Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION SARZANA: SERVE UN RUGGITO AL PALACASTELLOTTI CONTRO L’ AMATORI WASKEN LODI.

  Lodi-Sarzana è il recupero della seconda giornata, causato dall’indisponibilità del PalaCastellotti, ed arriva più di un mese dopo il calendario con due formazioni con una consapevolezza già cambiata. Serve un “Mercoledì da leoni” per uscire indenni dal PalaCastellotti, un palazzetto che in quattordici campionati di serie A1 ha regalato ai rossoneri solo due pareggi e tante sconfitte. Quello di mercoledì è un test che darà molte risposte. Sarzana arriva da un momento positivo, tolto il finale di primo tempo contro il Giovinazzo che è esattamente quello che i rossoneri non devono fare. Al PalaCastellotti ci si aspetta dai rossoneri una gara di spessore contro una squadra che prova sempre a giocare a hockey.  “Per uscire indenni dal PalaCastellotti servirà il miglior Sarzana possibile” dice il Presidente Maurizio Corona alla vigilia di un match tutt’altro che semplice. I sarzanesi, cinque vittorie su sei gare disputate, sono reduci dalla vittoria casalinga contro il Giovinazzo che li ha proiettati al terzo posto solitario, hanno fin qui impressionato per la costanza di rendimento durante questa prima parte di campionato. I lombardi, 10 punti in classifica, non hanno cambiato praticamente nulla rispetto all’anno scorso. La struttura che è la solita con un anno in più d’esperienza nella passata stagione ha conquistato una finale di Coppa Italia e una semifinale scudetto. Partita degli ex, nelle file sarzanesi spicca Domenico Illuzzi recordman di presenze nella storia dell’ Amatori moderno  con 340 presenze in nove stagioni,  in giallorosso, ha vestito la fascia da capitano e ha vinto tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane. Poi  Paolo De Rinaldis che ha guidato i lombardi alla conquista della Coppa Italia e alla Finale Scudetto nella stagione 2015-16, Altro ex Francesco De Rinaldis, cinque stagioni per lui in riva all’Adda, una Coppa Italia e una SuperCoppa conquistata, giocatore molto amato dalla tifoseria giallorossa e infine Sergio Festa tre stagioni con la maglia giallorossa e una Coppa Italia conquistata. Nelle file lodigiane  Pablo Najera, uno degli eroi della conquista della Coppa Italia a Forte dei Marmi della passata stagione, e Andrea Fantozzi, due i suoi campionati in rossonero. Le due squadre arrivano a questa sfida con due animi diversi, i Lodigiani sono reduci dalla sconfitta casalinga contro il Forte dei Marmi in cui però la formazione di Bresciani ha giocato alla pari della corazzata versiliese. I rossoneri dal successo casalingo contro il Giovinazzo in una partita non facile  portata in porto con maturità dalla formazione di Paolo De Rinaldis. Rossoneri con l’assenza di Tognacca assente per motivi di studio. (Nella foto Domenico Illuzzi  partita speciale per lui).   

