Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION MASTICA AMARO, REGALA DUE RETI IN AVVIO  E SUBISCE LA PRIMA SCONFITTA.

Gamma Innovation Sarzana lascia l’intera posta al Bassano che batte i rossoneri al “PalaUbroker’’ 2 a 1. Una sconfitta immeritata ma i veneti hanno avuto il pregio di capitalizzare le due amnesie difensive rossonere dei primi minuti, cosa che i sarzanesi non hanno saputo fare nel proseguo della gara: il sunto della battuta d’arresto del quintetto di Paolo De Rinaldis, dopo due successi consecutivi, sta probabilmente in questo. Due svarioni in difesa regalano a Cancela e Pozzato le reti che dopo 3 minuti portano il parziale sul 2 a 0 a favore dei padroni di casa. Il gol rossonero arriva alla fine del primo tempo con De Rinaldis.  Nella ripresa Gamma Innovation mette il turbo ma non basta per raggiungere il pareggio. Veludo para due tiri diretti agli argentini Facundo Ortiz e Jeronimo Garcia e salva un paio di conclusioni in inferiorità numerica nel concitato finale con Sarzana con un uomo in più di movimento. (Nella foto Jeronimo Garcia si fa stregare da Veludo nella conclusione del tiro diretto).


UBROKER H.BASSANO 1954 – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 2-1 (2-1, 0-0)
UBROKER H.BASSANO 1954:  Veludo, Amato (C), Pozzato, Scuccato, Cancela – Muglia, Baggio, Sgaria, Geremia, Bertuzzo – Allenatore: Miguel Viterbo
GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Borsi (C), Festa, Garcia J, Ortiz – De Rinaldis F, Alonso, Perroni, Rispogliati, Bianchi – Allenatore Paolo De Rinaldis.
Marcatori: 1t: 0’51” Cancela (B), 3’38” Pozzato (B), 22’04” De Rinaldis F (S)
Espulsioni 2t: 1’47” Amato (2′) (B), 14’46” Garcia J (2′) (S)
Arbitri: Luca Molli di Viareggio (LU) ed Edoardo D’Alessandro di Viareggio (LU)

