Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION SARZANA, RIMONTA FANTASTICA: FIRMA IL SUCCESSO A 24 SECONDI DALLA FINE.

Il carattere di Gamma Innovation Sarzana doma l’Ubroker Bassano. Fantastica rimonta dei rossoneri che ribaltano dall’ 1-3 e dal 3-4 nel finale di partita.  I cinque minuti finali della formazione di Paolo De Rinaldis sono fantastici, i rossoneri pareggiano con Bruno Alonso poi Corona para un tiro diretto per l’espulsione dello stesso Alonso a Coy e resiste stoicamente nel power play conseguente. A 24 secondi dal suono della sirena ventesimo fallo dei veneti e tiro diretto per i rossoneri con cui Jeronimo Garcia fa secco Veludo con un pregevole alza e schiaccia e regala ai rossoneri la nona vittoria e il terzo posto in classifica generale. Ancora Davide Borsi sugli scudi, il capitano regala una prova suntuosa che suggella con le due reti messe a segno su  tiro di rigore in una stagione sino ad ora fantastica che lo ha già portato a segno in tredici occasioni.  Un successo meritato quello al “Vecchio Mercato’’ dove la squadra di Paolo De Rinaldis ha dimostrato di avere carattere da vendere, un team mai domo, anche quando il punteggio segnava un divario di due reti di scarto a favore dei veneti. I rossoneri sabato sera hanno compiuto un’impresa gettando il cuore oltre l’ostacolo, frutto di un carattere incrollabile e di una squadra mai doma come è l’hockey di mister Paolo De Rinaldis. A un minuto dalla fine un intervento a pallina lontana di Muglia su Facundo Ortiz scaraventava a terra il giocatore argentino che riportava una commozione celebrale con la perdita della memoria, portato all’ospedale di La Spezia, dopo la tac risultata negativa veniva dimesso in mattinata. (nella foto Bruno Alonso autore della rete del 4 a 4)


GAMMA INNOVATION H.SARZANA – UBROKER H.BASSANO 1954 = 5-4 (1-2, 4-2)

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Garcia J, Borsi (C), Festa, Ortiz – Alonso, Perroni, De Rinaldis F, Rispogliati, Bianchi – Allenatore Paolo De Rinaldis.

 UBROKER H.BASSANO 1954: Veludo, Scuccato, Coy, Muglia, Pozzato – Amato (C), Baggio, Geremia, Sgaria G, Bertuzzo – Allenatore Manuel Viterbo

Marcatori: 1t: 0’07” Muglia (B), 5’04” Borsi (rig) (S), 17’18” Muglia (tir.dir) (B) – 2t: 6’54” Muglia (B), 9’44” Borsi (rig) (S), 11’14” Garcia J (tir.dir) (S), 14’56” Baggio (B), 20’00” Alonso (S), 24’36” Garcia J (tir.dir) (S)

Espulsioni: 1t: 17’18” Alonso (2′) (S) – 2t: 21’52” Alonso (2′) (S)

Arbitri: Massimiliano Carmazzi di Viareggio (LU) e Edoardo D’Alessandro di Viareggio (LU)

