Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION SARZANA “IL COLPO DEI COLPI” ARRIVA DOMENICO ILLUZZI.  

“Voglio riempire il Vecchio Mercato ogni sabato”. Il diktat il presidente l’ha lanciato nel momento della presentazione. “Il colpo dei colpi” alla corte del Gamma Innovation Sarzana arriva uno dei più forti giocatori italiani dell’ultimo decennio: quel Domenico Illuzzi che per anni ha fatto sognare i tifosi dell’ Amatori Wasken Lodi  e che adesso, dopo due anni passati alla corte del Forte dei Marmi, giocherà al Vecchio Mercato nel Gamma Innovation Hockey Sarzana. Carriera ricca di gol, squadre e successi per Domenico Illuzzi, trentaquattro anni, che vestirà la maglia numero nove del Gamma Innovation 2023/2024. Cresciuto hockeysticamente al Giovinazzo, ha giocato un anno al Seregno prima di tornare in biancoverde. Dal 2012 al 2021 ha indossato la maglia del Lodi, di cui è stato anche Capitano: in giallorosso ha vinto tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane. Con la nazionale italiana invece ha vinto i Campionati Europei di Alcobendas nel 2014. “Domenico Illuzzi rappresenta per Sarzana quello che calcisticamente ha rappresentato l’acquisto di Baggio per il Brescia, spero che Domenico come il “divin codino” a Brescia ci regali emozioni e successi ” ha dichiarato il Presidente Maurizio Corona. (nella foto Domenico Illuzzi con la maglia del Gamma Innovation Hockey Sarzana).


“Voglio riempire il Vecchio Mercato ogni sabato”. Il diktat il presidente l’ha lanciato nel momento della presentazione. “Il colpo dei colpi” alla corte del Gamma Innovation Sarzana arriva uno dei più forti giocatori italiani dell’ultimo decennio: quel Domenico Illuzzi che per anni ha fatto sognare i tifosi dell’ Amatori Wasken Lodi  e che adesso dopo due anni passati alla corte del Forte dei Marmi invece giocherà al Vecchio Mercato nel Gamma Innovation Hockey Sarzana. Carriera ricca di gol, squadre e successi per Domenico Illuzzi, trentaquattro anni, che vestirà la maglia numero nove del Gamma Innovation 2023/2024. Il nove che è il suo numero praticamente da sempre, da quando bambino ha deciso che con i pattini ai piedi avrebbe fatto la differenza. Il nove che poi a Lodi era diventato un’istituzione abbinata alla fascia  di capitano per diventare, a suon di gol,  automaticamente leggenda del popolo giallorosso. Il nove di Domenico Illuzzi che da lunedì sera ha cominciato la sua stagione in maglia rossonera. Cresciuto hockeysticamente al Giovinazzo, ha giocato un anno al Seregno prima di tornare in biancoverde. Dal 2012 al 2021 ha indossato la maglia del Lodi, di cui è stato anche Capitano: in giallorosso ha vinto tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane. Poi le ultime due stagioni a Forte dei Marmi. Con la nazionale italiana invece ha vinto i Campionati Europei di Alcobendas nel 2014. “Quando abbiamo ingaggiato Joaquin Olmos, sui social volevo fare un post con la canzone di Luciano Ligabue “il meglio deve ancora venire” ma poi tutti avrebbero scoperto il nostro vero obiettivo, perchè Domenico Illuzzi – dichiara il presidente Corona – è stato subito un obiettivo concreto societario dopo la decisione della società Forte dei Marmi di non rinnovargli l’accordo contrattuale per la prossima stagione. Domenico Illuzzi rappresenta per Sarzana quello che calcisticamente rappresentò l’acquisto di Baggio per il Brescia, spero che Domenico come il “divin codino” a Brescia ci regali emozioni e successi.  Abbiamo confermato la rosa della passata stagione che è arrivata quinta alla fine della regular season continua Corona – abbiamo  acquistato Olmos che da tutti è definito l’astro nascente dell’ hockey mondiale e quando ci è capitata l’occasione di rafforzare ancora l’attuale rosa per provare a regalare alla Città di Sarzana un Campionato di Serie A1 da protagonisti non ci  siamo fatti scappare l’occasione, di portare il “fuoriclasse” giovinazzese a Sarzana. Il valore dell’atleta e l’esperienza di Domenico Illuzzi non si discutono basti ricordare  quello che ha fatto con la maglia lodigiana. E’ un grande campione e per noi sarà certamente motivo di vanto il fatto che possa indossare la nostra maglia. La trattativa è stata subito messa in discesa grazie all’ apporto di Sergio Festa con cui aveva giocato a Lodi e di cui è molto amico e di Paolo De Rinaldis che Domenico aveva avuto a Lodi come allenatore con cui vinse una Coppa Italia. Sono certo – conclude Corona – che Domenico diventerà presto un beniamino dei nostri tifosi.

Queste le prime parole di Domenico Illuzzi da giocatore rossonero:

Cosa ti ha spinto a venire a Sarzana?  Io e la mia compagna ci siamo trovati molto bene a vivere in questa zona e volevamo rimanere qui, quando poi il presidente Corona mi ha fatto la corte non ho esitato neanche un secondo e abbiamo trovato da subito l’accordo. Conosco la piazza di Sarzana e so quanto potrò dare a questa squadra, come la squadra potrà fare del bene a me.

Hai giocato per obiettivi di vertice arrivi a Sarzana dove sicuramente non saranno quelli da squadra di vertice cosa ti aspetti da questa stagione? “ Per me gli obiettivi di quest’anno, con l’organico che abbiamo, sono di vertice. Partiamo svantaggiati rispetto ad altri organici che sono stellari, ma sicuramente diremo la nostra.

Conosci i tuoi nuovi compagni e l’allenatore cosa ti aspetti da loro?

“Conosco praticamente tutti tra allenatore e giocatori, questo è sicuramente un punto a favore sia per me che per la squadra in generale. Mi aspetto un gruppo coeso e felice di stare insieme, tanta qualità, tanta serietà e voglia di lavorare per poter ambire al posto più in alto in classifica”.

Cosa vuoi dire ai tuoi nuovi tifosi e al gruppo degli Incessanti ?

“Ai tifosi e agli Incessanti voglio dire che avremo bisogno del loro appoggio dal primo all’ultimo giorno di campionato, e se questo avverrà, come sono sicuro, potremmo ambire a toglierci tante soddisfazioni insieme.”

Dice di lui Pino Marzella, il miglior giocatore italiano di tutti i tempi che ha forgiato ed allenato Domenico Illuzzi per tantissime stagioni sia a Giovinazzo che a Lodi:  

“Sarzana ha fatto un grande acquisto, ha avuto un’ottima intuizione. Domenico è in grado di far girare una squadra intorno a lui, ha un carattere davvero incredibile come tutti noi meridionali, addirittura nella difficoltà riusciamo a dare il meglio di noi stessi quindi penso che avrete, tutti i ragazzi, tutta la squadra una base importante al quale appoggiarsi e soprattutto nella costruzione del gioco perché io lo ritengo ancora un giocatore fondamentale nell’organizzazione del gioco di una squadra di alto livello”.

Ora lasciamo che sia la pista a dare le sue sentenze

16/04/2024 - riproduzione riservata