Lodi-Sarzana è il recupero della seconda giornata, causato dall’indisponibilità del PalaCastellotti, ed arriva più di un mese dopo il calendario con due formazioni con una consapevolezza già cambiata. Serve un “Mercoledì da leoni” per uscire indenni dal PalaCastellotti, un palazzetto che in quattordici campionati di serie A1 ha regalato ai rossoneri solo due pareggi e tante sconfitte. Quello di mercoledì è un test che darà molte risposte. Sarzana arriva da un momento positivo, tolto il finale di primo tempo contro il Giovinazzo che è esattamente quello che i rossoneri non devono fare. Al PalaCastellotti ci si aspetta dai rossoneri una gara di spessore contro una squadra che prova sempre a giocare a hockey.  “Per uscire indenni dal PalaCastellotti servirà il miglior Sarzana possibile” dice il Presidente Maurizio Corona alla vigilia di un match tutt’altro che semplice. I sarzanesi, cinque vittorie su sei gare disputate, sono reduci dalla vittoria casalinga contro il Giovinazzo che li ha proiettati al terzo posto solitario, hanno fin qui impressionato per la costanza di rendimento durante questa prima parte di campionato. I lombardi, 10 punti in classifica, non hanno cambiato praticamente nulla rispetto all’anno scorso. La struttura che è la solita con un anno in più d’esperienza nella passata stagione ha conquistato una finale di Coppa Italia e una semifinale scudetto. Partita degli ex, nelle file sarzanesi spicca Domenico Illuzzi recordman di presenze nella storia dell’ Amatori moderno  con 340 presenze in nove stagioni,  in giallorosso, ha vestito la fascia da capitano e ha vinto tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane. Poi  Paolo De Rinaldis che ha guidato i lombardi alla conquista della Coppa Italia e alla Finale Scudetto nella stagione 2015-16, Altro ex Francesco De Rinaldis, cinque stagioni per lui in riva all’Adda, una Coppa Italia e una SuperCoppa conquistata, giocatore molto amato dalla tifoseria giallorossa e infine Sergio Festa tre stagioni con la maglia giallorossa e una Coppa Italia conquistata. Nelle file lodigiane  Pablo Najera, uno degli eroi della conquista della Coppa Italia a Forte dei Marmi della passata stagione, e Andrea Fantozzi, due i suoi campionati in rossonero. Le due squadre arrivano a questa sfida con due animi diversi, i Lodigiani sono reduci dalla sconfitta casalinga contro il Forte dei Marmi in cui però la formazione di Bresciani ha giocato alla pari della corazzata versiliese. I rossoneri dal successo casalingo contro il Giovinazzo in una partita non facile  portata in porto con maturità dalla formazione di Paolo De Rinaldis . “Per uscire indenni dal PalaCastellotti servirà il miglior Sarzana possibile – dice il presidente Corona – e, per non doversi leccare le ferite a fine partita, contro i giallorossi bisogna giocare senza paura, avere giocatori con gli attributi, cercando di giocare una gara  dove ciascuno dei nostri giocatori dovrà dimostrare le giuste motivazioni. Personalmente la squadra di Pierluigi Bresciani mi piace tantissimo, praticamente non ha cambiato niente dalla passata stagione disputando una finale di Coppa Italia e una semifinale scudetto.  E’ una squadra giovane e piena d’entusiasmo, sono tutti giovani di qualità e hanno un grandissimo portiere, uno dei migliori al mondo, come il nazionale argentino Valentin Grimalt. Mercoledì sarà molto complicato, l’ambiente del PalaCastellotti è un ambiente che condiziona molto, noi in quindici anni di serie A1 abbiamo strappato due soli pareggi e collezionato tredici sconfitte. Per fare risultato a Lodi – conclude Corona – bisogna giocare da squadra, sfruttare le poche occasioni che ci capiteranno ed essere attenti e concentrati in difesa. Dobbiamo andare a Lodi senza fare troppe riverenze e inchini e giocare da Sarzana, senza timore, noi stiamo crescendo a livello di qualità e di gruppo e possiamo fare ancora meglio. Il nostro credo è di giocarci ogni gara con la mentalità di poter vincere. Così è l’hockey di mister Paolo De Rinaldis: prepararsi bene, buone idee, abnegazione nella fase difensiva e la convinzione di potersela giocare sempre. Mister Paolo De Rinaldis fa eco al Presidente e dice – Andiamo a Lodi con la consapevolezza