Hockey Sarzana

DALLA PISTA ALLA PANCHINA: A SARZANA SCATTA L’ ORA DI SERGIO FESTA IN SERIE A1 CHE GUIDERA’ ANCHE L’UNDER 17.

ll nuovo allenatore dell’ Hockey Sarzana in serie A1 nella stagione 2024-25 è Sergio Festa. Sarà l’ex tecnico della squadra di Serie A2 e under 19  della passata stagione, nonché giocatore della prima squadra, a raccogliere l’importante eredità di Paolo De Rinaldis sulla panchina rossonera ed oltre alla prima squadra guiderà anche la formazione Under 17. L’ Hockey Sarzana riparte da una scommessa in piena regola: Sergio Festa, bomber per eccellenza, carriera ricca di gol, squadre e maglie azzurre per il nuovo tecnico rossonero, cresciuto nelle giovanili del Matera, ha giocato con la squadra biancoazzurra dal 2000 al 2003, successivamente fino al 2007 ha militato nelle fila della Roller Salerno, poi un anno con il Castiglione, con il Bassano (Bassano 54) e con il Seregno prima di approdare, per due campionati, alla Roller Bassano. La carriera di Festa, poi, è continuata con il Lodi, con Valdagno, con il Matera. Poi a Sarzana nelle stagioni 2016-2017 e 2017-2018 dove ha regalato gol a grappoli al club di Piazza Terzi. Nella prima stagione in rossonero ha conquistato la prima storica final four europea  del Sarzana dell’allora Coppa Cers, grazie al suo golden gol contro il Turquell. Nella seconda stagione con il club di Piazza Terzi si è classificato quarto in classifica cannonieri con 43 reti e ha conquista la prima Federation Cup della formazione rossonera. Poi CGC Viareggio, Scandiano, Bassano e Forte dei Marmi e il ritorno in maglia rossonera negli ultimi due anni. Un tecnico nuovo per la categoria ma con alle spalle una lunghissima carriera da giocatore e nell’ultimo anno anche da tecnico, guidando il farm team in serie A2 e l’under 19 dell’ Hockey Sarzana. Inserito dalla federazione come allenatore nella nazionale under 17 e femminile perché, come dice Tommaso Colamaria responsabile squadre nazionali della Fisr, Sergio è un allenatore bravo, preparato e moderno. “Serve tempo agli allenatori nuovi e bisogna credere in loro, avere fiducia. È come con i giocatori giovani, bisogna avere il coraggio di schierarli, lanciarli se sono bravi e avere fiducia in loro. Poi per vincere serve anche il giusto mix di fortuna. Come società avevamo già deciso a Dicembre sulla figura di Sergio Festa, dopo che Paolo De Rinaldis ci aveva comunicato la sua decisione di  lasciare a fine stagione” ha dichiarato il Presidente Maurizio Corona. (nella foto Sergio Festa con la maglia della nazionale italiana)


