Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION PERDE DI MISURA AD ALCOY COMPLICE UN ARBITRAGGIO TROPPO CASALINGO.

Sarzana perde di misura in Spagna nell’andata degli ottavi di Wse Cup ma esce a testa alta dopo aver giocato un’ottima partita. Gamma Innovation Sarzana  ha tenuto testa ai valenciani del Pas Alcoi per tutta la gara, uscendo con una minima sconfitta di 4-3. Joaquin Olmos sugli scudi con due reti che serviranno poi per cercare la vittoria nel catino del PalaTerzi il 20 gennaio, un’impresa che è nelle corde della squadra di Paolo De Rinaldis.  Ottima la prestazione dei rossoneri che lasciano aperte le porte della qualificazione.  Parliamo di una gara purtroppo rovinata da un arbitraggio non all’altezza, si incontravano due buone squadre, che stanno facendo bene nei rispettivi campionati, sarebbe stata una bella partita e lo è stata per certi versi, le squadre si sono affrontate a viso aperto, ma la sfida è stata palesemente condizionata da errori arbitrali clamorosi. Ora testa e cuore a sabato 20 gennaio, per la gara di ritorno al Vecchio Mercato  dove i rossoneri preparano “la remuntada”. Tutto il Centro Polivalente esaurito e una grande atmosfera dovrà essere il clima che la società  preparerà per compiere l’impresa. Tutti insieme verso un grande sogno, quello dei quarti di finale della WSEurope Cup. il Presidente Corona in panchina in veste di allenatore per la mancanza di Paolo De Rinaldis commentava così a fine gara. “Il risultato è stato condizionato dall’arbitraggio, sono molto arrabbiato. Oggi la squadra ha fatto quello che doveva fare, anzi ha giocato un’ottima gara. La terna arbitrale ha pilotato il risultato in maniera vergognosa, fischiando, applicando due pesi e due misure, non sanzionando 2 rigori clamorosi e non permettendoci di giocare (nemmeno di fare entrare la palla in area avversaria) negli ultimi minuti della gara quando stavamo cercando la rete del pari; l’uso dei cartellini è stato arbitrario ed a senso unico’ noi abbiamo avuto quattro cartellini blu e loro uno, loro 3 tiri diretti e 2 rigori, noi un tiro diretto”.(nella foto Simone Corona  autore di una grande prestazione che lo ha visto parare tutti i tiri diretti e i rigori fischiati contro il Sarzana).


PAS ALCOI – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 4-3 (3-2, 1-1)

PAS ALCOI: Grau (C), Formatje, Canet , Perez, Ceschin – Gil, Dominguez, Verdù, Hernandez, Oltra – Allenatore: Lorenzo Pastor

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Borsi (C), Garcia J, Ortiz, De Rinaldis F – Olmos, Illuzzi, Festa, Tognacca, Venè – Allenatore:  Maurizio Corona

Marcatori: 1t: 4’08” Perez (ALC), 4’58” Canet (ALC), 8’08” Garcia J (SAR), 11’53” Olmos (SAR), 24’04” Perez (ALC) – 2t: 12’10” Ceschin (ALC), 17’51” Olmos (SAR).

Espulsioni: 1t: 3’12” Borsi (2′) (SAR), 22’57” Olmos (SAR) – 2t: 9’33” Ortiz (2′) (SAR), 9’33” Garcia J (2′) (SAR),  14’12” Canet (ALC).

Arbitri: Le Menn Loic della Federazione Francese e Nuno Melo della Federazione Francese.