Gamma Innovation Sarzana lascia l’intera posta al Bassano che batte i rossoneri al “PalaUbroker’’ 2 a 1. Una sconfitta immeritata ma i veneti hanno avuto il pregio di capitalizzare le due amnesie difensive rossonere dei primi minuti, cosa che i sarzanesi non hanno saputo fare nel proseguo della gara: il sunto della battuta d’arresto del quintetto di Paolo De Rinaldis, dopo due successi consecutivi, sta probabilmente in questo. Due svarioni in difesa regalano a Cancela e Pozzato le reti che dopo 3 minuti portano il parziale sul 2 a 0 a favore dei padroni di casa. Il gol rossonero arriva alla fine del primo tempo, con De Rinaldis.  Nella ripresa Gamma Innovation mette il turbo ma non basta per raggiungere il pareggio. Veludo para due tiri diretti agli argentini Facundo Ortiz e Jeronimo Garcia e salva un paio di conclusioni in inferiorità numerica nel concitato finale con Sarzana con un uomo in più di movimento “Ci sono sconfitte che hanno più dignità di una vittoria – dice il presidente Maurizio Corona a fine gara – abbiamo pagato quattro minuti di follia difensiva di inizio gara dove abbiamo regalato due reti al Bassano, usciamo sconfitti dopo un secondo tempo di grandissimo livello, e dove un superlativo Veludo non ci ha consentito di pareggiare, consapevoli di poter fare buone cose da qui in avanti. Nessun dramma – continua Corona – semmai la consapevolezza che il lavoro fin qui svolto continuerà a produrre buoni frutti. Questa è la nostra filosofia, per cui a volte purtroppo il risultato condiziona tutto e si fa presto a dimenticare da dove siamo partiti e quali sono i nostri reali obiettiviComunque posso ribadire che anche in questa stagione siamo riusciti ad allestire una squadra completa nei reparti e ieri sera voglio fare un plauso ad Andrea Perroni al suo debutto in questo campionato che ha giocato un’ottima gara. Paolo De Rinaldis – continua il presidente –   è riuscito a dare un gioco e a trasferire personalità ai giocatori, ricordo che siamo una squadra che è cambiata per sei decimi e ha cambiato quattro quinti del quintetto base, perciò due vittorie e una sola sconfitta nelle prime tre partite, contro avversari di altissimo livello, erano forse troppa grazia ma danno l’idea di come l’entusiasmo e l’oculatezza nella gestione possano dare buoni frutti. Una sconfitta, che non meritavamo, subita contro una squadra che ha certamente altre ambizioni rispetto alla nostra non può cancellare tutto e l’ambiente sarzanese farà bene a  continuare a coccolare questa squadra che sta offrendo anche gioco di buona qualità. Poi il Presidente Maurizio Corona chiude parlando dell’arbitraggio “Abbiamo perso, ma non dobbiamo recriminare nulla sulla direzione di gara, la coppia arbitrale è stata fantastica. Le loro decisioni corrette, la loro comunicazione e atteggiamento perfetti. E un plauso particolare a D’Alessandro giovane serio e competente. I complimenti agli arbitri quando si perde credo che per loro abbiano il doppio del valore”.  Veniamo alla gara: Miguel Viterbo schiera uno starting-five con il capitano Samuel Amato insieme a Scuccato sulla linea difensiva, in attacco la coppia Cancela e Pozzato  con Veludo a difesa della porta ed in panchina a disposizione Muglia, Baggio, Sgaria, Geremia e il secondo portiere Bertuzzo. Paolo De Rinaldis risponde con Corona tra i pali, Jeronimo Garcia, Borsi, Facundo Ortiz e Festa. Una partita dove i due portieri hanno detto la loro sulle conclusioni dei rispettivi attacchi, più ficcanti per i vicentini nel primo tempo, più pericolosi nella ripresa per i Sarzanesi. Inizio gara da incubo per i rossoneri che subiscono la rete del vantaggio vicentino dopo 51 secondi. I rossoneri a difesa schierata lasciano libero indisturbato Cancela   a un metro da Corona, Amato lo serve con un preciso assist e per lo spagnolo è un gioca da ragazzi mettere la sfera alle spalle di Corona. Al 3’,38” seconda rete dei giallorossi veneti. Dormita difensiva su un taglio di Pozzato che non viene seguito dai difensori sarzanesi. L’attaccante vicentino si inventa poi una conclusione fantastica, controllando la palla aerea e appoggiando in rete alle spalle di Corona. Una rete che sicuramente entrerà per bellezza e gesto tecnico nelle prime dieci a fine stagione. Sarzana  barcolla ma  Simone Corona la tiene in partita con alcuni interventi di pregevole fattura. Passato il momento di paura dopo la metà della prima frazione di gioco la formazione rossonera inizia a prendere sicurezza. Prima Veludo con il casco toglie dall’incrocio una conclusione di Borsi. Poi al 22’,04, Borsi lascia partire un tiro che non inquadra la porta e batte sulla balaustra che rimanda la pallina a 50 centimetri da Veludo. Si avventa sulla sfera Francesco De Rinaldis che ribadisce in rete portando il parziale sul 2 a 1. Capovolgimenti di fronte hanno caratterizzato il finale  della frazione, con altri interventi dei due estremi difensori. E con il punteggio di 2 a 1 a favore  dei padroni di casa  le due squadre vanno al riposo. Ripresa ad appannaggio dei sarzanesi, con i bassanesi che pungono solo con sporadiche ripartenze. Dopo 1’,47” cartellino blu a Samuel Amato per un fallo su Borsi lanciato a rete. Si incarica della battuta del tiro diretto Facundo Ortiz ma Veludo para ancora dopo la prima ripetizione ordinata dall’arbitro Molli.  E sul power play susseguente Veludo si esalta e mantiene la sua porta inviolata. Sarzana ha la partita in pugno ma Bassano quando riparte è velenoso e al 14’,46” fallo ingenuo di Garcia su Baggio cartellino blu al giocatore rossonero e tiro di prima battuto da Muglia che però non inquadra la porta. Sul power play susseguente il Bassano non riesce   a trovare la rete che potrebbe chiudere la gara, vuoi per la bravura di Corona, vuoi per imprecisione degli avanti veneti. Negli ultimi dieci minuti il Sarzana è arrembante e a 4 minuti dal termine della gara il Bassano commette il decimo fallo, tiro diretto per i rossoneri. Si prende la responsabilità della battuta Jeronimo Garcia ma la sua conclusione trova un super Veludo.  Nel minuto e mezzo prima della sirena, Sarzana mette il quinto uomo di movimento e Veludo  salva un paio di conclusioni e viene salvato dal palo sulla conclusione di Sergio Festa. La sirena finale regala la vittoria ai padroni di casa con il punteggio di 2 a 1. Una sconfitta che brucia parecchio, soprattutto per il modo in cui è scaturita, bruciano le occasioni gettate alle ortiche degli avanti rossoneri nella seconda parte di gara e i due  enormi regali che hanno mandato i padroni di casa avanti per 2 a 0. Peccato davvero per l’occasione sprecata. Si torna in pista mercoledì  5  Ottobre, con la partita casalinga contro l’ Edilfox Grosseto.

02/12/2022 - riproduzione riservata