Hockey Sarzana

CARISPEZIA E’ UNO SPETTACOLO, I PORTOGHESI DEL TOMAR ANNICHILITI.

Hockey Europe Cup:  Carispezia Sarzana irresistibile ipoteca il passaggio del turno di Europe Cup battendo 6-2 i portoghesi dello Sporting Tomar nella gara di andata del secondo turno. Gara meravigliosa dei rossoneri, che nel primo tempo subiscono le iniziative ospiti, capaci di iniziare con il piglio giusto Ma che una volta riequilibrate le sorti del match ne dispongono a piacimento.  E’ stata la grande serata di Andrea Perroni e Danilo Rampulla autori di una doppietta, con conclusioni magistrali che hanno mandato in visibilio il pubblico del Polivalente. (nella foto di Gabriele Baldi Andrea Perroni, autore di una prestazione eccellente e di due splendide reti)


CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – SPORTING CLUB DE TOMAR   6 – 2 (4 – 2)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Bianchi), Rispogliati, Perroni (2), Ipinazar (1), Rossi (1), Borsi, Pistelli, Fantozzi, Rampulla (2). Allenatore:  Alessandro Bertolucci.

SPORTING CLUB DE TOMAR: Silva Carlos (Fernandes Diogo),  Sardo Joao, Silva Ivo, Silva Gullherme (1), Candeias Joao, Diniz Hernani, Alves Joao, Martins Pedro (1), Marques Alexandre. Allenatore Jorge Godinho.

Arbitri: Sig. Esoli di Parigi (Francia) – Sig. Melo di Lione  (Francia) ausiliari Sig. Righetti di Sarzana (SP) e Sig. Minonne di Forte dei Marmi (LU)

 Hockey Europe Cup:  Carispezia Sarzana irresistibile ipoteca il passaggio del turno di Europe Cup battendo 6-2 i portoghesi dello Sporting Tomar nella gara di andata del secondo turno. Gara meravigliosa dei rossoneri, che nel primo tempo subiscono le iniziative ospiti, capaci di iniziare con il piglio giusto Ma che una volta riequilibrate le sorti del match ne dispongono a piacimento.  E’ stata la grande serata di Andrea Perroni e Danilo Rampulla autori di una doppietta, con conclusioni magistrali che hanno mandato in visibilio il pubblico del Polivalente. “Sarà difficilissimo a Tomar – ammonisce a fine gara il Presidente Corona –  sarà molto difficile, sarà difficilissimo lo sappiamo, però è indubbio vincere sei a due contro una squadra Portoghese che ha perso solamente 1 a 0 contro lo Sporting Lisbona 3 a 2 contro l’Oliverence e ha fatto tribolare sia il Porto che il Benfica, dimostra che siamo una squadra  con la S maiuscola, sono contentissimo non ho parole. Questa squadra ha margini di miglioramento dettata dalla voglia, dalla forza e dall’esuberanza che ha  – commenta mister Alessandro Bertolucci intervistato da Alessandro Grasso Peroni –  Il Tomar lo abbiamo studiato bene questa settimana è una grandissima squadra, noi questa sera abbiamo fatto una prestazione super, ma in Portogallo sarà dura lo sappiamo, però questa sera ci vogliamo godere questa magica nottata. Poi, quando gli viene chiesto se pensava prima della partita di andare in Portogallo con quattro gol di vantaggio dice “No assolutamente, noi dobbiamo pensare partita per partita, stasera ci godiamo questa grande vittoria e poi da domani cominceremo a pensare al Follonica. Sono veramente entusiasta, sono contento e onestamente anche un po’ emozionato questa sera.” Poi la parola passa ad Andrea Perroni, grande protagonista della serata “ La partita non è iniziata molto bene,  poi per fortuna con l’appoggio del nostro pubblico e della nostra curva che quest’anno è veramente emozionante, è  il nostro sesto uomo in pista, abbiamo avuto la carica per riuscire a ribaltarla e per portare a casa questa vittoria, quindi complimenti alla curva oltre che alla squadra.

