Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION REGALA EMOZIONI, IL LODI CADE AL POLIVALENTE.

Il Sarzana c’è vince una gara dalle mille emozioni. Cambiano uomini e spartiti ma l’atteggiamento di gruppo e il carattere rossonero non delude le aspettative e anche contro l’ Amatori Wasken Lodi è arrivato il successo. Prestazione di valore assoluto dei rossoneri che incassano lo svantaggio, ma ribaltano il Lodi e chiudono 2 a 1 cogliendo la seconda vittoria consecutiva. Battuta la squadra vice campione d’Italia in un Vecchio Mercato strabordante di tifo. Incredibile, bellissimo: Amatori Wasken Lodi che segnata la rete del vantaggio è impossibilitato ad andare a rete, perché un super Simone Corona diventa insuperabile, parando tutto. Di fronte alla squadra lodigiana, una squadra giovane e zeppa di qualità, i rossoneri giocano tutti al mille per cento dimostrando di essere all’altezza dei quotati avversari e aggiungono tre importanti mattoncini nella corsa alla salvezza. “Cerco di vivere alla giornata. Qualche sotuttoio adesso ci dirà che giocheremo per qualcosa di importante ma il nostro obiettivo primario è la salvezza. Non lo dico perché devo dirlo ma perché lo penso. Abbiamo una squadra giovane e rinnovata per sei decimi e tutte le partite le dobbiamo conquistare centimetro dopo centimetro, contro Lodi oggi abbiamo vinto da grande squadra ma da domani bisogna rimettersi al lavoro con umiltà” dice un emozionatissimo Presidente Corona al termine della gara. (nella foto di Vincenzo Gianfranchi Simone Corona l’ “hombre del partido” para il rigore al portoghese Fernandes).


GAMMA INNOVATION H. SARZANA – AMATORI WASKEN LODI = 2-1 (1-1, 1-0)

GAMMA INNOVATION H. SARZANA: Corona, Borsi, Garcia J, Ortiz, Festa – Alonso, De Rinaldis, Perroni, Rispogliati, Bianchi – Allenatore: Paolo De Rinaldis

AMATORI WASKEN LODI: Grimalt, Giovannetti, Faccin, Najera, Antonioni – Fernandes, Barbieri, Fantozzi, Bozzetto, Porchera – Allenatore: Pierluigi Bresciani

Marcatori: 1t: 4’18” Antonioni (L), 15’18” De Rinaldis (S) – 2t: 11’36” Ortiz (S).                                                                                           

Espulsioni: 1t: Borsi Davide (S) – 2t: 21’18” Antonioni (L) 21’18”, Garcia J (S), 22’06” Najera (L)
Arbitri: Matteo Galoppi di Follonica (GR) e Daniele Moretti di Follonica (GR)

 