Il carattere di Gamma Innovation Sarzana doma l’Ubroker Bassano. Fantastica rimonta dei rossoneri che ribaltano dall’ 1-3 e dal 3-4 nel finale di partita.  I cinque minuti finali della formazione di Paolo De Rinaldis sono fantastici, i rossoneri pareggiano con Bruno Alonso poi Corona para un tiro diretto per l’espulsione dello stesso Alonso a Coy e resiste stoicamente nel power play conseguente. A 24 secondi dal suono della sirena decimo fallo dei veneti e tiro diretto per i rossoneri con cui Jeronimo Garcia fa secco Veludo con un pregevole alza e schiaccia e regala ai rossoneri la nona vittoria e il terzo posto in classifica generale. Ancora Davide Borsi sugli scudi, il capitano regala una prova suntuosa che suggella con le due reti messe a segno su  tiro di rigore in una stagione sino ad ora fantastica che lo ha già portato a segno in tredici occasioni.  Un successo meritato quello al “Vecchio Mercato’’ dove la squadra di Paolo De Rinaldis ha dimostrato di avere carattere da vendere, un team mai domo, anche quando il punteggio, segnava un divario di due reti di scarto a favore dei veneti. I rossoneri sabato sera hanno compiuto un’impresa gettando il cuore oltre l’ostacolo, frutto di un carattere incrollabile e di una squadra mai doma come è l’hockey di mister Paolo De Rinaldis. A un minuto dalla fine un intervento a pallina lontana di Muglia su Facundo Ortiz scaraventava a terra il giocatore argentino che riportava una commozione celebrale con la perdita della memoria, portato all’ospedale di La Spezia, dopo la tac risultata negativa veniva dimesso in mattinata.  “Partita non adatta ai deboli di cuore ma certe gioie, l’adrenalina di una vittoria come questa ti ripagano di tutti i sacrifici che giornalmente fai commenta un emozionatissimo presidente Maurizio Corona a fine partita – “Siamo stati fantastici, emozionanti, abbiamo dimostrato quanto siamo forti, un successo che ha fatto capire che se sei in difficoltà o fai una partita di cuore oppure affondi e noi oggi abbiamo fatto vedere il nostro carattere e cosa significa giocare da Sarzana. Per quanto riguarda i ragazzi più giovani sicuramente è stata un’esperienza fantastica che li farà crescere e forgerà ancor più il loro carattere– continua Corona – e allora ringrazio i mie ragazzi tutti in ugual modo, il mister,  ma in primis voglio ringraziare i protagonisti principe di questa rimonta il gruppo degli  incessanti; i nostri tifosi hanno preso per mano la squadra, anche sul 3 a 1 a nostro sfavore non hanno mai smesso un attimo di cantare, sono stati loro ad indicarci la strada per compiere questa fantastica impresa. Abbiamo rimontato contro una squadra attrezzata come il Bassano – continua il Presidente – una squadra che ci aveva battuto già due volte in questa stagione e ci siamo presi una bella rivincita. Però ora guardiamo avanti, il capitolo Bassano è chiuso, a Sarzana giovedì arrivano gli spagnoli del Noia per il primo turno di Champions League e quella è una partita dove dobbiamo gettare il cuore oltre l’ostacolo per il valore della manifestazione e per il valore degli avversari. Alla squadra perciò come sempre chiedo basso profilo e al pezzo che abbiamo la champions league da giocare e una città da rappresentare”. Poi il Presidente conclude ritornando a parlare dello scontro Muglia – Ortiz che ha mandato all’ospedale l’argentino.  Lo spavento è stato tantissimo, vedere un ragazzo sdraiato sulla barella che aveva perso conoscenza e che veniva  portato con l’ambulanza in neurologia a La Spezia mi ha scosso. Lo scontro è stato filmato e verrà spedito al giudice sportivo e noi umilmente ci rimettiamo nelle mani del giudice” Ma veniamo alla cronaca della gara mister Miguel Viterbo, si presenta al Vecchio Mercato con l’organico al gran completo e  schiera il suo starting-five titolare con Scuccato e Coy assieme alla coppia d’attacco composta da Muglia e Pozzato con Veludo  a difesa della porta e a disposizione il capitano Amato, Baggio, Sgaria, Geremia e il secondo