Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION SARZANA ILLUDE NEL PRIMO TEMPO POI CROLLA NELLA RIPRESA.

La storia si è ripetuta come nella gara d’andata, Gamma Innovation Hockey Sarzana ha buttato al vento la vittoria. Il Consorzio Maremmano Cave Follonica mette sul banco tutti i suoi assi ribaltando il match in cinque minuti e mezzo e portandosi a casa, a quattro giornate dal termine, il terzo posto, sempre a pari punti con i rossoneri, ma avendo il favore nello scontro diretto. Come all’andata i rossoneri hanno imbrigliato il Follonica ma soltanto fino a pochi minuti dalla conclusione della partita, non riuscendo però a chiuderla. Una sconfitta amara quella incassata dai rossoneri nell’importantissima sfida del ’Capannino’ che ha messo di fronte le dirette concorrenti al terzo posto. I sarzanesi dopo aver chiuso in vantaggio 3 a 1 la prima frazione di gioco e difeso il vantaggio fino a 9 minuti dal termine si sono fatti colpire ripetutamente dai padroni di casa che sembravano ormai avvolti dal gioco della formazione di Paolo De Rinaldis, abile a gestire le situazioni e sorretta dal portiere Simone Corona. Pesa a carico dei rossoneri, come in ogni trasferta a Follonica, un arbitraggio “chirurgicamente casalingo” che nella seconda parte di gara ha indirizzato la gara verso la vittoria dei maremmani  concedendo ai padroni di casa 3 tiri di prima, con due espulsioni molto opinabili, oltre al rigore concesso nel primo tempo. (Photo by Elisa Premoli)


CONSORZIO MAREMMANO CAVE FOLLONICA – GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA = 5-3 (1-3, 4-0)

CONSORZIO MAREMMANO CAVE FOLLONICA: Barozzi, Montigel, Banini D, Pagnini M, Banini F – Pagnini F (C), Buralli, Bonarelli, Maldini, Mugnaini – All. Silva

GAMMA INNOVATION HOCKEY SARZANA: Corona, Garcia J, Borsi (C), Ortiz, De Rinaldis F – Olmos, Illuzzi, Festa, Tognacca, Venè – All. De Rinaldis P

Marcatori: 1t: 10’40” Ortiz (SAR), 16’38” Garcia J (SAR), 16’47” Pagnini M (FOL), 24’17” Garcia J (tir.dir) (SAR) – 2t: 16’23” MontigeL (FOL),  18’44” Banini F (FOL), 22’07” Pagnini M (sup.num) (FOL), 22’39” Banini F (tir.dir) (FOL)

Espulsioni: 2t: 12’03” Borsi (2′) (SAR), 20’16” Olmos (2′) (SAR)

Arbitri: Alfonso Rago di Giovinazzo (BA) e Cristiano Parolin di Bassano (VI)

 