Il Sarzana c’è vince una gara dalle mille emozioni. Cambiano uomini e spartiti ma l’atteggiamento di gruppo e il carattere rossonero non delude le aspettative e anche contro l’ Amatori Wasken Lodi è arrivato il successo. Prestazione di valore assoluto dei rossoneri che incassano lo svantaggio, ma ribaltano il Lodi e chiudono 2 a 1 cogliendo la seconda vittoria consecutiva. Battuta la squadra vice campione d’Italia in un Vecchio Mercato strabordante di tifo. Incredibile, bellissimo: Amatori Wasken Lodi che segnata la rete del vantaggio è impossibilitato ad andare a rete, perché un super Simone Corona diventa insuperabile, parando tutto. Di fronte alla squadra lodigiana, una squadra giovane e zeppa di qualità, i rossoneri giocano tutti al mille per cento dimostrando di essere all’altezza dei quotati avversari e aggiungono tre importanti mattoncini nella corsa alla salvezza. “Cerco di vivere alla giornata. Qualche “sotuttoio” adesso ci dirà che giocheremo per qualcosa di importante ma il nostro obiettivo primario è la salvezza. Non lo dico perché devo dirlo ma perché lo penso. Abbiamo una squadra giovane e rinnovata per sei decimi e tutte le partite le dobbiamo conquistare centimetro dopo centimetro, contro Lodi oggi abbiamo vinto da grande squadra ma da domani bisogna rimettersi al lavoro con umiltà. Dobbiamo rimanere focalizzati sulla salvezza. Dobbiamo mantenere la barra dritta sull’unico obiettivo, ovvero salvarci, perché altrimenti significa che non abbiamo capito niente. Dobbiamo tenere i piedi per terra. Però non siamo sordi o ciechi, ascoltiamo e vediamo questa situazione e ne godiamo, ma è una situazione parziale. Quando sarà totale allora sarò il primo a gioirne, ma serve tranquillità dice un emozionatissimo Presidente Corona al termine della gara che poi continua i ragazzi hanno giocato con la testa libera come piace a me, credendo fin dall’inizio di poter sconfiggere il Lodi  allenato magistralmente da Pier Luigi Bresciani. Penso che da stasera possiamo dire con forza che siamo una squadra con la S maiuscola e che quando vorranno batterci dovranno almeno chiederci il permesso. Ora ancor più di prima dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa e giocare tutte le partite con il cuore Sarzana, continuando a tenere un profilo basso e non dando nulla di scontato a partire da Bassano martedì dove incontreremo una grande squadra. Poi il Presidente chiude parlando del pubblico Sono contentissimo di aver rivisto un Vecchio Mercato pieno, ringrazio immensamente i ragazzi della curva “Gabriele Milani”, che non hanno smesso un istante di cantare sono stati fantastici. Prima della lunga sosta per il mondiale abbiamo  ancora due appuntamenti tra le mura amiche, martedì ci aspetta la trasferta di Bassano, per poi tornare mercoledì 5 Ottobre al Centro Polivalente contro il Grosseto dove sono in palio punti pesanti. Il Vecchio Mercato dovrà essere ancora un “inferno”, perciò chiedo a tutti i tifosi di sostenere la squadra e di essere il sesto uomo in pista come hanno fatto nella partita contro il Lodi. AL PRESIDENTE Corona qualche lacrima sarà scesa sicuramente. La gioia immensa che i suoi ragazzi gli hanno regalato battendo l’ Amatori Wasken Lodi non ha prezzo. Essere al comando anche se solamente dopo due giornate della classifica a punteggio pieno ha un grandissimo valore sportivo ed emotivo per tutta la città. Quello che i rossoneri hanno dimostrato ieri sera è di essere una squadra capace di qualunque impresa. Al “Polivalente’’ si è visto un gruppo che voleva ardentemente questa vittoria. Tutti bravissimi ma una nota di merito particolare va riconosciuta a Simone Corona. Dopo essere stato beffato da Antonioni ad inizio gara, ha tirato giù la saracinesca e ha parato l’imparabile. Ma veniamo alla cronaca della gara mister Pierluigi Bresciani, arriva al Centro Polivalente con l’organico al gran completo e  schiera il suo starting-five titolare con Antonioni e Giovannetti assieme alla coppia d’attacco composta da Najera e Faccin con Grimalt a difesa della porta e a disposizione Fernandes, Barbieri, Fantozzi, Bozzetto  e il secondo portiere Porchera. De Rinaldis risponde con il quintetto base già schierato a Valdagno: Corona, Borsi, Garcia, Ortiz e Festa. Nel primo tempo la squadra di mister Bresciani è magistrale, senza sbavature. I primi 10 minuti sono infatti appannaggio quasi ininterrotto dei Lodigiani mentre, da parte rossonera i tentativi di impensierire Grimalt sono ben pochi. Al 4’, 18” Lodi in vantaggio Giovannetti per Antonioni il quale si presenta in area da sinistra e lascia partire un tiro accompagnato che carambola su Corona e finisce in rete.  Rossoneri che reagiscono alle rete ospite trascinati da capitan Borsi e al 15’,18” Garcia serve De Rinaldis che si beve l’ex Fantozzi e mette la sfera alle spalle di Grimalt con un “golasso” che vale da solo il prezzo del biglietto. La partita diventa bella e i portieri salgono sugli scudi. Al 21’ 03”  Borsi aggancia Antonioni e Galoppi non esita a mandarlo in panca puniti e a concedere il tiro diretto alla formazione Lodigiana. Si incarica della battuta Najera ma Corona gli toglie con la racchetta la palla dalla stecca e sul power-play susseguente è miracoloso in un paio di occasioni. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con il punteggio di 1 a 1. Ripresa non adatta ai deboli di cuore. Il Lodi all’inizio parte deciso a riconquistare il vantaggio e Corona si supera in tre occasioni. I rossoneri nella seconda parte di gara scendono in pista decisamente con più grinta, rispetto alla prima frazione di gioco e la partita diventa entusiasmante.  Al 9’,33” Facundo Ortiz ruba palla a Giovannetti e si lancia tutto solo verso la porta di Grimalt arriva Barbieri da dietro che lo stende in area. Rigore ineccepibile, si incarica della battuta Garcia ma Grimalt si supera e para. Sarzana si fa sempre più pericolosa e all’ 11’36” trova la rete del vantaggio, Garcia lascia partire una fucilata che Facundo Ortiz è lesto a deviare alle spalle di Grimalt. Sul vantaggio rossonero la partita si infiamma e a 8’,49” dal termine Sarzana ha la palla per portarsi a + 2 quando gli arbitri fischiano il decimo fallo alla formazione lodigiana, si incarica della battuta Festa ma Grimalt è prodigioso e tiene in partita i suoi, che a 4’,26” dal termine hanno la ghiotta occasione per pareggiare quando gli arbitri concedono un tiro di rigore per un fallo di Borsi su Fantozzi. Si incarica della battuta il portoghese Fernandes ma Corona è monumentale e respinge. Poco dopo gli arbitri mandano Antonioni e Garcia in panca puniti per reciproche scorrettezze. A 2’,54” dal termine la grande occasione per i rossoneri per chiudere la gara quando Najera schiaccia alla sponda Facundo Ortiz e viene punito con il cartellino blu. Si incarica della battuta del tiro diretto Bruno Alonso ma Grimalt sventa. In inferiorità numerica i Lodigiani hanno la doppia clamorosa occasione per pareggiare: Fantozzi si invola tutto solo davanti a Corona che para, sulla ribattuta la pallina va a Faccin che batte deciso a rete ma Corona si supera e respinge.  L’ultimo minuto il pubblico del Vecchio Mercato è tutto in piedi ad accompagnare i suoi eroi al suono della sirena e poi decreta il giusto tributo alla squadra di Paolo De Rinaldis che batte 2 a 1 il Lodi e scrive un’altra bella pagina nella storia hockeistica della città.  Nel prossimo turno di Martedì 27 Settembre i rossoneri saranno impegnati in veneto contro il Bassano.

03/12/2022 - riproduzione riservata