portiere Bertuzzo. Paolo De Rinaldis risponde con Corona, Facundo Ortiz, Borsi, Jeronimo Garcia e Festa. Bassano parte fortissimo e passa in vantaggio dopo 7 secondi, Marc Coy lascia partire una conclusione dalla sua metà pista, la sfera rimbalza sulla tavola dietro la porta di Corona e torna in pista, la raccoglie Muglia indisturbato davanti alla porta e la deposita alle spalle di Corona. Al 5’ Facundo Ortiz si invola verso la porta e viene stretto a sandwich da Pozzato e Scuccato e cade a terra, l’arbitro Carmazzi decreta il tiro diretto a favore dei rossoneri senza cartellino blu. Si incarica della battuta Sergio Festa il tiro diretto passa a lato della porta difesa da Veludo ritorna sulla stecca di Festa il quale non riesce a concludere a rete perché travolto dall’arrivo di Pozzato. L’arbitro Carmazzi decreta il tiro di rigore si incarica della battuta Borsi che batte Veludo riportando il risultato in parità. Partita con ritmi altissimi, il Bassano commette moltissimi falli di squadra. Rientra in pista Francesco De Rinaldis dopo il lungo stop. Al 7’,45” Jeronimo Garcia si divora il possibile vantaggio tutto solo davanti a Veludo. Al 17’,18” Bassano di nuovo in avanti, Alonso aggancia Scuccato, cartellino blu per l’attaccante rossonero e tiro diretto a favore della formazione di Viterbo. Si incarica della battuta Muglia, la sua conclusione è chirurgica e batte Corona riportando in vantaggio la formazione bassanese. Sarzana reagisce con veemenza trascinata dalla curva e a 3’,44” dal termine Bassano commette il decimo fallo di squadra. Va alla battuta Facundo Ortiz che si vede murare la propria conclusione da Veludo. Ancora occasioni da una parte e dall’altra sino al suono della sirena che manda le due squadre negli spogliatoi con il punteggio di 2 a 1 a favore della formazione Veneta. Nel secondo tempo, le due squadre partono a mille e dopo 3’,45” i rossoneri commettono il decimo fallo di squadra che consente a Muglia di giocare un altro tiro libero, ma Corona glielo para due volte, visto che gli arbitri ordinano la ripetizione. L’appuntamento con la tripletta per il “bomber”  viareggino è solo rimandata di 3’ infatti al  6’,54” Muglia scende sulla destra e quando arriva al vertice dell’area lascia partire un diagonale rasoterra che colpisce il palo e si insacca sulla destra della porta difesa  da Corona. Al 9’,44” rigore per i padroni di casa Muglia spinge a terra Facundo Ortiz in area di rigore e gli arbitri non hanno dubbi e concedono il penalty che Borsi trasforma portando il parziale sul 3 a 2. All’ 11’,14” quindicesimo fallo di squadra della formazione veneta e tiro diretto per i rossoneri, si incarica della battuta Jeronimo Garcia che batte Veludo riportando il risultato in parità. Al 14’,56”  Bassano si riporta in vantaggio, capitan Amato lascia partire una sassata dal centro pista che trova la deviazione aerea del giovane Baggio, buona la partita della punta del Bassano. Al 20’ Sarzana trova il pareggio con una rete fotocopia di quella veneta, fucilata di Borsi dalla sua metà pista e deviazione volante di Bruno Alonso. Il pubblico è in visibilio, Corona sale in cattedra e para tutto al 21’,52” Bruno Alonso commette un pasticcio agganciando Marc Coy nella propria metà pista. Tiro diretto affidato allo stesso Marc Coy che si lascia stregare da Corona che poi si esalta nel susseguente power play. A un minuto dalla fine il fattaccio che porta Facundo Ortiz in ospedale. Poi a 24 secondi dal suono della sirena finale ventesimo fallo di squadra della formazione bassanese e tiro diretto per i sarzanesi. Si incarica della battuta ancora Jeronimo Garcia, la palla pesa come un macigno, ma Garcia parte sicuro e con un delizioso alza e schiaccia batte Veludo regalando la vittoria ai sarzanesi.  Finisce con Sarzana in tripudio totale, per una serata meravigliosa. Prossimo incontro Giovedì 26 Gennaio al Vecchio Mercato nella prima giornata di Champions League contro gli spagnoli  del Noia.

08/02/2023 - riproduzione riservata