Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION SARZANA: TRASFERTA INSIDIOSA A VALDAGNO.

Trasferta insidiosa, anzi, difficilissima per il Gamma Innovation Sarzana. Sabato alle 20,45 i rossoneri saranno di scena al PalaLido di Valdagno, avversario il Why Sport Valdagno. Lanieri a quota 13 in classifica, ma mai come in questo caso il piazzamento é bugiardo. Un’ottima squadra, da affrontare con concentrazione massima. Detto questo il Gamma Innovation si reca in terra veneta con l’intento di allungare a 4 la striscia di vittorie, e ne ha tutte le possibilità. I ragazzi di Mirko Bertolucci vogliono fare la “partita perfetta” anche se di fronte si troveranno una formazione costruita con grandissime ambizioni per stare subito a ridosso delle tre corazzate. I precedenti tra Sarzana e  Valdagno sono 28 e riguardano le tredici stagioni in serie A1 con venticinque gare nelle regular season e due nei play off e una semifinale di WS Europe Cup: sedici vittorie dei veneti, otto  della formazione sarzanese e quattro pareggi. Il bilancio a Valdagno è di tutto a favore dei locali: 10 vittorie, 2 pareggi e 0 vittorie del Sarzana. Per i liguri la pista valdagnese è un vero tabù. (nella foto di Luciana Castagna la squadra in azione difensiva)


