Hockey Sarzana

COPPA ITALIA AMARA PER GAMMA INNOVATION SARZANA ELIMINATO A BASSANO.

Si ferma a Bassano del Grappa la corsa del Gamma Innovation Hockey Sarzana. I rossoneri detentori della Coppa Italia escono a testa alta, ma con tanta amarezza, dalla competizione nazionale ai quarti di finale perdendo 3-2 la sfida dentro o fuori sull parquet del PalaUbroker di Bassano. Ma prima di abbandonare il trofeo conquistato lo scorso aprile nella storica finale di Forte dei Marmi i ragazzi del tecnico Paolo De Rinaldis hanno lottato e non hanno mollato un secondo per riuscire ad arpionare il pareggio. Davanti a loro però il “muro” Veludo nel secondo tempo ha confezionato l’impresa, dopo che nel primo tempo i suoi compagni erano riusciti a portarsi sul 3-1. Amareggiato per il risultato il Presidente Maurizio Corona dispensa però parole dolci a fine gara per la sua squadra e per il tecnico. “Vincere è qualcosa di straordinario, non è la normalità, perché vince una sola squadra. Vincere sempre è impossibile, ma resta la fantastica stagione che la mia squadra e mister Paolo De Rinaldis ci stanno regalando. Poi queste partite puoi perderle, ma intanto per giocarle ci devi arrivare e non era scontato affatto arrivarci. Abbiamo fatto di tutto, nel secondo tempo siamo stati padroni della pista ma non è bastato ma usciamo a testa alta, siamo consapevoli di aver dato tutto” (nella foto di Michele Brunello un contrasto tra i due capitani Amato e Borsi).



UBROKER H.BASSANO 1954 – GAMMA INNOVATION H.SARZANA = 3-2 (3-1, 0-1)
UBROKER H.BASSANO 1954: Veludo, Amato (C), Coy, Muglia, Scuccato – Pozzato, Baggio, Sgaria G, Geremia, Bertuzzo – Allenatore: Miguel Viterbo
GAMMA INNOVATION H.SARZANA: Corona, Garcia J, Borsi (C), Ortiz, Festa – Alonso, Perroni, Rispogliati, Tognacca, Bianchi – Allenatore: Paolo  De Rinaldis
Marcatori: 1t: 13’05” Baggio (B), 19’01” Scuccato (B), 21’29” Garcia J (Sup.num) (S), 23’37” Coy (B) – 2t: 8’06” Garcia (S)
Espulsioni: 1t: 1’08” Festa (2′) (S), 19’42” Coy (2′) (B)
Arbitri: Simone Brambilla di Agrate (MB) e Marco Rondina di Vercelli

