Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION DA APPLAUSI PERDE A LODI MA PESANO ALCUNE DECISIONI ARBITRALI.

Buona prestazione al “PalaCastellotti“ del quintetto di Mirko Bertolucci che raccoglie le briciole rispetto al volume di gioco espresso nella ripresa. Gamma Innovation Sarzana ci ha provato fino alla fine ma l’ Amatori Wasken Lodi si è messo in tasca la nona vittoria  e conquistano tre punti che lo insediano solitario al secondo posto. Di fronte ai campioni d’Italia il Sarzana di Mirko Bertolucci non ha affatto demeritato, soprattutto nella ripresa. Nei secondi 25 minuti il gioco è stato a lungo controllato dai rossoneri che però, in fase realizzativa, sono apparsi poco incisivi. Pesa a carico dei rossoneri, un arbitraggio “troppo casalingo” e alcune decisioni veramente imbarazzanti. Il presidente Maurizio Corona a fine gara: “Bisogna rispettare sempre le decisioni arbitrali però siamo in difficoltà ad accettare a cuor leggero tali penalizzazioni, siamo nella fase decisiva del Campionato, esigiamo rispetto per il nostro tecnico, per i nostri atleti, per tutti i nostri  tifosi e per la città che rappresentiamo.” (nella foto di Alberto Vanelli per fisr Joan Galbas autore della rete rossonera)


AMATORI WASKEN LODI – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 3-1 (2-0, 1-1)
AMATORI WASKEN LODI: Grimalt (C), D’Anna, Torner, Mendez, Antonioni – Greco, Barbieri, Schiavo, Cervi, Porchera – Allenatore: Pier Luigi Bresciani
GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Najera, Galbas J, Galbas P, Rossi – Borsi (C), De Rinaldis, Bianchi – Allenatore:  Mirko Bertolucci
Marcatori: 1t: 8’30” Torner (tir.dir) (L), 19’09” Mendez (L) – 2t: 3’06” Torner (rig) (L), 15’09” Galbas J (rig) (S)
Espulsioni: 1t: 6’43” Galbas J (2′) (S), 8’30” Rossi (2′) (S)
Arbitri: Marco Rondina di Vercelli e Matteo Fermi di Piacenza

