Hockey Sarzana

ARRIVA IL GIOVINAZZO IMPERATIVO VINCERE PER SCALARE ANCORA LA CLASSIFICA.

Dopo la vittoria conquistata al PalaUbroker di Bassano, una pista ostica, la cui unica vittoria in quattordici campionati di serie A1 risaliva al 2010, sabato i rossoneri di Paolo De Rinaldis torneranno di scena tra le mura del “Vecchio Mercato” contro l’ AFP Giovinazzo , guidato Pino Marzella. Proprio Marzella a Sarzana non potrà essere in panchina e sarà sostituito da Dino Camporeale, in quanto nell’ultima partita persa in casa contro il Follonica, gara che ha lasciato strascichi polemici nella dirigenza pugliese, il giudice sportivo gli ha comminato due giornate di squalifica. La squadra pugliese, neopromossa è ancora alla ricerca dei suoi primi punti, è il fanalino di coda della serie A1, ferma a zero punti dopo sei gare disputate, con ventuno reti fatte è il settimo attacco del campionato, ma le 49 subite la classificano come la peggior difesa della serie A1. I rossoneri, galvanizzati dalla vittoria nel posticipo di mercoledì a Bassano, vogliono vincere per scalare ancora la classifica, ma il Presidente Corona predica la calma  “E’ una partita complicata più di quanto dica la classifica – dichiara il presidente che poi continua –  nel campionato di quest’anno non esistono partite semplici. Esiste la capacità di renderle tali e noi sabato contro il Giovinazzo dobbiamo essere bravi e concentrati a mettere la gara inquella direzione. La formazione di Pino Marzella è una formazione organizzata con molta qualità, Mura e Clavel li conosco molto bene, hanno nelle loro corde colpi importanti e il bottino delle reti messe a segno in campionato nelle prime giornate dalla compagine pugliese è lo specchio di questa squadra”. (nella foto Olmos in azione).


