Hockey Sarzana

CREDIT AGRICOLE: UNA VITTORIA PER IL DECOLLO, IL FOLLONICA DEVE ARRENDERSI.

Il Credit Agricole chiude il suo 2020 con una clamorosa prima posizione grazie ai tre punti soffertissimi conquistati in un finale mozzafiato contro la Galileo Follonica. A decidere il gol di Joan Galbas su rigore a 3’30” dalla fine ma, soprattutto, la parata su rigore di Simone Corona a sette millesimi dal suono della sirena sul tiro dello specialista Federico Pagnini, in una gara in cui il Galileo è stata avanti  per buona parte del secondo tempo, raggiunto e poi superata solo nella fase finale del match dalla formazione di Alessandro Bertolucci che ha così scritto l’ennesima impresa al Polivalente. (nella foto di Marco Dallara Simone Corona l’ “hombre del partido della gara contro il Follonica).


CREDIT AGRICOLE SARZANA – GALILEO FOLLONICA = 3-2 (1-0, 2-2)

CREDIT AGRICOLE SARZANA: Corona, Borsi (C), Ipinazar, Rossi, Galbas J – De Rinaldis, Osorio, Cardella, Rispogliati, Bianchi – Allenatore Alessandro Bertolucci.
GALILEO FOLLONICA: Barozzi, Pagnini F (C), Montigel, Pagnini M, Banini D – Cabella, Bonarelli, Esposto, Piro, Menichetti – Allenatore Sergio Silva

Marcatori: 1t: 2’26” Rossi (S) – 2t: 16’30” Banini D (tir.dir) (F), 18’33” Pagnini M (tir.dir) (F), 20’09” Rossi (S), 21’30” Galbas J (rig) (S)

Espulsioni: 2t: 16’30” Ipinazar (S), 18’33” Borsi (2′) (S), 21’30” Cardella (2′) (S)

Arbitri: Luca Molli di Viareggio (LU) e Mario Trevisan di Viareggio (LU)

