Hockey Sarzana

CARISPEZIA A VALDAGNO CERCA I PRIMI PUNTI FUORI DAL VECCHIO MERCATO.

Sabato sera sfida difficilissima per i colori rossoneri  al Pala Lido di Valdagno contro la squadra locale. “Sabato è ancora “mission impossible”, il Valdagno è una squadra creata per stare nelle parti nobili della classifica : Tataranni, Montivero e Emiliano Romero solo per citare le bocche da fuoco della formazione di Franco Vanzo non hanno bisogno di presentazioni dichiara il presidente Corona.  Carispezia Hockey Sarzana si presenta al Palalido di Valdagno al gran completo. La formazione rossonera nelle ultime due gare al Vecchio Mercato ha dimostrato tutta la sua indole di squadra “pazza” , i rossoneri hanno impattato contro il Thiene quando, in vantaggio di quattro reti si sono fatti raggiungere sul pari a 20 secondi dal suono della sirena, per poi riscattarsi il sabato successivo andando a battere il Breganze squadra accreditata alla vittoria del titolo. (nella foto di Francesco Dal Mut il capitano Davide Borsi).


“Sabato è ancora “mission impossible”, il Valdagno è una squadra creata per stare nelle parti nobili della classifica : Tataranni, Montivero e Emiliano Romero solo per citare le bocche da fuoco della formazione di Franco Vanzo non hanno bisogno di presentazioni – dichiara il presidente Corona – la pista Veneta è una pista decisamente no per i nostri colori  un palazzetto dove in tutta la nostra storia solamente nella scorsa stagione abbiamo raccolto un punto, perciò anche a Valdagno come è stato sabato scorso contro il Breganze dovremmo essere pronti a tutto pur di non lasciare neppure un centimetro di pista ai quotati avversari”  Un’altra “mission impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana, ancora di scena contro una formazione Veneta, dopo Bassano, Thiene, Breganze i rossoneri sono di scena a Valdagno, un’altra formazione importante costruita per stare nelle zone alte della classifica. Solo una prestazione “perfetta” unita a qualche disattenzione della formazione di casa potrebbe regalare punti alla formazione di Francesco Dolce che arriva a Valdagno reduce dalla vittoria “impresa” casalinga contro la corrazzata Breganze; la squadra vista contro il Breganze fa certamente sperare, una squadra che ha domato la fortissima squadra vicentina grazie a un super Festa autore di cinque reti e a un Corona “eroico” che ha chiuso la saracinesca della porta sarzanese. Alla fine il punteggio è stato di 7 a 5 a favore del  Carispezia, ma, con un poco più di cinismo da parte degli avanti rossoneri, il successo poteva essere ancora più largo. La voglia di riscatto del Valdagno rappresenta l’ostacolo più difficile da sormontare: la secca sconfitta subita nel derby contro il Trissino rappresentano una ferita da rimarginare al più presto per una squadra, che vuole tornare stabilmente nelle parti nobili della classifica e fra le prime della categoria; gli arrivi di Tataranni e di Emiliano Romero (80 gol in due lo scorso anno), la solidità in porta del “maestro” Cunegatti, l’esperienza di Pallares, Amato e Montivero suggeriscono come il team di Franco Vanzo punti decisamente in alto. I precedenti tra Carispezia Hockey SarzanaAdmiral Valdagno sono 18 e riguardano solamente le otto stagioni in serie A1 con sedici gare nelle regular season e due nei play off: dodici vittorie dei veneti, quattro  della formazione sarzanese e due pareggi. Per la gara di sabato prossimo Carispezia Hockey Sarzana si presenta al Palalido di Valdagno al gran completo. La formazione rossonera nelle ultime due gare al Vecchio Mercato ha dimostrato tutta la sua indole