Hockey Sarzana

COPPA ITALIA: MITICO GAMMA INNOVATION. IMPRESA DEI ROSSONERI CHE SBANCANO IL PALADANTE E VOLANO IN SEMIFINALE.

E’ ancora il Gamma Innovation Sarzana a piegare la miglior formazione della Serie A1 italiana è la sorpresa della serata quella che arriva dalla pista della capolista Trissino dove la formazione di Mirko Bertolucci firma l’impresa impronosticabile alla vigilia. Un Gamma Innovation che firma il 3-0 nel primo tempo, segnando un gap che faticosamente nella ripresa riesce a riprendere la formazione di casa. Joan e Pol Galbas e Najera i realizzatori. Nel concitato finale, i vicentini ritornano sotto con la loro straordinaria intensità, firmando il pareggio a 34 secondi dalla sirena con Malagoli. Nei supplementari il gol decisivo lo realizza a 3 minuti dalla fine, un preciso Pol Galbas che regala una nuova semifinale ai rossoneri dopo la finale del 2019. Partita straordinaria di Simone Corona che para tre rigori e un tiro diretto e sfoggia una serie di interventi impressionanti. Neanche il tempo per respirare, e Gamma Innovation torna in pista sabato 12 Marzo al Centro Polivalente contro l’ Ubroker Bassano. Il Presidente Maurizio Corona visibilmente emozionato a fine gara dichiara “Credo che abbiamo fatto un’impresa clamorosa, una partita che dimostra ancora una volta quanto questa squadra sia speciale” (nella foto Simone Corona l’ “hombre del partido” della gara di Trissino festeggia a fine partita).


G.S.H. TRISSINO – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 3-4 dopo suppl. (3-1, 0-2, 0-0, 0-1)

G.S.H. TRISSINO: Zampoli, Pinto (C), Ipinazar, Cocco, Garcia E – Malagoli, Bars, Faccin, Gavioli, Zen – Allenatore Alessandro Bertolucci

GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Galbas J, Najera, Rossi, Galbas P – De Rinaldis, Borsi (C), Cardella, Cinquini Ern, Bianchi  – Allenatore Mirko Bertolucci

Marcatori: 1t: 6’07” Najera (S), 18’00” Galbas J (S), 19’43” Galbas P (S) , 22’36” Ipinazar (T) – 2t: 20’28” Garcia E (rig) (T), 24’34” Malagoli (T) – 2ts: 1’36” Galbas P (S)

 

Espulsioni: 2t: 23’30” Cocco (T)

Arbitri: Franco Ferrari di Viareggio (LU) e Joseph Silecchia di Giovinazzo (BA)

 