Sarzana perde di misura in Spagna nell’andata degli ottavi di Wse Cup ma esce a testa alta dopo aver giocato un’ottima partita. Gamma Innovation Sarzana  ha tenuto testa ai valenciani del Pas Alcoi per tutta la gara, uscendo con una minima sconfitta di 4-3. Joaquin Olmos sugli scudi con due reti che serviranno poi per cercare la vittoria nel catino del PalaTerzi il 20 gennaio, un’impresa che è nelle corde della squadra di Paolo De Rinaldis.  Ottima la prestazione dei rossoneri che lasciano aperte le porte della qualificazione.  Parliamo di una gara purtroppo rovinata da un arbitraggio non all’altezza, si incontravano due buone squadre, che stanno facendo bene nei rispettivi campionati, sarebbe stata una bella partita e lo è stata per certi versi, le squadre si sono affrontate a viso aperto, ma la sfida è stata palesemente condizionata da errori arbitrali clamorosi. Ora testa e cuore a sabato 20 gennaio, per la gara di ritorno al Vecchio Mercato  dove i rossoneri preparano “la remuntada”. Tutto il Centro Polivalente esaurito e una grande atmosfera dovrà essere il clima che la società  preparerà per compiere l’impresa. Tutti insieme verso un grande sogno, quello dei quarti di finale della WSEurope Cup. il Presidente Corona in panchina in veste di allenatore per la mancanza di Paolo De Rinaldis commentava così a fine gara. “Il risultato è stato condizionato dall’arbitraggio, sono molto arrabbiato. Oggi la squadra ha fatto quello che doveva fare, anzi ha giocato un’ottima gara. La terna arbitrale ha pilotato il risultato in maniera vergognosa, fischiando, applicando due pesi e due misure, non sanzionando 2 rigori clamorosi e non permettendoci di giocare (nemmeno di fare entrare la palla in area avversaria) negli ultimi minuti della gara quando stavamo cercando la rete del pari; l’uso dei cartellini è stato arbitrario ed a senso unico’ noi abbiamo avuto quattro cartellini blu e loro uno, loro 3 tiri diretti e 2 rigori, noi un tiro diretto”. Poi il Presidente rossonero elogia la sua squadra e quella valencianaVoglio fare i complimenti ai miei ragazzi che hanno giocato una grande partita in una pista difficilissima, basti pensare che la scorsa stagione la formazione spagnola  in casa ha vinto 8 gare su 10 gare complessive, fermando anche il Barcellona sul  3-3 e in questa stagione ha perso  solamente per mano del Noia”.– Poi Corona chiude parlando  della gara di ritorno che si giocherà al Vecchio Mercato il 20 Gennaio e dell’ultima giornata di andata in programma mercoledì a Vercelli  – questa partita non può che essere il preludio all’impresa,  ora non ci resta che conquistare la qualificazione, il 20 Gennaio sarà una serata speciale non possiamo sbagliare perché quella sera tutta la città è convocata e giocherà con noi. Ora rituffiamoci nell’ultima  gara d’andata della serie A1, mercoledì andiamo a Vercelli a giocare una partita per niente facile, Vercelli è un’ottima squadra, stanno vivendo un momento difficile, ma è una squadra formata da professionisti molto seri che conosco molto bene  e sono più che certo che giocheranno tutti al massimo per portare a casa un risultato positivo”    Ma veniamo alla cronaca della gara europea: mister Pastor, schiera il suo starting-five titolare con capitan Grau a difesa della porta,  poi quattro vecchie conoscenze del campionato italiano Formatje, Canet , Perez e Ceschin a disposizione Gil, Dominguez, Verdù, Hernandez e il secondo portiere Oltra. Maurizio Corona e Sergio Festa rispondono con il solito quintetto Corona, Borsi, Garcia, Facundo Ortiz, De Rinaldis. Si comincia con un gran ritmo da ambo le parti , al 3’12”  gli arbitri estraggono il primo cartellino blu ai danni di  Davide Borsi  per un fallo molto dubbio su Perez. Tiro diretto affidato allo specialista Canet ma la sua conclusione finisce al lato, sul power play susseguente, al 4’,08” Formatjé va al tiro Corona respinge e Gonzalo Pérez sotto misura mette la palla in rete per l’1-0. Al 4’58” raddoppio dei padroni di casa, Ceschin scende sulla destra e confeziona a Canet un  delizioso assist che l’attaccante ex Vercelli mette in rete con una conclusione di prima intenzione portando il parziale sul 2 a 0 e mandando in delirio il pubblico. Reazione dei rossoneri la partita diventa intensa  e a 8’,08” Jerónimo García trova il gol grazie ad un tiro dalla media distanza che sorprende Marc Grau, portiere dell’Alcodiam su assist di Olmos. Appena tre minuti più tardi, Joaquín Olmos si inventa una magia e con una deviazione aerea su una conclusione di Borsi dalla distanza mette la sfera in rete portando il punteggio di 2 a 2. A 2′ 03” dalla fine del primo tempo, l’arbitro segnala un cartellino blu a Joaquín Olmos, che significa per loro un rigore ma il fallo è nettamente fuori dall’area. Si occupa della battuta Gonzalo Pérez , Corona devia la sfera sulla traversa e poi si esalta sulle due ribattute dell’attaccante spagnolo. e la traversa gli nega il gol. Sarzana resiste al power-play ma quasi alla scadere una conclusione di Formatjé viene deviata sottomisura da Gonzalo Pérez riportando i locali in vantaggio con il punteggio di 3-2.  Risultato con il quale  si chiudeva il primo tempo. Nel secondo tempo la partita è vibrante, i due portieri si esaltano. Gamma Innovation riparte con il piglio giusto, i direttori di gara mettono la gara in discesa per i padroni di casa, non fischiano falli di squadra netti a favore della formazione rossonera, mentre ne inventano a favore dei padroni di casa. Al 4’,29” la decisione che fa scaldare gli animi all’eccesso, mischia in area rossonera, e carica di Perez su Corona che perde la stecca, il tiro susseguente viene parato dal portiere rossonero senza stecca, tutti si aspettano il fischio per la carica sul portiere, invece i due arbitri fischiano il rigore a favore dei padroni di casa. Si incarica della battuta Perez che prima colpisce il palo e poi trova due miracoli di Simone Corona. La partita diventa una corrida e al 7’,32” viene fischiato il decimo fallo ai rossoneri che rimandano alla battuta del tiro libero i valenciani. Si occupa della battuta  Formatjé   ma Corona si esalta e respinge. A 15′ e 25” dalla fine, doppio cartellino blu, in questo caso a Facundo Ortiz e a Jerónimo García, regalano  all’ Alcoy un’altra punizione diretta, ma ‘Caco’ Ceschín è fermato nuovamente da Corona. Nella superiorità numerica susseguente di 4 minuti, al 12’10” Corona si deve arrendere a un tiro di ‘Caco’ Ceschin da fuori area che porta il parziale sul 4-2.  Al 14’,12” un cartellino blu per Canet porta i rossoneri al tiro diretto, ma Grau ferma il tiro diretto di Jerónimo García. Al 17’,51” il Sarzana trova il gol  grazie a Joaquín Olmos bravissimo a trovare una deviazione sul tiro dalla distanza di Ortiz. Sarzana prova in tutti i modi di trovare il pareggio ma l’ Alcoy resiste, grazie anche ai direttori di gara  che non fischiano il decimo fallo a favore dei rossoneri. Il suono della sirena chiude la partita  con il punteggio di 4 a 3 a favore degli spagnoli e rimanda alla gara di ritorno del 20 Gennaio al Centro Polivalente il verdetto per il passaggio del turno. Prossimo impegno per i rossoneri, mercoledì per l’ultima giornata del girone d’andata del campionato di serie A1 a Vercelli.

16/04/2024 - riproduzione riservata