazzi e grazie mister – dice il Presidente Maurizio Corona a fine partita – Questi 54 punti raggiunti e le 8 vittorie in trasferta  è la vittoria di un gruppo straordinario, che per tutta la stagione ha mostrato un grandissimo spirito di squadra, ora testa ad Igualada per la final-four di WS Europe Cu, un impegno di prestigio dove oltre alla nostra società e alla nostra città rappresentiamo anche l’Italia hockeystica. Per questo – continua Corona – dovremmo essere concentrati e determinati per conquistare un qualcosa che non siamo mai riusciti a conquistare, cercando di sfruttare il nostro gioco e le nostra qualità.  Se ci guardiamo indietro, abbiamo fatto  qualcosa di impensabile di incredibile alla vigilia di questa stagione.  Però ad Igualada e poi nei play-off scudetto, dove non siamo mai riusciti a superare i quarti di finale, dobbiamo più che mai tenere i piedi ben saldi a terra  e gettare il cuore oltre l’ostacolo, dobbiamo essere tutti uniti come in un pugno. La squadra ha lavorato molto bene in tutta la stagione ma il responso come sempre lo darà esclusivamente la pista. Poi il Presidente chiude con questa frase di un vecchio Presidente degli Stati Uniti  Thomas Jefferson: “Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto” ricordando che il Sarzana ha perso due finalissime di WS Europe Cup e non è mai riuscito ad arrivare nelle semifinali Play-off. Finisce con il Breganze che non si arrende, segna il 5-4 e gioca con l’uomo di movimento in più l’ultimo minuto, con i sarzanesi che approfittano di un passaggio forzato e, senza portiere, con Borsi segnano il 6-4 finale. Rossoneri che partono fortissimi e vanno in vantaggio con Jeronimo Garcia, ma Breganze ribatte colpo su colpo e si porta sul 2-1 con cui chiude il primo tempo. Sul finire della prima frazione ci sarebbe la possibilità per i padroni di casa di andare sul 3-1 per l’espulsione temporanea di De Rinaldis ma Tataranni trova un super Corona sulla sua strada che para e poi si esalta nel power play susseguente. Sarzana nella ripresa impone il suo ritmo sul match e si porta sul doppio vantaggio, prima per 4-2, e, dopo una rete contestata degli uomini di Roberto Crudeli per il momentaneo 3-4, successivamente per 5-3. Poi l’epilogo finale. Ma veniamo alla cronaca della partita. Mister Roberto Crudeli si presenta al cospetto del Sarzana, con l’ organico al gran completo ma Mattia Cocco in panchina ad onore di firma e schiera nello starting five iniziale con Verona tra i pali, Dal Santo, Tataranni e la coppia argentina formata da Posito e Ramiro Torres con a disposizione il secondo portiere Giuseppe Tagliapietra, capitan Cocco, Agostini, Volpe e Antonio Tagliapietra. Paolo De Rinaldis risponde con Corona, Borsi, Jeronimo Garcia, Facundo Ortiz, De Rinaldis. In panchina insieme a Francesco Venè, Illuzzi, Olmos, Festa e Tognacca. Partita che parte in discesa per i Sarzanesi  perché dopo 1’,09” passano in vantaggio, contropiede manovrato da Ortiz che serve Garcia sul secondo palo che di prima intenzione mette la sfera alle spalle di Verona. Il vantaggio del Gamma Innovation dura meno di un minuto, perché su una ripartenza dei padroni di casa Del Santo offre un delizioso assist a Tataranni che di prima intenzione mette la sfera alle spalle di Corona. Il primo tempo va avanti con  il solito copione: Sarzana crea ma Verona sale sugli scudi, anche i Breganzesi si  rendono pericolosi con le ripartenze ma Corona fa buona guardia. Al 20’,51” sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio con il giovane talento di casa Agostini, un contropiede di Torres mette Agostini solo davanti a Corona, il giovane breganzese con un pregevole alza e schiaccia batte  il portiere Sarzanese e porta in vantaggio la formazione di Roberto Crudeli. Ghiotta occasione per portarsi sul doppio vantaggio per la formazione veneta al 24’,07” un intervento scomposto di De Rinaldis su Dal Santo alla balaustra viene punito da Marinelli con il cartellino blu e il tiro diretto. Si occupa della trasformazione dai 7 metri e 40 Tataranni ma Corona risponde da campione. Il suono della sirena manda le due squadre al riposo con il risultato di 1 a 1. L’inizio della ripresa vede ancora un minuto di power -play per i rossoneri. Passata indenne l’inferiorità numerica al 2’,22” la formazione di Paolo De Rinaldis trova il pareggio, coast to coast di Borsi che mette la pallina in mezzo all’area dove grazie a una fortunosa carambola la sfera finisce alle spalle di Verona. Al 6’27”, Gamma Innovation in vantaggio combinazione Ortiz – Olmos con quest’ultimo che serve un delizioso assist a Ortiz che di prima intenzione mette la sfera alle spalle di Verona. Quarta rete per i rossoneri al 9’46”, Jeronimo Garcia scende sulla sinistra e da circa tre metri fuori dall’area lascia partire una botta che si insacca alla sinistra di Verona portando il parziale sul 4 a 2.  Sarzana non chiude la partita e l’arbitro Marinelli al 15’49” si inventa un gol per i padroni di casa: un tiro di Ramiro Torres che passa abbondantemente lontano dalla linea di porta viene visto in rete dal direttore di gara che concede il goal  tra le accese proteste  dei Sarzanesi. Ma non passa neppure un minuto che ci pensa De Rinaldis a ristabilire il doppio vantaggio, Ortiz serve una palla in area per De Rinaldis che di prima intenzione mette la sfera alle spalle di Verona.  Partita che sembra saldamente in mano dei rossoneri che colpiscono una traversa con Illuzzi e un palo con Olmos, invece i padroni di casa non demordono e al 20’13” riaprono la contesa un tiro dalla distanza di Dal Santo trova la stecca di Tataranni che devia la sfera in rete.  Nel finale Roberto Crudeli  gioca con l’uomo di movimento in più l’ultimo minuto, ma i sarzanesi  approfittano di un passaggio forzato e, senza portiere, con Borsi segnano il 6-4 finale.  Ora la regular season finisce per i rossoneri che nell’ultima giornata avrebbero dovuto incontrare il Vercelli ritiratosi alla fine del girone d’andata. Prossimo week-end appuntamento con la final four di WS Europe Cup ad Igualada in Spagna.

 

21/05/2024 - riproduzione riservata