ll nuovo allenatore dell’ Hockey Sarzana in serie A1 nella stagione 2024-25 è Sergio Festa. Sarà l’ex tecnico della squadra di Serie A2 e under 19  della passata stagione, nonché giocatore della prima squadra, a raccogliere l’importante eredità di Paolo De Rinaldis sulla panchina rossonera ed oltre alla prima squadra guiderà anche la formazione Under 17. L’ Hockey Sarzana riparte da una scommessa in piena regola: Sergio Festa, bomber per eccellenza, carriera ricca di gol, squadre e maglie azzurre per il nuovo tecnico rossonero, cresciuto nelle giovanili del Matera, ha giocato con la squadra biancoazzurra dal 2000 al 2003, successivamente fino al 2007 ha militato nelle fila della Roller Salerno, poi un anno con il Castiglione, con il Bassano (Bassano 54) e con il Seregno prima di approdare, per due campionati, alla Roller Bassano. La carriera di Festa, poi, è continuata con il Lodi, con Valdagno, con il Matera, prima di essere fermato per un’assurda storia di doping. Poi la ripartenza a Sarzana nelle stagioni 2016-2017 e 2017-2018 dove ha regalato gol a grappoli al club di Piazza Terzi. Nella prima stagione in rossonero ha conquistato la prima storica final four europea  del Sarzana dell’allora Coppa Cers, grazie al suo golden gol contro il Turquell. Nella seconda stagione con il club di Piazza Terzi si è classificato quarto in classifica cannonieri con 43 reti e ha conquista la prima Federation Cup della formazione rossonera. Poi CGC Viareggio, Scandiano, Bassano e Forte dei Marmi e il ritorno in maglia rossonera negli ultimi due anni. Un tecnico nuovo per la categoria ma con alle spalle una lunghissima carriera da giocatore e nell’ultimo anno anche da tecnico, guidando il farm team in serie A2 e l’under 19 dell’ Hockey Sarzana. Inserito dalla federazione come allenatore nella nazionale under 17 e femminile perché, come dice Tommaso Colamaria responsabile squadre nazionali della Fisr, Sergio è un allenatore bravo, preparato e moderno. “Serve tempo agli allenatori nuovi e bisogna credere in loro, avere fiducia. È come con i giocatori giovani, bisogna avere il coraggio di schierarli, lanciarli se sono bravi e avere fiducia in loro. Poi per vincere serve anche il giusto mix di fortuna. Come società avevamo già deciso a Dicembre sulla figura di Sergio Festa, dopo che Paolo De Rinaldis ci aveva comunicato la sua decisione di  lasciare a fine stagione” ha dichiarato il Presidente Maurizio Corona. Credo che Sergio abbia gli stimoli – continua il presidente – le capacità giuste per provare a compiere l’ennesima impresa, è molto preparato, conosce perfettamente l’ambiente, concepisce l’hockey in maniera “moderna” e si metterà a disposizione della società. Infatti oltre guidare la serie A1, guiderà la formazione Under 17 nella quale la società vede elementi che possono nel prossimo futuro costituire il cambio generazionale auspicato, inoltre si metterà a disposizione come giocatore, undicesimo uomo in caso di necessità. Poi il presidente chiude parlando della staffetta di Sergio con Paolo De Rinaldis “Paolo dopo questa stagione lascerà un segno indelebile nella storia dell’hockey sarzanese condito da record importanti. Ma come accade spesso il ciclo sportivo ha un inizio e inevitabilmente una fine e come diceva Rossella O’Hara nel celebre film Via col Vento “dopotutto domani è un altro giorno”. Poi il presidente ritorna sulla staffetta parafrasando l’atletica leggera e dice “Quando in una gara di staffetta il testimone passa da una mano all’altra, il pubblico sposta la sua attenzione, le sue speranze e le sue attese da un atleta all’altro: non dimentica i progressi del primo, dà tutta la sua fiducia al secondo perché unica è la meta. Perciò vai Sergio! Sarzana è con te”  Queste le prime parole di Sergio Festa nella nuova veste di allenatore:  Sei contento del nuovo incarico?  “Sono felice ed entusiasta di aver ricevuto l’ incarico di allenatore della prima squadra, per me restare in questo gruppo in questa società e nell’ ambiente Sarzana era la mia priorità. Qui mi sento a casa e mi viene naturale dare il massimo per questi colori e questa città. Chiaramente devo ringraziare il presidente Corona e tutto il Consiglio e Staff per la fiducia e l’ opportunità che mi stanno concedendo, non era scontato e di certo puntare su una figura e un profilo giovane non e’ da tutti. Non vedo l ora di iniziare e mettermi in gioco, ho la fortuna di allenare una grande squadra con tanti compagni e amici e la mia intenzione e quella di  portarli al massimo del loro potenziale e allo stesso tempo falli divertire pur mettendo in pista il massimo sacrificio ed impegno. Voglio trasmettere ai ragazzi il mio hockey e la mia voglia di arrivare il più in alto possibile. Veniamo da due stagioni brillanti e con ottimi risultati e bisogna proseguire sulla stessa strada anche se migliorarsi non e’ mai facile ma di sicuro ci proveremo.” Triplo ruolo quello affidato a te ? “Il mio ruolo sarà chiaramente guidare la prima squadra ma sarò in pista ad allenarmi con i ragazzi e ricoprirò in caso di necessità anche il ruolo di giocatore come undicesimo del gruppo. L’ altro mio ruolo, non certo di minore importanza, sarà allenare e seguire l ‘ under 17 dove ci sono dei ragazzi a cui tengo molto e che credo nel giro di qualche anno potranno diventare giocatori della nostra prima squadra. Il mio obbiettivo che e’ già iniziato la scorsa stagione e’ quello di lavorare a tempo pieno con questi ragazzi e crescere tutto il vivaio del Sarzana affinché si creino le basi per il futuro e il ricambio generazionale. Sei già sintonizzato e al lavoro ? “Adesso sto pensando a preparare l’under 23 per le finali nazionali di Breganze e la mia testa e tutta concentrata per questo impegno, ma appena finito mi butterò subito a preparare la prossima stagione che sarà molto intensa visto che tante squadre si sono rinforzate e quindi ci sarà da lottare ad ogni partita come se fosse una finale. Credo che sarà un campionato spezzato in due tronconi dove ci sono 6/7 più attrezzate che sicuramente battaglieranno nei play off e il resto della griglia più o meno equilibrate tra loro” Cosa vuoi dire ai tifosi rossoneri e agli Incessanti ?  “Voglio fare un plauso in primis alla nostra fantastica curva poi a tutti i tifosi e a tutti gli appassionati rossoneri per la presenza e il calore che hanno trasmesso alla squadra. Loro sono davvero il sesto uomo in pista e vogliamo continuare a regalare a questo magnifico pubblico più emozioni possibili non solo dal punto di vista dei risultati ma anche delle prestazioni in pista. Mi piacerebbe esprimere in pista un hockey dinamico ed intenso che possa davvero piacere ed entusiasmare tutti, ma prima di tutto come ormai tutti sanno noi dobbiamo lasciare tutto quello che abbiamo in pista perché Sarzana si e’ sempre distinta perché non molla mai e questa caratteristica deve rimanere primaria rispetto a tutto il resto. Concludo dicendo che che per me non sarà un anno facile sia per la poca esperienza sia per le aspettative che ci possono essere ma io ho tanta voglia di lavorare ed un entusiasmo altissimo”

18/06/2024 - riproduzione riservata