NON CI sono aggettivi per definire il successo di Carispezia Sarzana sul Tomar. L’andata dei sedicesimi di finale di ‘Europe Cup’ poneva di fronte ai rossoneri una squadra forte, ottimamente impostata e tecnicamente all’altezza dell’hockey lusitano. I rossoneri di Alessandro Bertolucci hanno sfoderato una prestazione eccezionale per gioco, continuità ed ottimante impostati nel contrastare palla su palla il gioco dei portoghesi. Un primo tempo di gran lunga comandato dai rossoneri. Il parziale di 4 a 2 non rende onore al gioco espresso in pista. Borsi e compagni hanno giocato alla grande, lasciando poche trame agli avversari. Due frustate dei biancoverdi con Silva G. e Martins non hanno mandato in confusione i rossoneri che, anzi, hanno replicato di par loro. Prima con Perroni (autore del gol del pareggio 1-1) poi Ipinazar (quello del pari 2-2) hanno fatto capire al Tomar di che pasta era fatto il Sarzana. Quando la squadra si è mossa in scioltezza è salito in cattedra l’argentino Rampulla, autore di due realizzazioni di ottima fattura. Due gol che hanno mandato in estasi il pubblico di fede sarzanese (il ‘Polivalente’ era tutto esaurito). Addirittura, per alcuni tratti del match, sono stati proprio i portoghesi a sembrare in soggezione. Le trame sempre pungenti dei rossoneri hanno messo in seria difficoltà la difesa ospite che a tratti è sembrata letteralmente in balia degli attaccanti di casa. Una gara perfetta quella studiata da Bertolucci: tutti hanno svolto il loro compito con estremo puntiglio e determinazione. Ma veniamo alla cronaca della gara, Jorge Godinho,  schiera il suo starting-five titolare con Joao Sardo insieme a Guilherme Silva sulla linea difensiva e alla coppia d’attacco formata da Ivo Silva e Joao Candeias con Carlos Silva alla difesa della porta con a disposizione Hernani Diniz, Joao Alves, Pedro Martins, Alexandre Marques e il secondo portiere Diogo Fernandes. Alessandro Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Perroni, Borsi, Rossi e Rampulla. La  partita inizia con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Al 2’ i Portoghesi si portano in vantaggio, sul giro palla della formazione lusitana G. Silva lascia partire un tiro dalla distanza che sorprende Corona. Al 7’,55” pareggio della formazione rossonera, con Andrea Perroni che dal centro pista lascia partire un tiro accompagnato che grazie al velo di Chicco Rossi si insacca nel sette alla sinistra del portiere del Tomar. Al 17’,56 ancora la formazione di Godinho si riporta in vantaggio, con Martins che si incunea nell’area dei Sarzanesi e con un “favoloso” gesto tecnico mette la sfera alle spalle di Corona. E’ l’ultimo acuto della buonissima squadra portoghese, perché la formazione di Alessandro Bertolucci sale in cattedra e comincia a macinare gioco e azioni. Al 19’,37” pareggio dei rossoneri azione fantastica di contropiede Borsi per Rampulla che serve Ipinazar sul secondo palo che mette la sfera alle spalle di Diogo. Il pubblico del Vecchio Mercato impazzisce, e trascina la squadra come mai si era visto, sale in cattedra Danilo Rampulla e segna due gol fantastici, al 21’,13” si incunea in area dalla sinistra e con un beffardo pallonetto batte Diogo, poi al 23’,36”  Rampulla segna forse uno dei piu bei gol visti al Polivalente, l’attaccante rossonero punta alla velocità della luce la difesa lusitana e poi si inventa un alza e schiaccia che si infila alla sotto la traversa di un esterefatto portiere del Tomar. Arriva il suono della sirena che manda le squadre negli spogliatoi al termine del primo tempo con il risultato di 4 a 2, con la Curva Milani che non smette un attimo di cantare neppure nell’intervallo, è apoteosi al Vecchio Mercato. Nella seconda parte di gara il copione è lo stesso, con grandissime emozioni, dopo 2 minuti, Ivo Silva scivola a centro pista e Andrea Perroni si invola tutto solo davanti a Diogo e lo batte di giustezza. Poi il difensore rossonero, pattina per trenta metri e va ad inginocchiarsi in volo davanti alla Curva Milani. Sesto goal del Sarzana al 30’,09”  Borsi offre un delizioso assist a Chicco Rossi che non può far altro che mettere la palla in rete. Sul 6 a 2 la reazione portoghese è veemente,  e Simone Corona diventa il protagonista principe di questa frazione. A metà ripresa  decimo fallo della formazione rossonera, va alla battuta Sardo ma Corona lo ipnotizza. A sei minuti dal termine rigore per la formazione lusitana va alla battuta Diniz ma Corona si esalta ancora. Passano 40” e Borsi aggancia con un pattino un giocatore Portoghese, cartellino blu per il capitano rossonero e tiro di prima, ma è ancora un super Corona a stregare Sardo, nel susseguente power play poi il portiere rossonero si esalta e tiene la porta imbattuta. C’è anche la possibilità da parte dei Sarzanesi di portare a sette le segnature ma Rampulla mette di un pelo alta il tiro di prima del decimo fallo portoghese. Al suono della sirena finale che sancisce la vittoria per 6 a 2 della formazione di Alessandro Bertolucci scoppia il tripudio al Vecchio Mercato. Ora la gara di ritorno a Tomar in programma sabato 19 gennaio. Borsi e compagni partono con il vantaggio di quattro goal. Non è ancora fatta ma il cammino è già piuttosto avanti. Ora con la testa e con le gambe la squadra deve proiettarsi al match di martedì sera al Vecchio Mercato contro la capolista Impredil Follonica.

17/08/2022 - riproduzione riservata