Buona prestazione al “PalaCastellotti“ del quintetto di Mirko Bertolucci che raccoglie le briciole rispetto al volume di gioco espresso nella ripresa. Gamma Innovation Sarzana ci ha provato fino alla fine ma l’ Amatori Wasken Lodi si è messo in tasca la nona vittoria  e conquistano tre punti che lo insediano solitario al secondo posto. Di fronte ai campioni d’Italia il Sarzana di Mirko Bertolucci non ha affatto demeritato, soprattutto nella ripresa. Nei secondi 25 minuti il gioco è stato a lungo controllato dai rossoneri che però, in fase realizzativa, sono apparsi poco incisivi. Pesa a carico dei rossoneri, un arbitraggio “troppo casalingo” e alcune decisioni veramente imbarazzanti. Il presidente Maurizio Corona a fine gara: “Bisogna rispettare sempre le decisioni arbitrali però siamo in difficoltà ad accettare a cuor leggero tali penalizzazioni, siamo nella fase decisiva del Campionato, esigiamo rispetto per il nostro tecnico, per i nostri atleti, per tutti i nostri  tifosi e per la città che rappresentiamo. Perdere così mi fa male, è qualcosa che non ho ancora imparato a digerire – continua Corona – anche stasera usciamo dalla pista ricevendo tanti complimenti, tante pacche sulle spalle ma raccogliendo zero punti. Però i complimenti a differenza di altre volte me li prendo tutti perché la squadra nel secondo tempo ha fatto la partita e bastava un pizzico di buona sorte in più o qualche sbavatura in meno e qualche decisione più coraggiosa della coppia arbitrale che si tornava a casa non a mani vuote. La sconfitta ci amareggia, però dobbiamo purtroppo accettare il verdetto della pista – continua Corona – e’ l’hockey, a volte ti va bene, mentre altre volte va come oggi, ma la cosa importante che la squadra ha giocato bene al cospetto di una squadra fortissima, allora non abbattiamoci troppo. E’ deluso per la sconfitta ma soddisfatto per la prestazione della seconda parte di gara il presidente Maurizio Corona che continuaRipeto il Lodi è una grandissima squadra e lo ha dimostrato nel primo tempo ma non so se oggi ha meritato di vincere per quello che ha creato nel prosieguo della gara, perché nel secondo tempo la gara l’abbiamo fatta solamente noi. Ora due impegni molto difficili, il primo mercoledì è una vera “mission impossible” a Trissino nel quarto di finale di Coppa Italia e sabato prossimo arriva al Vecchio Mercato il Bassano, una squadra forte che dopo il cambio di allenatore ha dato una svolta al proprio campionato – conclude il Presidente – due partite per niente facili, bisogna rimanere concentrati per provare a fare l’impresa partendo da Trissino dove sono certo che se la formazione di mister Alessandro Bertolucci vorrà vincere dovrà almeno chiedere il permesso”.  I rossoneri vanno sotto di tre reti, ma reagiscono e accorciano. Nella ripresa si gioca a una porta, ma la palla non entra e finisce 3 a 1. E’ un Sarzana che per larghi tratti del match è apparso veramente in palla. Tutti i rossoneri hanno risposto alla perfezione, evidenziando un ottimo stato di forma. Ottimo Simone Corona nella prima parte di gara. Veniamo alla partita: Pierluigi Bresciani schiera uno starting-five  con Torner insieme ad Antonioni sulla linea difensiva, in attacco la coppia Mendez e D’Anna con Grimalt a difesa della porta ed in panchina a disposizione Barbieri, Schiavo, Greco, Cervi e il secondo portiere Porchera. Mirko Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Joan Galbas, Pol Galbas, Najera e Rossi. Ma veniamo alla cronaca Lodi che governa subito il match ed è padrone del gioco, ma fatica a trovare la via del gol anche perché Corona si supera in più occasioni. In particolare al 6’,43” tiro di prima per fallo di Joan Galbas su D’Anna. Si occupa della battuta il capocannoniere Mendez  ma Corona si supera e respinge. Sarzana resiste al power-play sino al primo “fattaccio” che si consuma a tredici secondi dal termine della superiorità numerica dei lodigiani quando i direttori di gara tirano fuori dal cilindro un tiro di prima a favore dei padroni di casa che ha del “grottesco” ed espellono Rossi con il cartellino blu per un aggancio fantasma su Torner. Si occupa della battuta lo stesso Torner che batte Corona per il vantaggio dei padroni di casa. Sarzana barcolla nei due minuti di power-play e il portiere rossonero è autore di ottimi interventi che tengono la squadra di Bertolucci sul punteggio di 0 a 1. Poi i rossoneri prendono coraggio e provano ad impensierire la porta di Valentin Grimalt, un aggancio sul Pol Galbas netto viene ignorato dagli arbitri. Al 19’,09” raddoppio dell’ Amatori, percussione laterale de padroni di casa, Corona si supera due volte ma niente può sull’alza e schiaccia di Mendez che porta i padroni di casa sul doppio vantaggio. Il suono della sirena manda le due squadre negli spogliatoi con l’Amatori Wasken Lodi in vantaggio 2 a 0. La ripresa si apre con il Lodi che allunga sul 3 a 0  grazie a un super regalo della coppia arbitrale che vede un rigore su un tuffo di Mendez in area. Si occupa della battuta Torner la palla colpisce il palo e finisce in rete. Da li in poi la partita diventa un monologo rossonero, ai padroni di casa restano solo i contropiedi su cui Corona diventa insuperabile. Il gioco è controllato dai rossoneri che però, in fase realizzativa, sono apparsi poco incisivi ed hanno trovato un Grimalt insuperabile, non per niente il portiere della nazionale Argentina è uno dei migliori portieri al mondo. A dieci minuti dal termine i rossoneri conquistano un rigore per un fallo di pattino in area di D’Anna si occupa della trasformazione Joan Galbas che fa secco Grimalt e riapre la partita. Sarzana spinge sull’acceleratore e gli arbitri non vedono due rigori netti a favore della formazione di Mirko Bertolucci. Poi a 3’,20” c’è la palla del 3 a 2 su tiro diretto quando il Lodi commette il decimo fallo di squadra. (il Lodi aveva accumulato 9 falli di squadra a cinque minuti dalla fine del primo tempo e il decimo gli è stato fischiato a 3’,20 dalla fine del secondo tempo), si incarica della battuta Pol Galbas che si fa stregare da Grimalt. Il Lodi tira un respiro di sollievo, tiene ancora botta e porta a casa la vittoria per un punteggio che non cambia più.   Finisce nel tripudio dei padroni di casa che battono il Gamma Innovation Sarzana con il punteggio di 3 a 1. Ora mercoledì  la sfida dentro o fuori a Trissino  contro la formazione di Alessandro Bertolucci per i quarti di finale di Coppa Italia.

12/08/2022 - riproduzione riservata