Hockey Sarzana

CREDIT AGRICOLE SARZANA A VALDAGNO PER “UN MERCOLEDI’ DA LEONI”

Mercoledì 27 Gennaio al PalaLido di Valdagno Why Sport Valdagno contro Credit Agricole Sarzana recupero dell’ottava giornata d’andata. Nell’arco di quattro giorni i rossoneri di mister Bertolucci dopo la trasferta a Lodi contro la capolista vanno a Valdagno contro la seconda della classe. Con questa sfida si può delineare il podio del girone d’andata, ma attenzione al Forte dei Marmi dietro a 27. Entrambe sono a 28 punti, e le combinazioni sono molteplici, tra loro due e se in caso l’Amatori Lodi pareggia col Monza ci può essere un ribaltamento solo se il Valdagno vince. Il Sarzana per terminare secondo deve solo vincere perché in caso di pareggio in base alla classifica avulsa ha la peggior differenza reti tra le due. I rossoneri escono dalla sconfitta di Lodi rafforzati mettendo definitivamente da parte il ruolo di sorpresa e consolidandosi come una solida realtà. Servirà un mercoledì da leoni per la formazione del Presidente Corona per sconfiggere la formazione Valdagnese. I rossoneri sono reduci dalla sconfitta di Lodi, sconfitta che ha rafforzato la consapevolezza nella squadra di essere forti e di non temere nessuno, la maturità di imporre il proprio gioco, di recuperare tre reti e di sfiorare il successo perdendo nel finale di misura e arriveranno a Valdagno con l’obiettivo di provare a fare bottino pieno. I Ragazzi di Mister Diego Mir, che recupereranno Tonchi De Oro squalificato dopo il derby contro il Bassano, vogliono tornare subito alla vittoria dopo il pari casalingo contro il Follonica e la sconfitta subita a Bassano.  (nella foto Francisco Ipinazar oggetto di desiderio del  Valdagno la scorsa estate).