Si ferma a Bassano del Grappa la corsa del Gamma Innovation Hockey Sarzana. I rossoneri detentori della Coppa Italia escono a testa alta, ma con tanta amarezza, dalla competizione nazionale ai quarti di finale perdendo 3-2 la sfida dentro o fuori sulla parquet del PalaUbroker di Bassano. Ma prima di abbandonare il trofeo conquistato lo scorso aprile nella storica finale di Forte dei Marmi i ragazzi del tecnico Paolo De Rinaldis hanno lottato e non hanno mollato un secondo per riuscire ad arpionare il pareggio. Davanti a loro però il “muro” Veludo nel secondo tempo ha confezionato l’impresa, dopo che nel primo tempo i suoi compagni erano riusciti a portarsi sul 3-1. Amareggiato per il risultato il Presidente Maurizio Corona dispensa però parole dolci a fine gara per la sua squadra e per il tecnico. “Vincere è qualcosa di straordinario, non è la normalità, perché vince una sola squadra. Vincere sempre è impossibile, ma resta la fantastica stagione che la mia squadra e mister Paolo De Rinaldis ci stanno regalando. Poi queste partite puoi perderle, ma intanto per giocarle ci devi arrivare e non era scontato affatto arrivarci. Abbiamo fatto di tutto, nel secondo tempo siamo stati padroni della pista ma non è bastato ma usciamo a testa alta, siamo consapevoli di aver dato tutto. I ragazzi stanno giocando come la nostra gente sognava – continua il Presidente questa sera meritavamo di più, abbiamo avuto tante occasioni nel secondo tempo, abbiamo giocato bene sia tatticamente che tecnicamente. Era difficile perché giocavamo contro un’ottima squadra, forte del fattore pista ma siamo riusciti lo stesso a disputare una grande partita. Usciamo a testa alta, siamo forti. Se giochiamo così possiamo fare un grande finale di campionato, sabato andiamo a Lodi e poi ospiteremo ancora il Bassano al Vecchio Mercato, prima del primo appuntamento europeo e saranno due gare molto difficili e complicate dove dobbiamo cercare di muovere ancora la classifica”. Ma veniamo alla cronaca della gara mister Miguel Viterbo, si presenta al PalaUbroker di Bassano con l’organico al gran completo e schiera il suo starting-five titolare con Marc Coy e capitan Samuel Amato alla coppia d’attacco composta da Muglia e Scuccato con Veludo a difesa della porta e a disposizione Pozzato, Baggio, Sgaria, Geremia e il secondo portiere Bertuzzo. Paolo De Rinaldis, che deve fare ancora i conti con l’assenza di Francesco De Rinaldis, risponde con Corona, Borsi, Facundo Ortiz, Garcia, Festa. Partita iniziata e subito emozioni, all’ 1’,08” cartellino blu a Sergio Festa reo di un aggancio a Muglia. Si occupa della battuta del tiro diretto lo stesso Muglia ma Corona si esalta sull’alza e schiaccia dell’attaccante Bassanese e para e poi si supera nel power play successivo lasciando imbattuta la sua porta. Padroni di casa padroni della pista e rossoneri in affanno. Corona è bravo in almeno tre occasioni. Al 13’,05”  Bassano in vantaggio azione di contropiede con Sgaria che confeziona un cioccolatino a Baggio che da un metro dalla porta ha solo il compito di spingere in rete. Sarzana ha una reazione sterile e al 19’,01 i padroni di casa radoppiano, altra azione di contropiede orchestrata da Marc Coy che serve un delizioso assist a Scuccato che scaraventa la sfera alle spalle di Corona. Non passa neppure un minuto che Coy finisce sotto le forche caudine arbitrali  reo di un aggancio su Facundo Ortiz. Si incarica della battuta del tiro diretto Festa  ma Veludo è molto bravo ad anticiparlo e a togliergli la palla. Nel power play susseguente Borsi confeziona un assist a Garcia che mette la sfera in rete portando il parziale sul 2 a 1. Nel finale di tempo “magata” di Marc Coy che si incunea in area sgusciando tra Festa e Garcia e poi si inventa un alza e schiaccia di pregevole fattura che batte Corona riportando i padroni di casa sul doppio vantaggio. Il suono delle sirena manda le squadre nelle spogliatoi con Bassano in vantaggio con il risultato di 3 a 1. Nel secondo tempo la partita ribalta il copione della prima parte di gara, Gamma Innovation prende saldamente in mano le redini della partita. All’8’06” Jeronimo Garcia riceve da Perroni parte dalla sinistra si accentra e cinque metri fuori dall’area lascia partire una sassata che fa secco Veludo. Bassano scosso e Sarzana che spinge sull’acceleratore  all’ 11’,57 ancora  Garcia semina il panico nella difesa avversaria e appena entrato in area viene steso da Amato. L’arbitro Brambilla vicinissimo all’azione  non ha dubbi e concede il tiro di rigore, si incarica della battuta lo specialista rossonero, il capitano Davide Borsi ma Veludo si oppone da campione. Sarzana spinge e il portiere rossonero si oppone sulle conclusioni di Perroni, Bruno Alonso e Jeronimo Garcia. Al 18’,13” decimo fallo commesso dalla formazione di casa e conseguente tiro diretto, si presenta sul dischetto Jeronimo Garcia che sdraia il portiere angolano ma poi mette la sfera sul palo. Il finale di partita è un assedio rossonero con i padroni di casa che in due ripartenze mettonoa dura prova Corona. Il suono della sirena fissa il risultato finale sul 3 a 2 a favore dell’ Ubroker Bassano che in semifinale incontrera’ il Trissino che nell’altro quarto di finale incontrerà il Trissino che ha strapazzato il Vercelli con il punteggio di 13 a 2  Ora per i rossoneri ritorna il campionato con la trasferta di  Lodi  secondo in campionato che si è qualificato alle semifinali di Coppa Italia battendo il Forte dei Marmi .

08/02/2023 - riproduzione riservata