Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION PAREGGIO BEFFA CONTRO IL SANDRIGO.

Rossoneri sempre avanti, anche di due gol, ma i vicentini mai domi rimontano e Borsi nel finale si fa parare il rigore della vittoria. Due punti sprecati dal Gamma Innovation Hockey Sarzana.Un plauso al Sandrigo che non si è mai stancato di inseguire il risultato ma nel 5 a 5 finale della gara disputata al Vecchio Mercato pesano gli errori dei rossoneri che hanno fruttato due reti ai vicentini. Peccato non aver incrementato ulteriormente l’ottima posizione in classifica ma la formazione veneta, come all’andata, ha messo il freno ai rossoneri che proseguono la serie utile e possono anche permettersi di non essere soddisfatti del risultato. Non certo della prestazione comunque sempre propositiva ma imprecisa in un paio di circostanze che gli avversari hanno puntualmente sfruttato. Il Presidente Corona a fine gara è amareggiato del risultato ma fa i complimenti al Sandrigo“Capisco che piaccia vincere sempre ma un pareggio contro il Sandrigo ci può stare, partita giocata bene, meritavamo di vincerla, ma non ci siamo riusciti. Stiamo facendo un campionato eccezionale. I ragazzi hanno fatto ciò che serviva per vincerla ma hanno combinato due pasticci che ci sono costati cari, merito di un Sandrigo che ha tenuto bene la pista, poi possiamo recriminare su una direzione di gara che non mi è per nulla piaciuta, ma questo fa parte del gioco; i rimpianti ci sono ma ora testa e cuore ai prossimi due turni, giovedì prossimo “mission impossible” al Dragao di Oporto contro il Porto per il terzo turno di Champions League e poi la domenica al PalaBarsacchi contro il CGC assetato di punti». (Nella foto di Vincenzo Gianfranchi, Jeronimo Garcia autore di una tripletta).


GAMMA INNOVATION H.SARZANA – TELEA MEDICAL SANDRIGO H. = 5-5 (1-1, 4-4)

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Borsi, Garcia J, Ortiz, Festa – Alonso, De Rinaldis F, Perroni, Rispogliati, Bianchi – Allenatore: Paolo De Rinaldis.
TELEA MEDICAL SANDRIGO H.: Catala, Miguelez, Lazzarotto, Thiel, Diquigiovanni L – Poletto (C), Brendolin, Rigon, Contro, Bernardelli – Allenatore Franco Vanzo
Marcatori: 1t: 12’19” Garcia (Sar), 24’41” Miguelez (sup.num) (San) – 2t: 2’43” Alonso (Sar), 3’20” Garcia (Sar), 5’04” Diquigiovanni (San), 13’45” Garcia (Sar), 14’32” Brendolin (tir.dir) (San), 16’26” Brendolin (San), 19’20” Borsi (Sar), 21’46” Brendolin (Sar)
Espulsioni: 1t: 24’15” Ortiz (2′) (Sar) – 2t: 14’32” Alonso (2′) (S)
Arbitri: Andrea Davoli di Modena e Paolo Moresco di Marostica (VI)