Dopo la vittoria conquistata al PalaUbroker di Bassano, una pista ostica, la cui unica vittoria in quattordici campionati di serie A1 risaliva al 2010, sabato i rossoneri di Paolo De Rinaldis torneranno di scena tra le mura del “Vecchio Mercato” contro l’ AFP Giovinazzo , guidato Pino Marzella. Proprio Marzella a Sarzana non potrà essere in panchina e sarà sostituito da Dino Camporeale, in quanto nell’ultima partita persa in casa contro il Follonica, gara che ha lasciato strascichi polemici nella dirigenza pugliese, il giudice sportivo gli ha comminato due giornate di squalifica. La squadra pugliese, neopromossa è ancora alla ricerca dei suoi primi punti, è il fanalino di coda della serie A1, ferma a zero punti dopo sei gare disputate, con ventuno reti fatte è il settimo attacco del campionato, ma le 49 subite la classificano come la peggior difesa della serie A1. E’ la settima giornata del girone di ritorno, i rossoneri che devono recuperare la gara di Lodi della seconda giornata, recupero in programma mercoledì 15 Novembre, nelle cinque gare disputate hanno trovato quattro vittorie contro Montebello, Sandrigo, Grosseto e Bassano e una sola sconfitta a Trissino contro i Campioni d’Italia. I rossoneri hanno il vantaggio di giocare davanti alla propria gente e sono galvanizzati dalla vittoria ottenuta  nella difficilissima pista di Bassano che ha proiettato la formazione di Paolo De Rinaldis al terzo posto in classifica generale con 12 punti. L’ AFP Giovinazzo dal suo canto conta zero punti in classifica dopo sei gare disputate. La formazione biancoverde è stata sconfitta in casa dal Trissino, Bassano e Follonica e in trasferta da Grosseto, Valdagno e Forte dei Marmi. Ma la formazione di Pino Marzella, nonostante l’ultimo posto in graduatoria, è il settimo attacco della serie A1, ha messo a segno più reti di Sarzana e Lodi e il cannoniere principe della formazione è l’argentino Correa Mura, terzo in classifica cannonieri con 11 reti.  Inoltre i pugliesi hanno sempre  ben figurato nelle trasferte disputate uscendo sconfitti quasi sempre nel finale di gara. E’ una partita complicata più di quanto dica la classifica – dichiara il presidente Maurizio Corona che poi continua –  Nel campionato di quest’anno non esistono partite semplici. Esiste la capacità di renderle tali e noi sabato contro il Giovinazzo dobbiamo essere bravi e concentrati, a mettere la gara in quella direzione. La formazione di Pino Marzella è una formazione organizzata con molta qualità, Correa Mura e Renato Clavel li conosco molto bene, hanno nelle loro corde colpi importanti e il bottino delle reti messe a segno in campionato nelle prime giornate dalla compagine pugliese è lo specchio di questa squadra.  Una formazione che anche nelle trasferte pur perdendo ha fornito prestazioni importanti, che con più fortuna avrebbero potuto portare punti alla classifica dei biancoverdi. Ora siamo noi nel loro mirino e sono certo che  prepareranno alla perfezione la partita per metterci in difficoltà. Il Giovinazzo non vale certo gli zero punti in classifica, è una squadra che ha giocatori che possono fare male. Per questo – continua Corona – dovremmo essere concentrati e determinati fin dal primo minuto per indirizzare la gara dove vogliamo noi cercando di sfruttare il nostro gioco e le nostra qualità e per fa questo abbiamo bisogno del nostro pubblico e della nostra curva. Fa eco al presidente Paolo De RinaldisNemmeno il tempo di recuperare un po’ di energie, dopo la lunga trasferta spagnola e dopo la partita in posticipo di mercoledì a  Bassano, che dobbiamo prepararci e pensare alla prossima partita che sarà contro il Giovinazzo al Vecchio Mercato sabato. Una partita che se sulla carta appare semplice, visto la posizione in classifica dell’avversario, invece va rispettata, va preparata e giocata con la massima attenzione perché le partite facili spesso nascondono molte insidie. Giovinazzo è una squadra ben allenata da Pino Marzella – conclude il mister rossonero – è una squadra giovane, una squadra che ha giocato diverse partite e ha la caratteristica che segna molti gol, quindi dovremmo stare molto attenti ai loro attaccanti e cercare di approcciarci bene alla gara, di lavorare bene in difesa e di cercare di colpire in attacco per arrivare all’obbiettivo che comunque è certamente la vittoria. Ritroveremo il nostro pubblico dopo la bella partita di Bassano, ci auguriamo che sia numeroso  e speriamo anche che oltre a raggiungere il risultato, di riuscire a fornire un buon spettacolo” Ma veniamo alla presentazione della formazione pugliese:sei anni dall’ultima apparizione in Serie A1, hanno permesso ad una ricostruzione completa della A.F.P. Giovinazzo, collimando la maturazione della sua generazione di nuovi atleti biancoverdi, capitanati dall’azzurrino Paolo Colamaria, ad una nuova linfa societaria che ha permesso il salto di categoria. Un salto che come sempre accade per le squadre neopromosse, è complicato. Le fondamenta sono i giovani giovinazzesi, Ottavio Dangelico, Nicola Cannato, Paolo Colamaria, Tommaso Colamaria, Angelo De Bari, Luigi Turturro, Luca Mezzina, Michele Dilillo, Fabio Camporeale, Luca Calabrese e Carlo Altomare, a cui si è aggiunto negli ultimi anni il bomber dell’A2 l’argentino Federico Correa Mura. A supporto di questi giovani sono stati ingaggiati altri tre stranieri che dovranno giocare a rotazione, tra cui spicca il nazionale francese Antoine Le Berre. L’esperienza arriverà anche dallo spagnolo Jaume Bartes, mentre i gol arriveranno anche dall’estro dell’argentino Renato Clavel. Per l’indiscusso leader della scena giovinazzese, Pino Marzella, un ritorno in A1 con un team che dovrà lottare per la permanenza ad ogni giornata. Il Sarzana ritorna al Vecchio Mercato  al gran completo e galvanizzato dal successo in Veneto, Facundo Ortiz ha smaltito la botta alla caviglia che lo ha fatto giocare a mezzo servizio a Bassano. La partita contro i pugliesi dell’ AFP Giovinazzo è da sempre stata battaglia  per i rossoneri; la statistica dice che nelle diciotto partite giocate nella massima serie ci sono ben dieci vittorie a favore dei pugliesi, tre pareggi e cinque sole vittorie dei Sarzanesi. In Coppa Italia ci sono state due sole sfide con una  vittoria per parte.

Sabato 10 Novembre 2023 – ore 20:45 – PalaTerzi di Sarzana (SP)
GAMMA INNOVATION H.SARZANA – AFP GIOVINAZZO
Arbitri: Marco Rondina di Vercelli e Carlo Iuorio di Salerno                                                                        Ausiliario: Donato Minonne  di Forte dei Marmi                                                                                        DIRETTA FISR TV: Commento di Riccardo Giorgi

                                                     

26/05/2024 - riproduzione riservata