Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION BATTE GIOVINAZZO E SI PIAZZA AL TERZO POSTO DELLA CLASSIFICA.

Carattere e tanta voglia di rimanere in alto. Non è stata una vittoria facile per il Gamma Innovation Hockey Sarzana che nella sfida contro l’ AFP Giovinazzo fanalino di coda del campionato di serie A1 ha dovuto stringere i denti per strappare i tre preziosissimi punti. Dopo una partenza lanciata e il doppio vantaggio rossonero con Illuzzi e Garcia in dieci minuti, subiscono nel finale dei primi 25 minuti di gioco, le due reti del fantasista Mura che rendono il match molto spezzettato. A decidere la contesa l’ex Domenico Illuzzi smarcatosi a lato della porta, insaccando su Angelico. E’ stata indubbiamente la serata di Domenico Iluzzi l’ “enfant du pays” pugliese  autore di una doppietta ma anche di Simone Corona che ha conservato il vantaggio nel finale parando un rigore al giovane talento Giovinazzese Paolo Colamaria. Hockey Sarzana che incassa la quinta vittoria in sei partite (sconfitta solo a Trissino) e resta nella parte alta della classifica con una gara ancora da recuperare. “Sono soddisfatto, bisognava vincere e non era facile come tutti alla vigilia volevano farci credere – commenta il Presidente Maurizio Corona a fine partita – complimenti al Giovinazzo, che ci ha messo in difficoltà, ma di questo non avevo dubbi e avevo già messo in guardia i miei giocatori (nella foto Domenico Illuzzi festeggia con Simone Corona e gli Incessanti).


GAMMA INNOVATION H.SARZANA – INDECO A.F.P. GIOVINAZZO = 3-2 (2-2, 1-0)
GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Garcia J, Illuzzi, Borsi (C), Ortiz – Olmos, Festa, De Rinaldis F, Tognacca, Venè – All. De Rinaldis P
INDECO A.F.P. GIOVINAZZO: Dangelico (C), Bartes, De Bari, Colamaria, Le Berre – Mura, Dilillo, Mezzina, Barile, Belgiovine – All. Camporeale
Marcatori: 1t: 8’07” Illuzzi (SAR), 9’27” Garcia J (SAR), 22’20” Mura (AFP), 23’14” Mura (AFP) – 2t: 8’51” Illuzzi (SAR)
Arbitri: Marco Rondina di Vercelli e Carlo Iuorio di Salerno

