Hockey Sarzana

COPPA ITALIA: SERATA MAGICA DEI ROSSONERI CHE BATTONO  IL LODI E VOLANO IN FINALE.

Un suntuoso, straordinario immenso e fortissimo Gamma Innovation Sarzana, batte 7 a 3 il Lodi nei tempi supplementari con una tripletta decisiva di Pol Galbas, e guadagna la finale di Coppa Italia. Partita decisa ai supplementari. In tripudio gli oltre 200 tifosi al seguito dei rossoneri. Che stasera, sabato 17 Aprile, proveranno a dare l’assalto al trofeo alle ore 21,00  in una “mission impossible” contro i padroni di casa del Forte dei Marmi che nell’altra semifinale hanno battuto il Follonica con il punteggio di 2 a 1.  Una semifinale incredibile quella vinta con il punteggio di 7 a 3 ai supplementari arrivati quando il traguardo sembrava ormai raggiunto per il Gamma Innovation Hockey Sarzana. A due minuti dalla fine i sarzanesi però sono stati rimontati dal tenace Amatori Wasken Lodi che ha portato la partita ai tempi supplementari. Ma negli ulteriori 10 minuti di gioco è arrivato il capolavoro della squadra di Mirko Bertolucci capace di riprendersi dalla delusione del mancato successo sfumato nei regolamentari e infilare altri quattro gol. Partita straordinaria di Simone Corona che ha sfoggiato una serie di interventi impressionanti. Il Presidente Maurizio Corona visibilmente emozionato a fine gara dichiara “Credo che abbiamo fatto un’impresa clamorosa, una partita che dimostra ancora una volta quanto questa squadra sia speciale” (nella foto Pol Galbas l’ “hombre del partido” della gara contro l’Amatori Lodi).


GAMMA INNOVATION SARZANA – AMATORI WASKEN LODI = 7-3 ai tempi supp.

GAMMA INNOVATION SARZANA: Corona, Galbas P, Najera, Galbas J, Rossi – Borsi (C), De Rinaldis, Cardella, Cinquini, Banchi – All. Bertolucci Mirko

AMATORI WASKEN LODI: Grimalt (C), Torner, Greco, Mendez, D’Anna – Barbieri, Antonioni, Schiavo, Cervi, Porchera – All. Bresciani

Marcatori: 1t: 3’52” Najera (S), 4’01” Mendez (L), 6’06” Rossi (S), 14’36” Barbieri (L) – 2t: 11’36” Najera (S), 23’00” Torner (tir.dir) (L) – 1OT: 1’46” Galbas P (tir.dir) (S), 2’55” Galbas P (tir.dir) (S), 4’04” Najera (S) – 2OT: 21’10” Galbas P (tir.dir) (S)

Espulsioni: 2t: 23’00” Rossi (2′) (S) – 1OT: 2’55” Mendez (2′) (L) – 2OT: 1’10” Mendez (2′) (L)

Arbitri: Filippo Fronte di Novara e Luca Molli di Viareggio (LU)

 

 

