Hockey Sarzana

GAMMA INNOVATION ALZA BANDIERA BIANCA CONTRO I CAMPIONI D’ ITALIA DEL TRISSINO.

Gamma Innovation Sarzana alza bandiera bianca a Trissino, nello scontro al vertice sono ancora una volta i blucelesti a primeggiare, (nove vittorie nelle ultime nove sfide) portandosi sul 2-0 nel primo tempo, dopo l’1-0  di Gavioli dopo 100 secondi e il raddoppio di Reinaldo Garcia nel finale del primo tempo. Cocco su rigore nel secondo tempo firma il 3-0 poi il talento Olmos il 3-1 a 8 minuti dalla fine. L’ultimo colpo di reni è di marca trissinese, con il trittico dell’ultimo eccezionale biennio, Gavioli, Cocco e Malagoli (6-1 definitivo). Ottima la prestazione della squadra veneta contro un Sarzana, che, visto in pista ieri sera, è solo una brutta copia di quello visto nelle prime tre giornate di campionato. “Chi lotta può perdere chi non lotta ha già perso sono le prime parole del Presidente Maurizio Corona al termine della gara che cita niente meno che Ernesto Che Guevara. Ripartiamo senza alibi, scusandoci con tutti i nostri tifosi, non tanto per la sconfitta che poteva essere ampiamente preventivata ma per l’atteggiamento della squadra troppo remissivo in certi frangenti della gara. Ora più che mai uniti come un pugno, andiamo a Calafell  in Spagna per il secondo preliminare di Champions league, dove sogniamo di qualificarci per la fase a gironi della massima competizione europea, noi dobbiamo giocare da Sarzana e tireremo le somme a fine concentramento.” (nella foto Simone Corona autore di una prova maiuscola a Trissino).


HOCKEY TRISSINO – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 6-1 (2-0, 4-1)

HOCKEY TRISSINO: Zampoli, Pinto (C), Mendez, Gavioli, Cocco – Garcia R, Malagoli, Schiavo, Piccoli Gio, Sgaria B – All. Tiago Sousa

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Illuzzi, Garcia J, Borsi (C), Ortiz – Olmos, Festa, De Rinaldis F, Tognacca, Venè – All. De Rinaldis P

Marcatori: 1t: 1’46” Gavioli (TRI), 21’30” Garcia R (TRI) – 2t: 3’15” Cocco (rig) (TRI), 16’11” Olmos (SAR), 16’20” Gavioli (TRI), 18’54” Cocco (TRI), 24’13” Malagoli (TRI)

Espulsioni: 2t: 14’55” Garcia R (2′) (TRI)

Arbitri: Franco Ferrari di Viareggio (LU) e Vincenzo Marinelli di Giovinazzo (BA)

 