Il Credit Agricole chiude il suo 2020 con una clamorosa prima posizione  grazie ai tre punti soffertissimi conquistati in un finale mozzafiato contro la Galileo Follonica. A decidere il gol di Joan Galbas su rigore a 3’30” dalla fine ma, soprattutto, la parata su rigore di Simone Corona a sette millesimi dal suono della sirena sul tiro dello specialista Federico Pagnini, in una gara in cui il Galileo è stato avanti per buona parte del secondo tempo, raggiunto e poi superato solo nella fase finale del match dalla formazione di Alessandro Bertolucci che ha così scritto l’ennesima impresa al Polivalente. “Sono soddisfattissimo per la vittoria di questa sera, abbiamo fatto un capolavoro contro un’ottima squadra come il Follonica a cui voglio fare i complimenti, perché è una squadra forte e lo sapevamo. I biancoazzurri giocano bene e per una parte del secondo tempo ci hanno messo in difficoltà, ci hanno fatto soffrire, ma credo che la nostra vittoria sia meritata. Dopo il vantaggio di Galbas abbiamo giocato 2 minuti con un giocatore in meno per l’espulsione di Cardella dalla panchina e poi abbiamo subito un rigore a 7 decimi dalla fine, in cui Simone (Corona ndr) si è superato. Voglio dare il merito ai ragazzi: a volte dimentano quello che stanno facendo. Mi seguono in tutto e per tutto è un piacere lavorare con loro commenta il tecnico Alessandro Bertolucci a fine partita – Il Presidente Corona fa i complimenti alla squadra “abbiamo assistito ad una partita vibrante ed emozionante. Siamo partiti andando subito  in vantaggio, poi abbiamo subito il loro ritorno, ma la squadra non ha mai mollato. Nemmeno quando si è trovata sotto di un gol a metà del secondo tempo. Un vittoria strameritata, conquistata col cuore e senza perdere la testa nonostante alcune decisioni arbitrali dubbie. Complimenti a tutta la squadra.  – continua il  Presidente – sono soddisfatto dei miei ragazzi, stanno dando tutto quello che hanno: di testa, gambe e cuore. La  vittoria è tutta loro e del loro condottiero anche grazie al lavoro che tutti i giorni stanno facendo, dal primo all’ultimo. Per ciò che concerne la classifica noi non guardiamo da nessuna parte, anzi con la vittoria di ieri abbiamo conquistato anche se non matematicamente la final eight di Coppa Italia, traguardo impensabile quando sono usciti i calendari. Noi restiamo con i piedi ben saldi a terra dobbiamo lavorare sodo tutti i giorni, per dare il nostro meglio. I ragazzi devono innanzitutto divertirsi e tenere il profilo basso solo in questo modo si riesce a giocare bene ottenendo i risultati. Quella di oggi è stata una super prestazione considerando le gare che avevamo disputato negli ultimi dieci giorni con tre trasferte in terra veneta. Voglio ringraziare il pubblico di Sarzana – conclude il Presidente – che anche questa sera, ci ha seguito via streaming e ci ha fatto sentire la sua vicinanza, Inoltre voglio ringraziare anche  l’Amministrazione Comunale, che ha voluto regalare ai sarzanesi una nuova  illuminazione, per permettere un’ ottima visione delle partite in diretta televisiva ai nostri tifosi, purtroppo costretti a casa visto il divieto di presenziare agli eventi sportivi. Ieri sera l’amministrazione comunale era    presente alla gara con l’Assessore Campi  per testare dal vivo il nuovo impianto di illuminazione inaugurato proprio per la gara contro il Follonica. Ma veniamo alla gara, l’allenatore Sergio Silva schiera il suo starting-five titolare, con Federico Pagnini assieme all’ argentino Fernando Montigel sulla linea difensiva in attacco Davide Banini e Marco Pagnini con Barozzi alla difesa della porta e a disposizione Serse Cabella, Oscar Bonarelli, Mattia Piro e Luca Esposto e il secondo portiere Giovanni Menichetti. Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Galbas, Ipinazar, Borsi e Rossi. Per la cronaca primo tempo equilibrato. Sarzana in vantaggio al 2’,26” con Francesco Rossi che controlla un passaggio di Galbas in area di rigore si gira e batte Barozzi portando in vantaggio i rossoneri. Follonica reagisce, colpisce il palo con Marco Pagnini, Galbas impegna Barozzi poi Corona si erge a protagonista bloccando le occasioni di Banini, Cabella e Montigel. Ma deve superarsi soprattutto su Marco Pagnini che, al termine di un’azione irresistibile, si presenta solo davanti a lui, trovando la risposta migliore possibile. Nel finale di tempo annullato il possibile raddoppio di De Rinaldis per un fallo in attacco ai più parso inesistente. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo con i rossoneri in vantaggio per 1 a 0. Nella ripresa copione identico e portieri sugli scudi, eccelle la classe di Leonardo Barozzi, portiere ospite che vince il duello con Joan Galbas che cerca la rete con almeno sei conclusioni dalla distanza ma trova di fronte a sé un muro insormontabile. Al 41’,30” il Follonica trova il pareggio grazie a un tiro diretto concesso dall’arbitro Molli per un fallo di Ipinazar, che viene punito con il cartellino blu; al limite dell’area si incarica della conclusione Banini che batte Corona. Passano due minuti e i maremmani  ribaltano la contesa ancora su tiro diretto, questa volta è Borsi a finire in panca puniti, e Marco Pagnini a realizzare il tiro di prima che batte Corona e porta in avanti i maremmani. La squadra di Bertolucci e nell’arco di due minuti la ribalta dapprima con  Rossi, al 45’,09”, tap-in indisturbato a due passi da Barozzi e poi con Galbas, al 46’,30”, su rigore dopo un coast to coast di Ipinazar steso in area da Federico Pagnini. La troppa esultanza mal interpretata dal Sign. Molli costano a Cardella, in quel momento in panchina,  il cartellino blu dopo la rete del vantaggio rossonero e costringono la formazione di Bertolucci all’inferiorità numerica, i rossoneri difendono come leoni e Corona è super in almeno tre occasioni. Appena ristabilita la parità i toscani  accennano il forcing disperato che trova i suoi frutti all’ultimo secondo. La coppia arbitrale assegna un rigore agli ospiti, quando il cronometro segna solo 7 millesimi alla fine. Sette millesimi. Dal dischetto si presenta Federico Pagnini, il capitano ospite, che Corona ipnotizza prima muovendosi in anticipo e facendo ribattere il penalty,  poi neutralizzando  la conclusione, e di fatto regalando i 3 punti ai rossoneri ergendosi così all’ “hombre del partido”.  Soddisfazione nel clan rossonero per aver ritrovato la vittoria dopo la battuta d’arresto di Sandrigo, un risultato positivo contro una squadra ben attrezzata  come il Follonica  che arrivava alla gara reduce da 4 risultati utili consecutivi. Ora mister Bertolucci manda tutti in vacanza per una settimana, ripresa degli allenamenti prevista per lunedì 28 dicembre per preparare il prossimo incontro di  martedì 5 Gennaio 2021 al Palasport di Biassono contro il  Teamservicecar Monza in un palazzetto da cui l’Hockey Sarzana non ne è mai uscito vincitore.

16/08/2022 - riproduzione riservata