Trasferta insidiosa, anzi, difficilissima per il Gamma Innovation Sarzana. Sabato alle 20,45, i rossoneri saranno di scena al PalaLido di Valdagno, avversario il Why Sport Valdagno. Lanieri a quota 13 in classifica, ma mai come in questo caso il piazzamento é bugiardo. Un’ottima squadra, da affrontare con concentrazione massima. Detto questo il Gamma Innovation si reca in terra veneta con l’intento di allungare a 4 la striscia di vittorie, e ne ha tutte le possibilità. I ragazzi di Mirko Bertolucci vogliono fare la “partita perfetta” anche se di fronte si troveranno una formazione costruita con grandissime ambizioni per stare subito a ridosso delle tre corazzate. Gamma Innovation Sarzana cercherà di fare tutto il possibile per domare i Valdagnesi e portare a casa punti importanti a questo punto del campionato. Il Why Sport Valdagno vuole confermare quanto di buono fatto vedere al Capannino di Follonica nell’ultima gara da cui è uscito conquistando un pareggio e dimostrando solidità e la capacità di non mollare neppure di fronte alle difficoltà. Il Sarzana alla ripartenza del campionato ha messo in chiaro di non aver affatto smarrito per strada la voglia di entrare a far parte del gruppetto delle migliori della classe rifilando nove reti al Sandrigo. “Sono molto soddisfatto per l’importante vittoria di sabato scorso, ma soprattutto sono contento della grande prestazione disputata dalla squadra, fatta di sacrificio, aiuto reciproco, determinazione e abnegazione“.– dice il Presidente Maurizio Corona, riferendosi alla partita vinta contro il Sandrigo che poi continua – La vittoria contro il Sandrigo è stata ottenuta contro un avversario molto forte, con grandi individualità, che sa giocare ad alto ritmo e non voglio che si sminuisca  il risultato ottenuto per la mancanza del loro portiere titolare perché con lo stesso portiere la formazione sandricense ha perso 4 a 3 a Vercelli sfiorando più volte il pari. Io penso invece che si vedono i risultati degli allenamenti fatti fin qui e questo per noi è un ottimo segnale, abbiamo intrapreso la strada giusta e dobbiamo continuare a crescere in questa direzione.  Certo che uscire sabato vincitori dalla sfida contro il Valdagno darebbe uno slancio importante al nostro campionato, in una pista dove  in dodici anni di serie A1 abbiamo raccolto solo sconfitte e due pareggi – conclude il presidente – La partita di sabato sarà particolarmente difficile, è una trasferta complicata incontriamo il Valdagno 1938, un’ottima squadra squadra con individualità importanti, da tutti considerata alla vigilia della stagione la quarta forza del campionato dopo Forte dei Marmi, Trissino e Bassano. Un Valdagno rabbioso che vorrà scalare la classifica che nel girone d’andata  non gli ha sorriso.  Noi non dobbiamo assolutamente fare l’errore di sbagliare l’approccio alla gara, dobbiamo entrare in pista con la stessa determinazione e fame viste sabato scorso, continuando ad approcciare queste sfide con il giusto spirito di coesione. Questa è la strada giusta e dobbiamo dare continuità al nostro percorso per conquistare gli obiettivi stagionali che ci siamo posti.” Il Valdagno di Diego Mir occupa la decima posizione in classifica con 13 punti, i rossoneri trovano una squadra di grande valore che però non ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, in campionato sino ad ora ha fatto molta fatica a trovare la via del gol tanto che con 33 reti è il penultimo attacco della serie A1, la squadra vicentina ha fatto 4 vittorie, 7 sconfitte e un solo pareggio conquistato nell’ultima gara di Follonica. I precedenti tra Gamma Innovation Sarzana e  Valdagno sono 28 e riguardano le tredici stagioni in serie A1 con venticinque gare nelle regular season e due nei play off e una semifinale di WS Europe Cup: sedici vittorie dei veneti, otto  della formazione sarzanese e quattro pareggi. Di tutte queste sfide la “partita del cuore” che brilla negli occhi per i tifosi rossoneri è quella del 27 Aprile 2019 a Lleida  quando il Sarzana battendo il Valdagno dopo i supplementari volava in finale della Word Skate Europe Cup. Il bilancio a Valdagno è  tutto a favore dei locali: 10 vittorie, 2 pareggi e 0 vittorie del Sarzana. Per i liguri la pista valdagnese è un vero tabù.  All’andata la formazione rossonera, travolse al Vecchio Mercato la formazione Valdagnese con un perentorio 6 a 0. Ma veniamo alla squadra del Presidente Giancarlo Sandri, che è ripartita in questa stagione dal confermatissimo tecnico argentino Diego Mir, ha confermato lo zoccolo duro che da almeno tre anni è stato costruito e ha inserito tre nuovi mattoncini che ne aumentano il peso tecnico e tattico. Ai Sgaria, Cocco, De Oro, Piroli, Manuel Mir, Clodelli e Fongaro, si sono aggiunti un argentino, Fabrizio Ciocale ex Liceo La Coruna, uno spagnolo, Marc Gonzalez bomber in Spagna, ma soprattutto il ritorno dello statuario difensore ex Forte Davide Motaran. Tre elementi che hanno allungato la panchina vicentina per farla primeggiare a livello nazionale. Una formazione costruita per rientrare tra le prime quattro che lottano per il titolo. Servirà un sabato da leoni per la formazione del Presidente Corona per trovare punti nella pista stregata del PalaLido; perché quella di Diego Mir è un’avversaria decisamente ostica più di quanto possa dire la posizione in classifica. All’allenatore argentino non mancano certamente le cartucce da sparare per poter risalire la china, dato che in rosa ci sono campioni del calibro di capitan Mattia Cocco (1984) 6 reti messe a segno in questa stagione, dell’italo argentino Gaston De Oro (1987) 3 gol per lui, dell’ esperto Davide Motaran (1984) capocannoniere della formazione di Diego Mir  con 8 reti e dell’esperto Davide Piroli (1990). Bisognerà fare attenzione anche a Giovanni Clodelli, (1994) 5 reti per lui, di Manuel Mir  (2003), giovanissimo figlio dell’allenatore oltre all’argentino 2 volte a segno,  Fabrizio Ciocale (1998)  2 reti per lui e al bomber spagnolo Marc Gonzales (1999) 5 volte in gol. In porta c’è la sicurezza del giovane Bruno Sgaria (1998) che ha come vice Filippo Fongaro (2003).  Gamma Innovation  Sarzana  sarà al gran  completo.

Sabato 22 Gennaio 2022 – ore 20:45 – PalaLido di Valdagno (VI)
WHY SPORT H.C. VALDAGNO – GAMMA INNOVATION H.SARZANA
Arbitri: Francesco Stallone di Giovinazzo (BA) e Alessandro Ciccolella di Salerno Ausiliario Alberto Fabris di Sandrigo (VI)  DIRETTA FISRTV 

05/08/2022 - riproduzione riservata