La storia si è ripetuta come nella gara d’andata, Gamma Innovation Hockey Sarzana ha buttato al vento la vittoria. Il Consorzio Maremmano Cave Follonica mette sul banco tutti i suoi assi ribaltando il match in cinque minuti e mezzo e portandosi a casa, a quattro giornate dal termine, il terzo posto, sempre a pari punti con i rossoneri, ma avendo il favore nello scontro diretto. Come all’andata i rossoneri hanno imbrigliato il Follonica ma soltanto fino a pochi minuti dalla conclusione della partita, non riuscendo però a chiuderla. Una sconfitta amara quella incassata dai rossoneri nell’importantissima sfida del ’Capannino’ che ha messo di fronte le dirette concorrenti al terzo posto. I sarzanesi dopo aver chiuso in vantaggio 3 a 1 la prima frazione di gioco e difeso il vantaggio fino a 9 minuti dal termine si sono fatti colpire ripetutamente dai padroni di casa che sembravano ormai avvolti dal gioco della formazione di Paolo De Rinaldis, abile a gestire le situazioni e sorretta dal portiere Simone Corona. Pesa a carico dei rossoneri, come in ogni trasferta a Follonica, un arbitraggio “chirurgicamente casalingo” che nella seconda parte di gara ha indirizzato la gara verso la vittoria dei maremmani  concedendo ai padroni di casa 3 tiri di prima, con due espulsioni molto opinabili, oltre al rigore concesso nel primo tempo. “La squadra mi è piaciuta molto, specialmente nella prima parte della gara dove abbiamo giocato divinamente commenta il Presidente Maurizio Corona (non presente al Capannino) a fine partita – peccato per il risultato finale che non rappresenta lo specchio della partita. Nel finale del secondo tempo abbiamo subito un calo evidente, ma certamente non ci hanno aiutato anche alcune decisioni non proprio felici della coppia arbitrale e un ambiente creato a doc con i giocatori e la panchina locale che per tutta la partita hanno alzato la voce verso gli arbitri e verso la nostra squadra. Comunque sono contento della prestazione della mia squadra, è una sconfitta che brucia ma sono convinto che nulla sia finito.” Fa eco al Presidente mister Paolo De Rinaldis intervistato da Enrico Giovanelli al termine della gara “Una bella prestazione che purtroppo non ci regala punti, c’è da recriminare che a nove minuti dalla fine vincere 3 a 1 in una pista che sappiamo essere tra le più difficili d’Italia significa aver giocato una partita importante.  Dopo si è alzato un certo tipo di agonismo, qualche nostro giocatore un po’  meno esperto ha sofferto questo tipo di atteggiamento. Questa non è una critica ma una valutazione secondo me oggettiva dal mio punto di vista – conclude il mister –  Per quello che riguarda il Follonica ha fatto la sua partita, non trovo forse giusto questo risultato, forse magari un pareggio per quello che si è visto in pista sarebbe stato più giusto, però prendiamo questo e ci portiamo a casa delle cose positive e delle cose negative  su cui cercheremo di lavorarci ulteriormente”  Una sfida infinita quella tra Gamma Innovation e Consorzio Maremmano Cave Follonica con gli ultimi dieci minuti dove i padroni di casa ribaltano la sfida vincendo con il punteggio 5 a 3. Una partita che al 16’ della ripresa stava perdendo con il risultato di 3 a 1. L’asse Montigel e Francesco Banini pareggia i conti dal 16° al 18° minuto, poi ritorna il Follonica infallibile in superiorità numerica con Marco Pagnini e sul tiro diretto di Francesco Banini. Tre punti d’oro meritati per caparbietà ma sicuramente supportati da alcune decisioni della coppia arbitrale. Mister Sergio Silva si presenta al Capannino al gran completo e schiera nello starting five iniziale Barozzi, Montigel, Davide Banini, Marco Pagnini, Francesco Banini con a disposizione il secondo portiere Mugnaini, capitan Federico Pagnini, Buralli, Bonarelli, Maldini.  Paolo De Rinaldis risponde con il solito quintetto Corona, De Rinaldis , Garcia, Borsi, Ortiz. In panchina insieme a Venè, Illuzzi, Olmos, Tognacca e Festa. Pubblico delle grandi occasioni al Capannino  di Follonica e clima incandescente per una partita che vale il terzo posto nella classifica provvisoria della regular season. Un vero peccato per i rossoneri aver sprecato la ghiotta occasione di tenersi alle spalle un avversario impegnativo come il Follonica che ha ripreso al volo una partita che sembrava persa. Le due squadre sono adesso affiancate sul terzo gradino del podio ma i maremmani hanno il vantaggio di aver vinto entrambe le partite.  Dopo una fase di studio al 10’40” i rossoneri si portano in vantaggio : Facundo Ortiz scappa a Davide Banini e si presenta tutto solo davanti a Barozzi che para la prima conclusione ma nulla può sulla ribattuta.  Al 16’38”  raddoppio dei Sarzanesi, contropiede orchestrato da Illuzzi che libera Jeronimo Garcia davanti a Barozzi lo batte  portando il parziale sul 2 a 0. Passano nove secondi e Marco Pagnini con uno slalom si beve tutta la difesa rossonera e si presenta tutto solo davanti a Corona e mette la sfera all’incrocio dei pali per la rete del 2 a 1. A 2’,21” dalla fine della prima frazione di gioco Ortiz strattona in area Davide Banini e l’arbitro Rago non ha dubbi e concede il tiro di rigore. Si occupa della battuta Buralli ma la sua conclusione finisce a lato della porta difesa da Corona. A 30” dal suono della sirena decimo fallo dei padroni di casa che manda Jeronimo Garcia alla battuta del tiro diretto, la sua conclusione è letale, batte Barozzi  e porta il punteggio sul 3 a 1, parziale con cui termina il primo tempo. Nella ripresa il Follonica a piccoli passi recupera  terreno con caparbietà ma anche grazie a decisioni molto dubbie dei direttori di gara. Al 12’03” un fallo di squadra di Borsi viene punito con il cartellino blu da parte dei direttori di gara. Va alla battuta del tiro diretto Davide Banini, la prima conclusione è al lato  di Corona, ma gli arbitri vedono un infrazione da parte del portiere rossonero e fanno ribattere. Nella seconda battuta Corona si supera e para la conclusione diretta di Davide Banini. Poi i rossoneri resistono al power play susseguente.  Al 16’23”  i maremmani trovano la rete, una conclusione dalla distanza di Montigel trova forse la deviazione di Bonarelli e si insacca alle spalle di Corona.  Al 18’44”  pareggio della formazione maremmana, Francesco Banini parte dalla destra, elude la marcatura di Garcia e da cinque metri fuori dall’area lascia partire una conclusione che si insacca alle spalle di Corona. Al 20’16” “vergognoso” tiro diretto inflitto contro i rossoneri, i direttori di gara vedono una manata (forse punibile con un semplice fallo di squadra) di Olmos ai danni di Montigel. Tiro diretto a favore del Follonica si incarica ancora della battuta Davide Banini ma la sua conclusione prende il palo e finisce a lato. A 9” secondi dalla fine del power-play una disattenzione in uscita mette Marco Pagnini tutto solo davanti a Corona che lo batte portando il Follonica in vantaggio. Nel finale al 22’,39” Francesco Banini batte Corona sul tiro diretto concesso per il decimo fallo e chiude la partita. Il suono della sirena sancisce la vittoria del Follonica con il punteggio di 5 a 3. La prossima gara è ancora più difficile: sabato al Vecchio Mercato arriva la capolista Forte dei Marmi.  

16/04/2024 - riproduzione riservata