Carattere e tanta voglia di rimanere in alto. Non è stata una vittoria facile per il Gamma Innovation Hockey Sarzana che nella sfida contro l’ AFP Giovinazzo fanalino di coda del campionato di serie A1 ha dovuto stringere i denti per strappare i tre preziosissimi punti. Dopo una partenza lanciata e il doppio vantaggio rossonero con Illuzzi e Garcia in dieci minuti, subiscono nel finale dei primi 25 minuti di gioco, le due reti del fantasista Mura che rendono il match molto spezzettato. A decidere la contesa l’ex Domenico Illuzzi smarcatosi a lato della porta, insaccando su Angelico. E’ stata indubbiamente la serata di Domenico Iluzzi l’ “enfant du pays” pugliese  autore di una doppietta ma anche di Simone Corona che ha conservato il vantaggio nel finale parando un rigore al giovane talento Giovinazzese Paolo Colamaria. Hockey Sarzana che incassa la quinta vittoria in sei partite (sconfitta solo a Trissino) e resta nella parte alta della classifica con una gara ancora da recuperare. Con il posticipo di mercoledì a Lodi, la possibilità per la squadra di Paolo De Rinaldis di vedere la prima posizione. “Sono soddisfatto, bisognava vincere e non era facile come tutti alla vigilia volevano farci crederecommenta il Presidente Maurizio Corona a fine partita – Ero sicuro che la partita con il Giovinazzo non sarebbe stata una passeggiata di salute. Siamo partiti forti per cercare di chiuderla subito e sapevo che se non fossimo riusciti a prendere un buon margine di vantaggio poi la gara si sarebbe complicata come in effetti è stato. Ci sta, nel gioco dell’hockey di partite come queste ne ho viste un sacco. Ci prendiamo la vittoria e devo dire che siamo stati bravi e con pazienza l’abbiamo portata a casa complimenti al Giovinazzo, che ci ha messo in difficoltà, ma di questo non avevo dubbi e avevo già messo in guardia i miei giocatori – poi il Presidente rossonero elogia la squadra Pugliese – una squadra stoica, mai doma, con quattro stranieri di qualità (Clavel era in tribuna a Sarzana) , il francese Le Berre, lo spagnolo Bartes e l’argentino Mura,  quest’ultimo autore delle due reti, che hanno fatto vedere ottimi colpi, poi giovani talenti italiani e comunque vada il campionato del Giovinazzo  meritano di giocare la prossima stagione in serie A1 per la loro storia e per la piazza storica che rappresentano.”  Ma veniamo alla cronaca della gara: mister Camporeale, che sostituisce Pino Marzella squalificato schiera il suo starting-five titolare con Le Berre  e Bartes sulla linea difensiva assieme alla coppia d’attacco composta dai giovani De Bari e Colamaria con il capitano Dangelico a difesa della porta e a disposizione Mura, Dilillo, Mezzina, Barile  e il secondo portiere Belgiovine. Paolo De Rinaldis  risponde con il solito quintetto Corona, Borsi, Garcia, Illuzzi, Facundo Ortiz. Sarzana Gamma Innovation, la forza di voler portare a casa una vittoria importante. Battuto un indomito Giovinazzo al termine di una gara epica terminata con il punteggio finale di 3-2, caratterizzata dalla doppietta  (la prima in rossonero) di Mimmo Illuzzi. Ma anche dall’acuto di Jero Garcia, che trova ancora una volta il modo di bucare la rete. Ma è stata anche la vittoria determinata dalla splendida prestazione del portiere Simone Corona, che ha parato un rigore fondamentale nel secondo tempo e sfoderato una serie di parate importanti. Onore in particolare ai vinti, che tali non si sono mai considerati, dimostrando di essere formazione molto competitiva, al di la della posizione in classifica, quando ha recuperato due reti di svantaggio nel primo tempo. E poi nel finale giocando senza portiere, per poco non ha trovato quello che sarebbe stato un clamoroso pareggio. Insomma: una vittoria di volontà di Sarzana, che ha raccolto la quinta vittoria in 6 gare, ma è stata una fatica immane. I rossoneri dominano, costringono gli ospiti sulla difensiva, sono sempre primi su ogni pallina. Ma accusano pericolosissimi passaggi a vuoto che mettono in discussione sempre e comunque l’esito finale. In particolare, ieri sera sono riusciti a farsi rimontare due reti in pochissimi secondi. Difficile pronosticare questa prima parte di gara, considerando il divario di 12 punti a favore dei padroni di casa. I ragazzi di Paolo De Rinaldis viaggiano a doppia velocità fin dall’inizio, con capitan Borsi che governa le operazioni, potendo contare sulla forza del complesso sicuramente non ancora espressa al completo rispetto alla sua potenzialità. Sembra tutto in discesa per i padroni di casa, che arrivano a spadroneggiare in ogni mattonella mettendo a ferro e fuoco la metà pista ospite, trovando un Dangelico in serata di vena. Ma il Giovinazzo, ha la grande occasione per passare in vantaggio  quando al 6’  fruisce di un tiro di rigore concesso per un fallo di Ortiz su Colamaria lanciato a rete. Si incarica della battuta Le Berre  ma la sua conclusione finisce a lato della porta di Corona. Corso il pericolo, Sarzana si scuote, e Mimmo Illuzzi trova la rete del vantaggio, all’ 8’,07” con una magia da dietro porta. Neanche 80 secondi dopo, ed ecco il raddoppio sarzanese, firmato da Jeronimo Garcia che con una pregevole azione personale entra in area e mette la sfera alle spalle di Dangelico. Poco dopo i rossoneri trovano anche la terza rete con capitan Borsi ma Dangelico è lesto a togliere la sfera da oltre la linea di porta e i direttori di gara non vedono l’accaduto. Il Giovinazzo, a questo punto si scuote ed ha una reazione veemente, e se la gioca molto bene, disputando la sua migliore partita della stagione. Non che crei troppi pericoli dalle parti di Corona, anzi è D’Angelico a evitare ripetutamente ai suoi di incassare la terza rete. Poi nel finale di frazione, la solita amnesia rossonera regala speranze agli avversari. In particolare, è Federico Correa Mura a diventare protagonista, firmando una doppietta in soli 56 secondi tra il 22’20 e il 23’14.  La prima sfruttando un tiro di punizione dal limite che passa sotto una selva di gambe e si insacca alle spalle di Corona. La seconda sfruttando una carica di Le Berre su Corona non vista dagli arbitri. Sarzana tramortito va al riposo, Giovinazzo galvanizzato. Nella ripresa Sarzana ci prova ma fatica contro un avversario che non molla mai. Illuzzi è bravissimo in contropiede e in diagonale a mezza altezza segna la rete del  3-2 poi si fa tutta la pista per andare a festeggiare assieme agli Incessanti. Poi al 13’56 Corona si supera  parando un rigore a Colamaria  concesso dai direttori di gara per un fallo di Olmos ai danni dello stesso Colamaria. Al 15’50 Olmos si fa parare da Dangelico il tiro di prima concesso per il decimo fallo pugliese . Finisce con Giovinazzo che rinuncia al portiere e per poco non rovina la serata ai rossoneri. Che però alla fine vincono e festeggiano, sapendo che questi 3 punti sono importantissimi per il prosieguo del campionato. In altri tempi i padroni di casa avrebbero pagato dazio, probabilmente pareggiato e con un pizzico di sfortuna anche perso. Si torna in pista mercoledì sera 15 novembre sulla prestigiosa pista di Lodi, per la gara di recupero della seconda giornata, rimandata per indisposizione dell’impianto lodigiano.

21/05/2024 - riproduzione riservata