Un suntuoso, straordinario immenso e fortissimo Gamma Innovation Sarzana, batte 7 a 3 il Lodi nei tempi supplementari con una tripletta decisiva di Pol Galbas, e guadagna la finale di Coppa Italia. Partita decisa ai supplementari. In tripudio gli oltre 200 tifosi al seguito dei rossoneri. Che stasera, sabato 17 Aprile, proveranno a dare l’assalto al trofeo alle ore 21,00  in una “mission impossible” contro i padroni di casa del Forte dei Marmi che nell’altra semifinale hanno battuto il Follonica con il punteggio di 2 a 1.  Una semifinale incredibile quella vinta con il punteggio di 7 a 3 ai supplementari arrivati quando il traguardo sembrava ormai raggiunto per il Gamma Innovation Hockey Sarzana. A due minuti dalla fine i sarzanesi però sono stati rimontati dal tenace Amatori Wasken Lodi che ha portato la partita ai tempi supplementari. Ma negli ulteriori 10 minuti di gioco è arrivato il capolavoro della squadra di Mirko Bertolucci capace di riprendersi dalla delusione del mancato successo sfumato nei regolamentari e infilare altri quattro gol. Partita straordinaria di Simone Corona che ha sfoggiato una serie di interventi impressionanti. Il Presidente Maurizio Corona visibilmente emozionato a fine gara dichiara “Credo che abbiamo fatto un’impresa clamorosa, una partita che dimostra ancora una volta quanto questa squadra sia speciale. Sono incredulo della vittoria di questa sera abbiamo fatto un capolavoro contro la seconda forza  del campionato italiano. Sono orgoglioso dei miei ragazzi – continua  il Presidente –  hanno dato tutto quello che avevano: di testa, gambe e cuore. La vittoria è tutta loro e del loro condottiero Mirko Bertolucci, anche grazie al lavoro che tutti i giorni stanno facendo, dal primo all’ultimo. Ora stasera in un palazzetto stracolmo affrontiamo i padroni di casa  del Forte dei Marmi, è una “mission impossible” , lo sappiamo, ma io sono certo che la formazione rossoblù dovrà almeno chiederci il permesso per alzare la Coppa Italia. Volevo ringraziare i duecento sarzanesi arrivati al Palsport di Vittoria Apuania e poi  il gruppo degli Incessanti – conclude il Presidente – che sono stati il sesto uomo in pista , non hanno mai smesso di cantare, sono stati anche loro gli artefici dell’impresa, sono rimasti al nostro fianco per tutta la gara e ci hanno condotto  per mano alla vittoria  Mirko Bertolucci intervistato da Zamperin fa i complimenti alla sua  squadra “Venivamo da un mese difficile, ma avevo visto nei ragazzi negli ultimi due giorni scattare qualche cosa dopo la sconfitta di Montebello, certo che essere in finale  noi che siamo entrati come ottavi nella griglia dopo la classifica del girone d’andata e abbiamo vinto in casa della prima e ora eliminato la seconda forza del campionato mette quasi paura. Io alleno una squadra di grandi  ragazzi, sono contento di quello che abbiamo fatto è chiaro che una partita come questa entra nella storia del Sarzana” Quattro reti nei tempi supplementari valgono per il Sarzana la finale di Coppa Italia contro il Forte dei Marmi che ha battuto Follonica 2 a 1. E’ stato un Gamma Innovation immenso che a tre giorni dalla sconfitta con il Montebello in campionato, i rossoneri battono il Lodi, nella semifinale di Coppa Italia con una prestazione stoica, indimenticabile meravigliosa. Ma veniamo alla gara, l’allenatore PierLuigi Bresciani schiera il suo starting-five titolare, con Torner assieme a Greco sulla linea difensiva in attacco Mendez e D’Anna con Grimalt a difesa della porta, con a disposizione Barbieri, Antonioni, Schiavo, Cervi e il secondo portiere Porchera. Mirko Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Joan Galbas, Pol Galbas, Najera e Rossi in più la vecchia guardia Davide Borsi e Francesco De Rinaldis, utilissimi nei cambi. Ma veniamo alla cronaca