Rossoneri sempre avanti, anche di due gol, ma i vicentini mai domi rimontano e Borsi nel finale si fa parare il rigore della vittoria. Due punti sprecati dal Gamma Innovation Hockey Sarzana. Un plauso al Sandrigo che non si è mai stancato di inseguire il risultato ma nel 5 a 5 finale della gara disputata al Vecchio Mercato pesano gli errori dei rossoneri che hanno fruttato due reti ai vicentini. Peccato non aver incrementato ulteriormente l’ottima posizione in classifica ma la formazione veneta, come all’andata, ha messo il freno ai rossoneri che proseguono la serie utile e possono anche permettersi di non essere soddisfatti del risultato. Non certo della prestazione comunque sempre propositiva ma imprecisa in un paio di circostanze che gli avversari hanno puntualmente sfruttato. Il Presidente Corona a fine gara è amareggiato del risultato ma fa i complimenti al Sandrigo “Capisco che piaccia  vincere sempre ma un pareggio contro il Sandrigo ci può stare, partita giocata bene, meritavamo di vincerla, ma non ci siamo riusciti. Stiamo facendo un campionato eccezionale. I ragazzi hanno fatto ciò che serviva per vincerla ma hanno combinato due pasticci che ci sono costati cari, merito di un Sandrigo che ha tenuto bene la pista, poi possiamo recriminare su una direzione di gara che non mi è per nulla piaciuta, ma questo fa parte del gioco. La prestazione della squadra nel complesso è stata attenta, generosa e di spirito – continua il Presidente – purtroppo non siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Ma non dimentichiamoci che il Sandrigo è una squadra ben attrezzata costruita per arrivare ai play-off  e ha giocatori di ottime qualità. I rimpianti ci sono ma ora testa e cuore ai prossimi due turni, giovedì prossimo “mission impossible” al Dragao di Oporto contro il Porto per il terzo turno di Champions League e poi la domenica al PalaBarsacchi contro il CGC assetato di punti”.Poi il Presidente rossonero conclude dicendo – Sicuramente due punti sprecati che nulla tolgono alla marcia sicura della formazione rossonera e al suo condottiero Paolo De Rinaldis che ha portato la squadra nelle zone alte della classifica contro ogni pronostico. E ieri sera nel dopo partita mi facevano sorridere alcuni nostri tifosi che imprecavano per il pareggio e per la possibilità  mancata di non aver raggiunto il secondo posto in classifica. Mi hanno fatto sorridere perché, nel rispetto il loro pensiero, credo che bisogna guardarsi indietro e vedere da dove siamo partiti cambiando in estate l’allenatore e sei decimi della squadra e mettendo come obiettivo il decimo posto perciò se per paradosso da qua alla fine non facessimo più punti per me resterebbe ugualmente una stagione fantastica”. L’altalena dei vantaggi dell’Hockey Sarzana Gamma Innovation e delle rimonte del Sandrigo avrebbe potuto fermarsi a 1 minuto dalla conclusione ma il rigore di Borsi è stato neutralizzato dal portiere Català, protagonista di una serata in grande stile.  Ma veniamo alla cronaca della partita. Mister Franco Vanzo si presenta al Vecchio Mercato di Sarzana e schiera nello starting five iniziale con Català tra i pali, Miguelez, Lazzarotto, Thiel e Diquigiovanni con a disposizione il secondo portiere Bernardelli, capitan Poletto, Brendolin, Rigon, Contro. Paolo De Rinaldis risponde con il quintetto Corona, Borsi, Garcia, Ortiz e Festa. In panchina insieme ad Alessio Bianchi, De Rinaldis, Bruno Alonso, Perroni e Rispogliati. Le primissime battute mettono in evidenza una partita scoppiettante. L’approccio alla gara è quello giusto per i ragazzi di Paolo De Rinaldis che premono subito rendendosi pericolosi dalle parti di Català: il numero uno veneto fa buona guardia su Ortiz e dicendo di no anche a Festa dalla distanza. Sandrigo che è molto pericoloso nelle ripartenze con il tedesco Max Thiel, molto bravo ad impensierire Corona dopo una bella azione in solitaria. Al 12’19” i rossoneri sbloccano l’incontro: conclusione da centro pista di Borsi e deviazione volante di Jeronimo Garcia per il vantaggio rossonero.  Sandrigo reagisce con veemenza e si affida sempre a Thiel per rendere la vita complicata a Corona, con il numero uno di casa che respinge come può sulla triangolazione tra Diquigiovanni, Thiel e Miguelez. Grande parata di Català sulla ripartenza in campo aperto di Borsi, poi Corona salva su un alza e schiaccia di Thiel dentro l’area. Al 24’, 15” l’arbitro Davoli, si inventa un espulsione a Ortiz e manda Thiel alla battuta del tiro diretto  ma Corona devia l’alza e schiaccia del tedesco. Ma nella superiorità numerica a 23″ dal suono della sirena  Lazzarotto serve con un preciso assist un metro fuori dell’area il Chino Miguelez che sigla la rete dell’ 1-1. E con il punteggio di parità le due squadre vanno al riposo. Secondo tempo ancora più intenso della prima frazione, con i rossoneri che cominciano decisamente meglio: al 2’43” una combinazione di contropiede  dei rossoneri con una gran giocata di Ortiz che serve Bruno Alonso che batte Català, Non passa neppure un minuto che Garcia trafigge il portiere ospite con un accompagnato malefico sul primo palo  per il 3-1. Al 5’04” gran numero del talentino trissinese Diquigiovanni che salta Garcia e si presenta in solitaria tutto solo davanti a Corona firmando una bellissima rete. Poco dopo ennesima azione insistita dei biancoazzurri con una doppia parata di Corona su Thiel e Poletto. Al 13’45” goal fantastico di Jeronimo Garcia con un alza e schiaccia che da solo vale il prezzo del biglietto per il 4-2 sarzanese. Al 14’,32” espulsione di Bruno Alonso per un presunto aggancio su Diquigiovanni il tiro libero susseguente di Brendolin “rompe” Corona portando il Sandrigo a meno uno. Corona attento poco dopo su capitan Poletto ma al 16’26” si deve nuovamente arrendere dopo la disattenzione di Ortiz che serve in attacco Brendolin che con una conclusione che colpisce il palo e finisce in rete  sigla il 4-4. Grande intervento di Català su Festa, con il guardiano ospite che chiude con sicurezza la propria porta. Nulla può però al 19’20”  quando capitan Borsi si trova a tu per tu con Català e di giustezza mette la sfera alle spalle del portiere catalano. Ma i ragazzi di Franco Vanzo non mollano mai: è il 21’46” quando Thiel ruba pallina a Sergio Festa, punta la porta poi scarica su Brendolin che piazza la sua tripletta personale siglando il 5-5. Match ricco di colpi di scena anche nel finale quando a 1’,15” dal suono della sirena, Facundo Ortiz parte in velocità e quando arriva in area viene travolto da Diquigiovanni e l’arbitro Moresco decreta il tiro di rigore. Si incarica della battuta capitan Borsi ma Català para e salva il risultato per la sua squadra. I Veneti gestiscono molto bene  l’ultimo possesso prendendosi un punto prezioso a Vecchio Mercato e non rubando nulla.

22/05/2024 - riproduzione riservata