Gamma Innovation Sarzana alza bandiera bianca a Trissino, nello scontro al vertice sono ancora una volta i blucelesti a primeggiare, (nove vittorie nelle ultime nove sfide) portandosi sul 2-0 nel primo tempo, dopo l’1-0 di Gavioli dopo 100 secondi e il raddoppio di Reinaldo Garcia nel finale del primo tempo. Cocco su rigore nel secondo tempo firma il 3-0 poi il talento Olmos il 3-1 a 8 minuti dalla fine. L’ultimo colpo di reni è di marca trissinese, con il trittico dell’ultimo eccezionale biennio, Gavioli, Cocco e Malagoli (6-1 definitivo). Ottima la prestazione della squadra veneta contro un Sarzana, che, visto in pista ieri sera, è solo una brutta copia di quello visto nelle prime tre giornate di campionato. “Chi lotta può perdere chi non lotta ha già perso sono le prime parole del Presidente Maurizio Corona al termine della gara che cita niente meno che Ernesto Che Guevara. Ripartiamo senza alibi, scusandoci con tutti i nostri tifosi, non tanto per la sconfitta che poteva essere ampiamente preventivata ma per l’atteggiamento della squadra troppo remissivo in certi frangenti della gara. Ora più che mai uniti come un pugno, andiamo a Calafell  in Spagna per il secondo preliminare di Champions league, dove sogniamo di qualificarci per la fase a gironi della massima competizione europea, noi dobbiamo giocare da Sarzana e tireremo le somme a fine concentramento. E’ una sconfitta che può solamente servirci da lezione – continua il Presidente  parlando della sua squadra – la partita contro il Trissino ci deve fare riflettere, mettere i piedi per terra, in vista delle partite alla nostra portata. Ho parlato con mister De Rinaldis a fine gara anche lui come me molto arrabbiato con tutta la squadra, lui la partita l’ aveva preparata perfettamente, poi qualcosa, dopo i primi dieci minuti di partita giocati alla pari,  si è bloccato nella testa dei ragazzi, detto questo, occorre ammettere che abbiamo perso per nostro demerito ma anche per merito del Trissino  che è  una super corazzata stellare come la scorsa stagione. Ora però è inutile piangersi addosso, abbiamo i secondi preliminari di Champions e mercoledì otto novembre saremo a Bassano – conclude Corona – guardiamo avanti basso profilo e al pezzo, chiedendo a tutti i tifosi di sostenere la squadra senza se e senza ma”. Ma veniamo alla gara, l’allenatore il portoghese Tiago Sousa  schiera il suo starting-five titolare, con il capitano Joao Pinto  assieme a Gavioli sulla linea difensiva in attacco Mendez e Cocco con Zampoli a difesa della porta, con a disposizione Malagoli, Reinaldo Garcia, Schiavo, Piccoli e il secondo portiere Sgaria. Paolo De Rinaldis risponde con Corona tra i pali, Facu Ortiz, Borsi, Jeronimo Garcia e Illuzzi. Ma veniamo alla cronaca della partita:  Inizio vibrante delle due squadre, che nei primi sessanta secondi si rendono pericolose con Ortiz e Cocco. Il Trissino è cinico al 1’46”, con Gavioli che si libera sulla destra, si presenta a tu per tu con Corona e lo supera sul primo palo per il gol del vantaggio bluceleste, confermando il suo ottimo momento realizzativo: 1-0. Il Sarzana non ci sta, e attacca a testa bassa per 5-6 minuti, trovando sulla sua strada un Zampoli attento, che respinge sui tiri a botta sicura di Borsi al 4’, di Ortiz al 5’ e di Garcia al 6’30. Dopo un paio di parate di Corona su Cocco, è ancora Zampoli il protagonista, parando da campione su Borsi. Al 13’40 il Trissino si guadagna un tiro di rigore ma la traversa dice di no alla conclusione di Cocco. Da qui in avanti il Trissino alza il ritmo e schiaccia il Sarzana nella propria area di rigore: al 15’30 chance per Piccoli, al 16’ alza e schiaccia alto di Joao Pinto, al 16’30 incrocio di pali di Gioele Piccoli e poi ancora Malagoli con Corona che si esalta e tiene la sua porta inviolata. Al 21’30 il forcing trissinese viene premiato, da Reinaldo Garcia, che si inventa una magia e in diagonale la mette all’incrocio dei pali dove nemmeno l’ottimo Corona poteva arrivare: 2-0 e quarto gol stagionale dell’ex capitano dell’FC Porto. Nel finale una chance per parte: al 22’ ottima lettura difensiva di Reinaldo sul contropiede di Festa e Ortiz, mentre al 24’ Corona è mostruoso sull’uno contro uno di Cocco. E con il punteggio di 2 a 0 a favore dei campioni d’ Italia le due squadre vanno al riposo. Inizia il secondo tempo e il Trissino parte a razzo con Corona ottimo su Reinaldo e Malagoli. Il Sarzana non fa certo la comparsa, e Zampoli chiude da campione sui tentativi di Borsi e Garcia. Il Trissino sfiora il gol con Malagoli, e poi lo trova al 3’15, su rigore, con Cocco che mette la pallina all’incrocio dei pali: 3-0. Il Trissino è in fiducia, e Corona è strepitoso al 4’30 con una tripla parata su Reinaldo, Cocco e Malagoli. Il Sarzana è determinato ad accorciare, e Zampoli ha il suo bel daffare su Borsi, Olmos, e Festa. Al 15’ cartellino blu per Reinaldo, con Festa che però tira a lato il diretto. Il Sarzana attacca in superiorità, e al 16’ e 11” accorcia le distanze con la rete di Olmos che supera Zampoli sul primo palo: 3-1. Nemmeno il tempo di mettere pallina al centro, però, che dieci secondi più tardi il Trissino allunga nuovamente con la puntata di Gavioli che fa doppietta personale e poker trissinese: 4-1. Corona para su Joao Pinto, ma nulla può al 18’,54”’ sul meraviglioso alza e schiaccia di Cocco che fa esplodere il Pala Dante: 5-1. Prima della fine c’è spazio per il rigore di Cocco parato da Corona, e per la rete del definitivo 6-1 messa a segno da Malagoli.

Ringraziamo l’ ufficio stampa del Trissino per gli appunti sulla cronaca della gara.

21/05/2024 - riproduzione riservata