Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION BATTE BREGANZE E SI PIAZZA AL QUARTO POSTO DELLA CLASSIFICA.

Sale in quarta posizione (ed ha il vantaggio della vittoria in caso di pari punteggio col Grosseto) la Gamma Innovation Sarzana, piegando il VenetaLab Breganze per 7-4. Non è stata una vittoria perentoria dei sarzanesi, ma i liguri sono riusciti a far contare il fattore pista nel momento più importante. Dopo i tre gol di Sergio Festa nel primo tempo, nella ripresa i vicentini rimettono tutto in gioco con le due reti di Ramiro Torres (splendida doppietta per lui). Joaquin Olmos e Davide Borsi riportano a +3 i rossoneri ma ancora Franco Posito riduce il gap. Botta e risposta nel finale tra Domenico Illuzzi e Facundo Ortiz ed in mezzo la rete di Stefano Dal Santo, in un Breganze a cui mancavano capitan Cocco, Agostini e Dalla Valle influenzati  sostituiti dagli esordienti Volpe, Battaglin e Barbieri che militano nella squadra di A2. Si porta momentaneamente al quarto posto il Gamma Innovation Sarzana, dietro Forte, Trissino e Follonica. Per quello che riguarda la griglia della Coppa Italia non potranno esserci ribaltoni particolari nell’ultima giornata ma solamente il Lodi ha ancora le possibilità da attuale settimo di potersi trovare tra le prime quattro, visto che giocherà domenica a Giovinazzo e mercoledì prossimo in casa contro il Valdagno e ai rossoneri non servirebbe neppure vincere a Vercelli perché arriverebbero quinti proprio ai danni del Lodi. Comunque sono già sette le squadre qualificate alla finaleight di Coppa Italia,  rimangono in tre per un posto, l’ultimo rimasto che se lo giocano Montebello, Sandrigo e Bassano, divise  da tre punti. Tornando alla vittoria casalinga contro il Breganze il Presidente Corona commentava così a fine gara. “Sono soddisfatto, bisognava vincere e non era facile come tutti alla vigilia volevano farci credere complimenti al Breganze, che ci ha messo in difficoltà, ma di questo non avevo dubbi e avevo già messo in guardia i miei giocatori (nella foto di Vincenzo Gianfranchi Sergio Festa autore di tre reti nella sfida contro il Breganze).


GAMMA INNOVATION H.SARZANA – VENETALAB HOCKEY BREGANZE = 7-4 (3-0, 4-4)

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Borsi (C), Garcia J, Ortiz, De Rinaldis F – Olmos, Illuzzi, Festa, Tognacca, Venè – All. De Rinaldis P

VENETALAB HOCKEY BREGANZE: Zanfi, Dal Santo, Costenaro S, Posito, Torres – Battaglin, Lanaro, Volpe, Barbieri E, Bernardelli – All. Pozzan

Marcatori: 1t: 16’19” Festa (tir.dir) (SAR), 17’34” Festa (SAR), 20’29” Festa (SAR) – 2t: 1’22” Torres (BRE), 2’18” Torres (BRE), 6’25” Olmos (SAR), 10’19” Borsi (SAR), 14’00” Posito (PP) (BRE), 21’14” Illuzzi (PP) (SAR), 21’50” Dal Santo (BRE), 22’44” Ortiz (SAR)

Espulsioni: 1t: 16’19” Lanaro (2′) (BRE) – 2t: 13’34” Olmos (2′) (SAR), 20’46” Torres (2′) (BRE)

Arbitri: Marco Rondina di Vercelli e Daniele Moretti di Follonica  (GR)