E’ ancora il Gamma Innovation Sarzana a piegare la miglior formazione della Serie A1 italiana, è la sorpresa della serata quella che arriva dalla pista della capolista Trissino, dove la formazione di Mirko Bertolucci firma l’impresa impronosticabile alla vigilia. Un Gamma Innovation che firma il 3-0 nel primo tempo, segnando un gap che faticosamente nella ripresa riesce a riprendere la formazione di casa. Joan e Pol Galbas e Najera i realizzatori. Nel concitato finale, i vicentini ritornano sotto con la loro straordinaria intensità, firmando il pareggio a 34 secondi dalla sirena con Malagoli. Nei supplementari il gol decisivo lo realizza a 3 minuti dalla fine, un preciso Pol Galbas che regala una nuova semifinale ai rossoneri dopo la finale del 2019. Partita straordinaria di Simone Corona che para tre rigori e un tiro diretto e sfoggia una serie di interventi impressionanti.  Neanche il tempo per respirare, e Gamma Innovation torna in pista sabato 12 Marzo al Centro Polivalente contro l’ Ubroker Bassano Il Presidente Maurizio Corona visibilmente emozionato a fine gara dichiara “Credo che abbiamo fatto un’impresa clamorosa, una partita che dimostra ancora una volta quanto questa squadra sia speciale. Sono incredulo della vittoria di questa sera abbiamo fatto un capolavoro contro la squadra più forte del campionato italiano. Sono orgoglioso dei miei ragazzi – continua  il Presidente –  hanno dato tutto quello che avevano: di testa, gambe e cuore. La  vittoria è tutta loro e del loro condottiero Mirko Bertolucci,  anche grazie al lavoro che tutti i giorni stanno facendo, dal primo all’ultimo. Ora prendiamo il Lodi  in semifinale, penso che in Lombardia abbiano stappato lo spumante ieri sera, ma io sono certo che la formazione Campione d’Italia dovrà almeno chiederci il permesso per approdare alla finale di Coppa Italia. Per ciò che concerne il Campionato noi non guardiamo da nessuna parte, ora abbiamo come obbiettivo il sesto posto, traguardo impensabile alla vigilia della stagione. Noi con i piedi ben saldi a terra dobbiamo lavorare sodo tutti i giorni, per dare il nostro meglio. I ragazzi devono innanzitutto divertirsi e tenere il profilo basso, solo in questo modo si riesce a giocare bene ottenendo i risultati. Volevo ringraziare il gruppo degli Incessanti che sono arrivati a Trissino ieri sera – conclude il Presidente – che anche in questa occasione  sono stati il sesto uomo in pista , non hanno mai smesso di cantare, sono stati anche loro gli artefici dell’impresa, sono rimasti al nostro fianco per tutta la gara e ci hanno condotto  per mano alla vittoria  Mi seguono in tutto e per tutto è un piacere lavorare con loro. Mirko Bertolucci intervistato da fisr tv   fa i complimenti alla sua  squadra “Si sapevamo che per vincere stasera dovevamo fare la gara perfetta, l’ abbiamo fatta per quaranta minuti, poi gli ultimi dieci abbiamo sofferto per un episodio sfortunato in tre contro quattro e abbiamo preso il  3 a 3, però i ragazzi ci credevano in settimana li avevo visti carichi e li avevo visto motivati, sinceramente andare a fare il 4 a 3 ai supplementari fuori casa dopo che vinci 3 a 0 e vieni raggiunto è una cosa importante a livello caratteriale e abbiamo retto. Poi sinceramente il Trissino  ha avuto tante occasioni la poteva portare a casa. E’ stata una partita equilibrata la poteva decidere un episodio in questo caso è stata a nostro favore. Sicuramente è un risultato straordinario – conclude il mister rossonero – per noi che siamo entrati come ottavi nella griglia dopo la classifica del girone d’andata e abbiamo vinto in casa della prima. Io alleno una squadra di grandi  ragazzi, sono contento di quello che stiamo facendo quest’anno è chiaro che una partita come questa entra nella storia del Sarzana” La rete di Pol Galbas dopo 1’,36” del secondo tempo supplementare vale per il Sarzana la semifinale di Coppa Italia contro il Lodi che ha battuto Vercelli 5 a 2. E’ stato un Gamma Innovation immenso. A 18 giorni dal 6 a 4 casalingo in campionato , i rossoneri battono 4 a 3 anche fuori casa i dominatori della stagione del Trissino, nei quarti di finale di Coppa Italia con una prestazione stoica, indimenticabile meravigliosa. I rossoneri fanno un primo tempo stellare mettendo alla frusta i padroni di casa.  Ma veniamo alla gara, l’allenatore Alessandro Bertolucci schiera il suo starting-five titolare, con l’ ex rossonero Ipinazar assieme all’angolano Joao Pinto sulla linea difensiva in attacco Cocco ed Emanuel Garcia con Zampoli a difesa della porta, con a disposizione Malagoli, Bars, Faccin e Gavioli e il secondo portiere Zen. Mirko Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Joan Galbas, Pol Galbas, Najera e Rossi In più la vecchia guardia Davide Borsi e Francesco De Rinaldis, utilissimi nei cambi. Partita subito viva con i rossoneri che partono fortissimo, chiamando in causa Zampoli due volte con Pol Galbas e Joan Galbas. Il forcing dei rossoneri porta al gol del vantaggio ligure, che arriva al 6’ 07” con un perfetto contropiede finalizzato da Najera su assist di Joan Galbas. Il Trissino reagisce a va alla conclusione a Cocco e Garcia, ma Corona para ed inizia il suo show. Sarzana che continua ad attaccare e trova le conclusioni a rete con Rossi e Borsi, mentre sul fronte opposto Bars colpisce una traversa piena. Il Trissino attacca Corona ribatte, e al al 18’00  un diagonale di Joan Galbas dopo aver rubato pallina a Malagoli sorprende Zampoli e porta il parziale sul 2 a 0. Trissino sbanda e due minuti più tardi subisce la terza rete ad opera di Pol Galbas, lesto ad avventarsi su una pallina messa in area da De Rinaldis e a superare Zampoli da due passi. Al 21’45 il Trissino si procura un rigore con Cocco, ma Malagoli trova un super Corona che para il penalty e poi si supera sulla ribattuta. Il Trissino attacca a testa bassa, e al 22’40 accorcia le distanze con la rete dell’ ex Ipinazar, abile ad insaccare un perfetto assist di Cocco al termine di un contropiede. La sirena manda le due squadre negli spogliatoi con i rossoneri in vantaggio per 3 a 1.  Inizia la ripresa e si assiste al forcing del  Trissino per riaprire la contesa. Il Trissino prende d’assedio il Sarzana, con Ipinazar, Malagoli e Cocco, ma Corona è insuperabile. Al 19’45 Cocco si procura un rigore, ma lo stesso attaccante non riesce a superare Corona che si supera ancora. Al 20’30 un altro rigore per il Trissino, Corona è stratosferico sulla conclusione di Garcia, ma l’attaccante italo-argentino riprende la ribattuta  e mette la sfera alla spalle del portiere rossonero. Al 23’ decimo fallo Trissino, ma Joan Galbas mette a lato la battuta del tiro di prima. Venti secondi più tardi decimo fallo Sarzana, con Malagoli che viene ipnotizzato da Corona che poi si supera tap-in del bomber emiliano. Al 23’30 blu a Cocco tiro diretto Sarzana con Zampoli che chiude su Najera. In inferiorità numerica il Trissino si chiude, e incredibilmente riesce a trovare il gol del pareggio a pochi secondi dalla fine, con il tiro accompagnato dal limite dell’area di Malagoli che sorprende Corona e riporta la contesa in parità. Si va ai supplementari, col primo tempo tutto di marca trissinese, con chance per Ipinazar, Malagoli e Cocco, ma la migliore occasione è la volèè di Garcia tutte parate da Corona. Nella seconda frazione di extra time il Sarzana opera il break decisivo, approfittando di un calo di ritmo del Trissino, segnando dopo 1’30 con Pol Galbas  che appostato sul secondo palo mette in rete un assist di Pablo Najera. Nel finale il Trissino le prova tutte, mette dentro anche il quinto giocatore di movimento, ma il Sarzana chiude la saracinesca, porta a casa la vittoria e vola in Final Four.

09/02/2023 - riproduzione riservata