Mercoledì 27 Gennaio al PalaLido di Valdagno Why Sport Valdagno contro Credit Agricole Sarzana recupero dell’ottava giornata d’andata. Nell’arco di quattro giorni i rossoneri di mister Bertolucci dopo la trasferta a Lodi contro la capolista vanno a Valdagno contro la seconda della classe. Con questa sfida si può delineare il podio del girone d’andata, ma attenzione al Forte dei Marmi dietro a 27. Entrambe sono a 28 punti, e le combinazioni sono molteplici, tra loro due e se in caso l’Amatori Lodi pareggia col Monza ci può essere un ribaltamento solo se il Valdagno vince. Il Sarzana per terminare secondo deve solo vincere perché in caso di pareggio in base alla classifica avulsa ha la peggior differenza reti tra le due. I rossoneri escono dalla sconfitta di Lodi rafforzati mettendo definitivamente da parte il ruolo di sorpresa e consolidandosi come una solida realtà. I rossoneri sono reduci dalla sconfitta di Lodi, sconfitta che ha rafforzato la consapevolezza nella squadra di essere forti e di non temere nessuno, la maturità di imporre il proprio gioco, di recuperare tre reti e di sfiorare il successo perdendo nel finale di misura e arriveranno a Valdagno con l’obiettivo di provare a fare bottino pieno. La formazione rossonera arriva alla sfida contro il Lodi con 31 punti nel carniere, un’enormità in questo momento della stagione per la società di Piazza Terzi ed è dalla sconfitta a Lodi contro la capolista dopo le due vittorie consecutive contro il Correggio e lo Scandiano. Il Why Sport Valdagno arriva alla sfida reduce dal sofferto pareggio casalingo contro il Follonica e dalla sconfitta in trasferta nel derby contro il Bassano.  Il Presidente carica la squadra e cita una frase di Nelson MandelaNon perdo mai: o vinco, o imparo – e poi continua –  A Lodi ci avevo sperato e creduto, quasi fino alla fine, poi sono tornato sulla terra. La trasferta di Lodi non ci ha lasciato punti, ma ci ha lasciato molto di più delle due vittorie contro Correggio e Scandiano precedenti alla trasferta in terra lombarda. Ci ha lasciato la consapevolezza, di poter ragionare da grande squadra, la consapevolezza che possiamo giocare con tutti senza paure e che la partita “disgraziata” di  Forte dei Marmi è stato solo un incidente di percorso. Dobbiamo andare a Valdagno e fare la nostra partita, non voglio la squadra con  il braccino corto ma voglio giocare da Sarzana, senza paura, perché possiamo andare al PalaLido e giocarcela a viso aperto con questo Valdagno  e tutto questo dipende solo da noi. Sicuramente è una partita molto difficile e che a pensare alla posta in palio può mettere tanta paura, una nostra vittoria ci proieterebbe come minimo al secondo posto al termine del girone d’andata qualcosa di incredibile. Noi dopo Lodi siamo cresciuti a livello di consapevolezza dei nostri mezzi – conclude il presidente –  e se non avremo amnesie dettate dalla nostra testa potremmo fare ancora meglio che al PalaCastellotti. Il Why Sport come noi è stata una grande sorpresa della stagione, nessuno pronosticava il Valdagno come noi ai vertici della classifica Il nostro credo come il loro  è di giocarci ogni gara con la mentalità di poter vincere sempre. Così è l’hockey di mister Bertolucci e quello di Diego Mir lo ricalca abbastanza. Noi dopo Lodi ci siamo rimessi al lavoro perché come dice il nostro mister se ti prepari bene e hai buone idee hai sempre convinzione di potertela giocare”. Servirà un mercoledì da leoni per la formazione del Presidente Corona per sconfiggere la formazione Valdagnese; sicuramente la novità più grande in casa Valdagno in questa stagione è il cambio di allenatore in panchina anche se la lingua madre sarà la stessa, l’argentino: da Juan Oviedo a Diego Mir. Tre gli addii importanti, in difesa Torner e Pallares ed in attacco bomber Gimenez che sono stati sostituiti dal ritorno in biancoazzurro del 30enne Davide Piroli in dubbio per la gara domani e dall’ingaggio del 21enne Matias Sillero, fermo ai box da Novembre per un brutto infortunio. L’ossatura del quintetto però rimane la stessa dello scorso ma con un’età media più bassa, formata da capitan Cocco (1984), De Oro (1987) e Centeno (1986), con l’apporto sottorete di Brendolin (1994). Burtini (2001) e il figlio di Mir, Manuel Mir (2003), oltre al nuovo acquisto Giovanni Clodelli, insieme ai confermati portieri Sgaria (1998) e Fongaro (2003). Ripetere la terza posizione provvisoria dello scorsa stagione, al momento dello stop per il  Covid, era quasi impossibile per gli addetti ai lavori e invece la formazione della Valle dell’ Agno ha dimostrato aver trovato subito l’affiatamento in attacco, anche se la concorrenza questa stagione è molto più agguerita. L’ultimo periodo del Valdagno è il più complicato dall’inizio della stagione, i vicentini infatti hanno inanellato due sconfitte e un pareggio casalingo e non vincono una gara da 19 giorni, 4-2 sul Montebello.  Diego Mir recupera un elemento fondamentale nelle rotazioni vicentine come Gaston De Oro, che ha saltato per squalifica l’ultima partita contro il Follonica. I precedenti tra Credit Agricole Sarzana e  Valdagno sono 25 e riguardano le undici stagioni in serie A1 con ventidue  gare nelle regular season e due nei play off: sedici vittorie dei veneti, cinque  della formazione sarzanese e tre pareggi, ma l’ultima quella del 27 Aprile a Lleida brilla negli occhi dei tifosi rossoneri quando il Sarzana battendo il Valdagno dopo i supplementari volava in finale della Word Skate Europe Cup. Il bilancio a Valdagno è di tutto a favore dei locali: 10 vittorie, 1 pareggio e 0 vittorie del Sarzana. Per i liguri la pista valdagnese è un tabù, l’ultimo e unico punto strappato al PalaLido risale alla stagione 2016-17, 3-3

Il match si giocherà Mercoledì 27 gennaio 2021 – ore 20:45

PalaLido di Valdagno (VI)
WHY SPORT VALDAGNO – CREDIT AGRICOLE SARZANA

Arbitri: Massimiliano Carmazzi di Viareggio (LU) e Giorgio Fontana di Milano
DIRETTA FISRTV http://bit.ly/hpserieA1-valxsar – Commento di Domenico Tomba

09/08/2022 - riproduzione riservata