Sale in quarta posizione (ed ha il vantaggio della vittoria in caso di pari punteggio col Grosseto) la Gamma Innovation Sarzana, piegando il VenetaLab Breganze per 7-4. Non è stata una vittoria perentoria dei sarzanesi, ma i liguri sono riusciti a far contare il fattore pista nel momento più importante. Dopo i tre gol di Sergio Festa nel primo tempo, nella ripresa i vicentini rimettono tutto in gioco con le due reti di Ramiro Torres (splendida doppietta per lui). Joaquin Olmos e Davide Borsi riportano a +3 i rossoneri ma ancora Franco Posito riduce il gap. Botta e risposta nel finale tra Domenico Illuzzi e Facundo Ortiz ed in mezzo la rete di Stefano Dal Santo, in un Breganze a cui mancavano capitan Cocco, Agostini e Dalla Valle influenzati sostituiti dagli esordienti Volpe, Battaglin e Barbieri che militano nella squadra di A2. Si porta momentaneamente al quarto posto il Gamma Innovation Sarzana, dietro Forte, Trissino e Follonica. Per quello che riguarda la griglia della Coppa Italia non potranno esserci ribaltoni particolari nell’ultima giornata ma solamente il Lodi ha ancora le possibilità da attuale settimo di potersi trovare tra le prime quattro, visto che giocherà domenica a Giovinazzo e mercoledì prossimo in casa contro il Valdagno e ai rossoneri non servirebbe neppure vincere a Vercelli perché arriverebbero quinti proprio ai danni del Lodi. Comunque sono già sette le squadre qualificate alla finaleight di Coppa Italia, rimangono in tre per un posto, l’ultimo rimasto che se lo giocano Montebello, Sandrigo e Bassano, divise da tre punti. Tornando alla vittoria casalinga contro il Breganze il Presidente Corona commentava così a fine gara. “Sono soddisfatto, bisognava vincere e non era facile come tutti alla vigilia volevano farci credere complimenti al Breganze, che ci ha messo in difficoltà, ma di questo non avevo dubbi e avevo già messo in guardia i miei giocatori – poi il Presidente rossonero elogia la squadra Veneta una squadra stoica, mai doma, con due stranieri di qualità Facundo Posito,  e Ramiro Torres  quest’ultimo autore delle due reti che hanno rimesso in gioco la squadra Breganzese, che hanno fatto vedere ottimi colpi e comunque vada il campionato del Breganze questi giovani visti questa sera meritano di giocare la prossima stagione in serie A1 – Poi Corona chiude parlando  del finale del girone d’andata e della griglia della Coppa Italia  – sarebbe bello entrare nei primi quattro e giocarci i quarti di finale di Coppa Italia  in casa davanti al nostro pubblico, ora siamo quarti in classifica con 22 punti, ma purtroppo non siamo noi i padroni del nostro destino perché se il Lodi farà bottino pieno nelle ultime due gare, l’eventuale nostra vittoria a Vercelli, per niente scontata, sarà ininfluente e chiuderemo l’andata al quinto posto.   Ora dobbiamo pensare a fare bene senza fare troppi calcoli, io voglio tenere i piedi ben saldi a terra, bisogna stare molto calmi e fare bene le cose che sappiamo fare. Ricordandoci che quando abbiamo vinto la Coppa Italia ci siamo qualificati da ottavi. Ora il primo obiettivo da raggiungere è girare l’andata a 25 punti, che sarebbe un punto in più della passata stagione, fatto quello guarderemo avanti. Ora ripartiamo con l’avventura europea, ci aspettano gli ottavi di finale di wseurope cup sapendo che sabato ad Alcoy in Spagna sarà durissima, dopo quell’impegno metteremo la testa sulla gara di Vercelli di mercoledì”.   Ma veniamo alla cronaca della gara: mister Pozzan, schiera il suo starting-five titolare con capitan Dal Santo e Costenaro sulla linea difensiva assieme alla coppia d’attacco composta dal duo argentino Ramiro Torres e Facundo Posito con Zanfi a difesa della porta e a disposizione Battaglin, Lanaro, Volpe, Barbieri e il secondo portiere Bernardelli. Paolo De Rinaldis risponde con il solito quintetto Corona, Borsi, Garcia, Facundo Ortiz, De Rinaldis. Si comincia con i rossoneri a comandare il gioco, il tempo passa e il match non si sblocca fino al 16’,19” quando il Sergio Festa trasforma un tiro diretto concesso, per l’espulsione di Lanaro reo di aver spinto contro la balaustra lo stesso Festa. Passa poco più di un minuto e il bomber materano trova il raddoppio incuneandosi nella difesa veneta e lasciando partire una precisa conclusione che colpisce il palo e finisce in rete. Al 20’,29” terza rete rossonera ancora con Sergio Festa che con una conclusione dalla media distanza batte Zanfi portando il parziale sul tre a zero. Sul triplo vantaggio rossonero il portiere breganzese è chiamato agli straordinari e anche Corona dall’altra parte fa buona guardia sulle pericolose ripartenze dei veneti. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con il punteggio di 3 a 0 a favore della formazione del Gamma Innovation. Nel secondo tempo Gamma Innovation riparte molle e il Breganze prende il sopravvento, si scatena Ramiro Torres che all’ 1,26” si mette in proprio e cinque metri fuori dell’area lascia partire una conclusione a fil di gamba di Ortiz che si insacca nel sette alla destra di Corona, passa un minuto e lo stesso Torres  ruba palla a Garcia e si invola tutto solo verso Corona e lo batte  portando il punteggio sul 3 a 2. Al 6’,25” si sveglia il talento di Joaquin Olmos che ricevuta palla da Borsi lascia partire una fucilata in diagonale che si insacca alle spalle di Zanfi. Al 10’,19” quinta rete rossonera in una bella azione di contropiede orchestrata, De Rinaldis serve Borsi che di prima intenzione mette la sfera alle spalle del portiere Veneto. Sembra tutto finito e invece Olmos al 13’,34” aggancia Costenaro e finisce in panca puniti mandando Posito alla trasformazione del tiro diretto. Corona si esalta e para la conclusione di Posito che però nella superiorità numerica riesce a battere il portiere rossonero e a portare il Breganze a meno due. Al 20’,46” Torres aggancia Ortiz e finisce in panca puniti e manda Festa alla trasformazione del tiro diretto. Ma l’alza e schiaccia del bomber rossonero è preda dell’ ottimo Bernardelli  entrato in sostituzione di Zanfi. Ma nel power play susseguente Illuzzi con una conclusione in diagonale riporta i sarzanesi sul triplo vantaggio. Passano due secondi che un tiraccio dalla distanza di Dal Santo  cambia direzione per la deviazione fortuita di Ortiz e si insacca alle spalle di Corona. E al 22’,44” la rete di Facundo Ortiz con un bellissimo alza e schiaccia al termine di un azione personale   fa passare i titoli di coda sulla  gara. Il suono della sirena chiude la partita  con il punteggio di 7 a 4.  Sabato prossimo 16 Marzo i rossoneri sono di scena a Alcoy in Spagna contro il Pas Alcoy  sfida valida per gli ottavi di finale della WS Europe Cup.  

16/04/2024 - riproduzione riservata