di squadra “pazza” , ma di qualità, i rossoneri hanno impattato contro il Thiene quando, in vantaggio di quattro reti si sono fatti raggiungere sul pari a 20 secondi dal suono della sirena, per poi riscattarsi il sabato successivo battendo il Breganze squadra accreditata alla vittoria del titolo. I ragazzi di mister Francesco Dolce, che con quattro punti in classifica sopravanzano i Valdagnesi di un punto,  cercheranno di muovere la classifica e andranno alla ricerca dei primi punti della stagione fuori dalle mura amiche. Diamo un’occhiata agli avversari: I vicentini di mister  Franco Vanzo che a Valdagno ha scritto un pezzo di storia hockeistica indelebile, arrivano a questa gara dopo la sconfitta subita nel derbies della valle dell’ Agno che oltre alla sconfitta sportiva ha lasciato qualche strascico polemico. Ma ecco la rosa dettagliata della formazione veneta partendo proprio dalle conferme, il simbolo di questa formazione è certamente il capitano Massimo Cunegatti, classe 1971, ancora oggi ,nonostante la sua veneranda età, è considerato da tutti ancora uno dei  migliori portieri italiani e uno dei primi portieri al mondo. E’ stato portiere Nazionale Italiana  dal 1990 al 2004, vincendo un Europeo a Lodi nel 1990 ed un Mondiale a Wuppertal nel 1997. Nei club dove ha militato ha vinto 11 Campionati Italiani, 10 Coppe Italia, 3 Coppe Cers oltre a numerosissime trofei di minore importanza. Nel finale di carriera un ritorno nel club dove è cresciuto,  da  dove è partito nel 1991 alla volta di Novara.  Con lui sono stati confermati Stefano Campagnolo, classe 1989,  difensore, 7 reti per lui messe a segno nella scorsa stagione, lo Spagnolo Juan Fariza classe 1985, difensore alla terza stagione con la maglia biancoceleste. “El barbudo de galizia”, così soprannominato, in Veneto ha messo a segno la scorsa stagione la bellezza di 26 gol, che per un difensore, non sono per niente male; altra conferma Marc Pallares, classe 1981 Catalano ma ormai Veneto  e cittadino Italiano a tutti gli effetti, giocatore eclettico e ottimo fiuto del goal nell’ ultima stagione è andato a segno in 15 occasioni, Martin Montivero, classe 1985  argentino di San Juan, arrivato la scorsa stagione nella valle dell’ Agno dopo le ultime stagioni giocate all’ Oliverence in Portogallo per lui in italia anche le maglie di: Forte dei Marmi, Bassano e CGC Viareggio, la scorsa stagione è stato il capocannoniere del Valdagno con 30 reti. I volti nuovi portano nomi altisonanti: Massimo Tataranni classe 1978, il bomber per eccellenza, protagonista nel penultimo scudetto Valdagnese del 2012 dove andò a segno per ben 33 volte,  vincitore di due stecche d’oro, 30 reti messe a segno nella passata stagione con la maglia del Bassano. Sempre da Bassano è arrivato Samuel Amato, classe 1984, difensore, nazionale italiano, protagonista negli ultimi mondiali di Nanchino, tiro al fulmicotone, 9 reti segnate nell’ ultima stagione. E infine l’Argentino Emiliano Romero, classe 1989, attaccante di razza, 50 reti segnate la scorsa stagione con la maglia del Giovinazzo e secondo posto nella classifica marcatori. Ultimo volto nuovo: Nicola Comin, classe 1980, portiere. Il vice Cunegatti è un Valdagnese doc, per lui un ritorno a casa dopo un lungo girovagare e dopo che nell’ultima stagione ha vinto il campionato di serie A2 difendendo la porta del Thiene. Chiude la rosa Fabio Guiotto  classe 1999. Il match si giocherà Sabato 28 Ottobre alle 20.45 presso il Pala Lido di Valdagno. Arbitri il Sign. Galoppi (GR) il Sig. Canonico (VI) ausiliario Sig. Nicoletti (VI).

13/08/2022 - riproduzione riservata