di affrontare una squadra molto molto forte, che tutte le partite che ha giocato ha sempre fatto delle prestazioni importanti, perdendo  con risultati molto risicati e con delle vittorie di prestigio come quella sulla pista del Vercelli. Quindi sappiamo bene le insidie – continua il mister rossonero – sappiamo bene  cosa ci aspetta e noi dobbiamo cercare di preparare la gara al meglio per affrontare questa squadra con la massima determinazione e la massima consapevolezza dei nostri mezzi rispettando l’avversario ma ovviamente senza timori reverenziali. Andiamo a Lodi di fatto al completo, mancherà solamente Tognacca per motivi di studio. Abbiamo avuto qualche problema fisico di qualche atleta che si sta risolvendo,  ci siamo allenati direi bene, i ragazzi sono consapevoli di avere una posizione di classifica importante e intendono mantenerla e per fare questo occorrerà una prestazione di assoluto livello. Ci saranno anche delle motivazioni particolari per alcuni di noi che torneranno a Lodi da ex – conclude De Rinaldis –  un posto dove in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno e dove ancora portano dei ricordi molto importanti; però questo fa parte dell’aspetto umano poi c’è lo sport, c’è la partita e di li si cercherà ovviamente di fare il massimo per far vincere i nostri colori, la nostra città e dare un ulteriore gioia ai nostri tifosi”    Servirà come ha detto mister Paolo De Rinaldis  il migliore Gamma Innovation per riuscire a contrastare la formazione dell’ Amatori Wasken Lodi che  ha fa proseguito il progetto di ringiovanimento della scorsa stagione che è stato di assoluto successo, conquistando un insperato secondo posto in Regular Season ed il duello a testa a testa contro il Forte dei Marmi in semifinale. Una squadra giovane che ha sempre più appassionato il pubblico lombardo, dando risultati già al primo anno. Conferme per 9 giocatori su 10. Valentin Grimalt e Riccardo Porchera come portieri, Morgan Antonioni, Pablo Najera, Filipe Fernandes, Alessandro Faccin, Andrea Fantozzi, Lorenzo Giovannetti e Liam Bozzetto gli esterni, in un momento storico dei giallorossi in cui tutti e questi sette esterni possono andare al gol, dimostrandolo per tutta la stagione. Serviva una punta e la scelta si è rivolta al modenese Davide Nadini, 24 anni, ex Valdagno. Pierluigi Bresciani è la mente indiscussa del progetto e confermare gli ottimi risultati della scorsa stagione sarà l’obiettivo stagionale. Un cantiere aperto che comunque sembra aver già trovato la sua dimensione, perchè la concorrenza dalla terza alla settima posizione sarà molto agguerrita ma questo Lodi potrebbe ambire a qualcosa di più. E’ la 31a sfida tra Sarzana e Amatori Lodi, ne sono state giocate 28 in campionato e 2 in Coppa Italia. In Coppa Italia una vittoria ciascuno, ed è proprio la gara di Coppa Italia di due stagioni orsono è la “partita del cuore” che brilla negli occhi dei tifosi rossoneri quando il 16 Aprile 2022 a Forte dei Marmi, battendo il Lodi dopo i supplementari, il Sarzana volava in finale della Coppa italia che avrebbe poi conquistato il giorno successivo. In regular season in campionato abbiamo 23 vittorie lodigiane, 2 pareggi e 3 vittorie rossonere. Anche il bilancio a Lodi pende tutto da una parte: 0 vittorie rossonere, 2 pareggi, 12 vittorie dell’Amatori Lodi. I rossoneri sino ad ora hanno reso vita difficile ai propri avversari, perdendo solo in casa del Trissino e vincendo solo una gara in trasferta, quella a Bassano una settimana fa. Contro il Giovinazzo un passo non così avanti come ci si poteva aspettare, ma la solidità del team rossonero risiede nella difesa perchè è la quarta miglior difesa dell’A1 dietro Forte, Trissino e Lodi mentre a livello offensivo manca il vero e proprio goleador (Olmos è il miglior scorer) ma i gol sono pesantissimi fino adesso, come ad esempio la doppietta di Illuzzi sabato scorso.  A Lodi da registrare  l’assenza di Tognacca assente per motivi di studio.

Il match si giocherà: 

Mercoledì 15 Novembre alle 20.45 al PalaCastellotti di Lodi

Arbitri: Joseph Silecchia di Giovinazzo (BA) e Mauro Giangregorio di Giovinazzo (BA)
DIRETTA YOUTUBE – Commento di Stefano Blanchetti

08/12/2023 - riproduzione riservata