È Lodi ad andare subito alla conclusione, quando sono passati 20 secondi. Poco sono i rossoneri ad impegnare in due occasioni il portiere giallorosso, prima dalla distanza e poi da vicino. Sarzana tiene le redini della gara ben salde nelle proprie mani, ma non riesce a concludere in porta. Sarzana, al 3’,52 , trova la rete del vantaggio con Najera che lascia partire una conclusione che sorprende Grimalt. La reazione di Lodi arriva dieci secondi dopo con Mendez che devia in rete una conclusione di Greco riportando la gara in parità. La partita è in equilibrio, con entrambe le squadre che provano la conclusione da fuori ma trovano sia Grimalt che Corona attenti. Al 6’,06” i sarzanesi si riportano in vantaggio con la rete di Rossi. Sulla conclusione dell’attaccante rossonero la pallina finisce sul palo e poi sulla schiena di Grimalt che se la porta dentro. Sono i liguri a fare la partita e provano ad impensierire ancora Grimalt con Najera, autore del primo goal. Al nono minuto è Lodi a farsi pericolosamente avanti ma la conclusione giallorossa finisce di poco a lato. Al 12’ il Lodi ci prova dalla distanza ma Corona para. Poco dopo è De Rinaldis ad impegnare Grimalt. Al 14esimo succede di tutto: prima la traversa per Lodi, sulla ripartenza De Rinaldis fa una magia con un pregevole alza e schiaccia ma è sfortunato e colpisce la traversa con Grimalt battuto e poi sulla ripartenza la rete giallorossa di Barbieri che tutto solo dal limite dell’area batte Corona per il pareggio. A cinque minuti dalla fine è Lodi ad andar vicino al vantaggio ma al giallorosso nel riesce il tap in vincente. Gli ultimi minuti vedono i lodigiani a farsi avanti in diverse occasioni, ma Corona non si lascia sorprendere. Ad un minuto e mezzo dalla fine della prima frazione Grimalt salva sull’azione personale di Najera e poco dopo replica sul rossonero. E il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con il punteggio di 2 a 2. Nel secondo tempo si ricomincia con le squadre che entrano in pista sul 2 a 2. Sarzana fa la partita, mentre i giallorossi tentano le ripartenze. Corona dice no, con una splendida parata, all’azione combinata di Torner e Mendez. Rossoneri alla ricerca della rete del vantaggio: al trentunesimo ci prova Najera con un’azione personale ma Grimalt para in tuffo. Poco dopo è Torner a costringere Corona al miracolo. Sarzana continua a mietere gioco e ci prova ancora dalla distanza, quando alla fine mancano 16 minuti. Poco dopo è Antonioni ad andare alla conclusione, respinta da Corona. Al 36’ ci prova Joan Galbas dalla distanza, ma Grimalt para. Sarzana ci crede e a 13 e 24 dalla fine trova la rete del vantaggio con Najera. Lodi prova subito a rispondere con Greco, che non riesce a superare Corona.  Al 39’ è ancora Greco a provarci. Poco dopo Mendez sfiora la rete, ma ancora Corona non si lascia superare. Sulla ripartenza è Galbas che va vicino al doppio vantaggio, ma la pallina finisce di poco a lato dell’incrocio. A 9 minuti dalla fine Lodi chiama time out. Tornati in pista i giallorossi si fanno subito pericolosi e per poco non vanno vicino al pareggio. Corona però, in due occasioni non si lascia sorprendere. Ora è Lodi a spingere di più. Ancora Corona, al 45’, è bravo a respingere il tentativo di Mendez. I minuti passano e gli animi si riscaldano in pista, ed il risultato non cambia. A due minuti dalla fine tiro diretto per Lodi, contestatissimo dal Sarzana, con l’arbitro Fronte che assegna il secondo warning a Rossi per una simulazione (vista solamente da lui) va alla battuta Torner che sigla il 3 a 3. Le squadre tentano gli ultimi assalti, ma nessuna segna. Si va ai tempi supplementari.

Due tempi da 5 minuti, senza golden goal. È Lodi a farsi subito pericoloso, e la conclusione finisce di poco fuori. Dopo 1 e 46 di gioco, tiro diretto per Sarzana per il decimo fallo con Pol Galbas che segna il 4 a 3. Lodi che quasi sfiora subito la rete, ma l’uno due sfuma di poco. Al 2 e 55 è Mendez ad andare vicino al goal, e sull’azione commette fallo e prende un cartellino blu. Tiro diretto per Sarzana che trova la quinta rete ancora con Pol Galbas . Ad un minuto e mezzo De Rinaldis tenta l’alza e schiaccia ma Grimalt para con il casco. Sulla ripartenza è Lodi a sfiorare la rete ma Corona compie un vero miracolo. A 56 secondi dalla sirena Sarzana trova la sesta rete con Najera. Finisce il primo tempo supplementare. Tornato in pista Lodi prova ad accorciare ma Mendez commette un brutto fallo di reazione e riporta i rossoneri al tiro battuto. Sarzano sfrutta ancora il tiro diretto con Pol Galbas che vale il 7 a 3 per i rossoneri. Ad un minuto dalla fine il Lodi fallisce Corona si supera su Torner parando  un tiro diretto. Finisce 7 a 3 per Sarzana tra il tripudio dei 200 tifosi rossoneri al seguito.

 

 

25/11/2022 - riproduzione riservata