Hockey Sarzana | CREDIT AGRICOL PAREGGIA CON QUALCHE RIMPIANTO A BASSANO E RIAGGANGIA IL TERZO POSTO.
20122
post-template-default,single,single-post,postid-20122,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CREDIT AGRICOL PAREGGIA CON QUALCHE RIMPIANTO A BASSANO E RIAGGANGIA IL TERZO POSTO.

CREDIT AGRICOL PAREGGIA CON QUALCHE RIMPIANTO A BASSANO E RIAGGANGIA IL TERZO POSTO.

La gara del “PalaUbroker“ termina 3 a 3 ma i rossoneri non concretizzano numerose occasioni nel finale per portare a casa l’intera posta, comunque  applausi virtuali alle due contendenti del posticipo infrasettimanale. Un botta e risposta per tutto l’arco della gara che vedeva opposte  la  sesta e la quarta in classifica, dove hanno prevalso le ottime parate dei due portieri e tutto sommato un equilibrio per tutto l’arco del match, spartendosi le fasi di gioco in egual misura. Il grande rimpianto per la formazione di Alessandro Bertolucci  la punizione diretta conseguente all’espulsione di Marc Coy, a poco più di due minuti dal termine che Ipinazar non ha concretizzato. Il Presidente Corona  a fine gara contento per il raggiungimento del terzo posto ha dichiarato “Torniamo a casa soddisfatti della prestazione ed anche se è presto per guardare alla classifica, riagganciamo il Trissino al terzo posto. Ma è inutile nasconderlo, a fine partita io e il mister non erano soddisfatti: quando fai una partita di livello, colpisci quattro volte i montanti della porta, sbagli un tiro diretto a due minuti dal suono della sirena finale e Pertegato viene premiato come miglior giocatore del match i rimpianti ci sono». (Nella foto di Michele Brunello, la parata di Simone Corona sul tentativo di Pablo Cancela).


UBROKER BASSANO – CREDIT AGRICOLE SARZANA = 3-3 (2-1, 1-2)
UBROKER BASSANO: Pertegato, Coy, Amato (C), Galbas P, Cancela – Festa, Amato, Canesso, Baggio, Verona – Allenatore: Roberto Crudeli
CREDIT AGRICOLE SARZANA: Corona, Ipinazar, Borsi (C), Rossi, Galbas J – De Rinaldis, Osorio, Cardella, Angeletti, Bianchi – All. Bertolucci A
Marcatori: 1t: 10’07” Cancela (B), 15’27” De Rinaldis (S), 24’18” Coy (B) – 2t: 4’34” Osorio (tir.dir) (S), 5’27” Coy (rig) (B), 16’31” Rossi (S)
Espulsioni: 1t: 19’16” De Rinaldis (2′) (S) – 2t: 10’30” Coy (2′) (B), 21’48” Coy (2′) (B)
Arbitri: Alessandro Eccelsi di Novara e Simone Brambilla di Agrate (MB)

La gara del “PalaUbroker“ termina 3 a 3 ma i rossoneri non concretizzano numerose occasioni nel finale per portare a casa l’intera posta, comunque  applausi virtuali alle due contendenti del posticipo infrasettimanale. Un botta e risposta per tutto l’arco della gara che vedeva opposte  la  sesta e la quarta in classifica, dove hanno prevalso le ottime parate dei due portieri e tutto sommato un equilibrio per tutto l’arco del match, spartendosi le fasi di gioco in egual misura. Il grande rimpianto per la formazione di Alessandro Bertolucci la punizione diretta conseguente all’espulsione di Marc Coy, a poco più di due minuti dal termine che Ipinazar non ha concretizzato. Il Presidente Corona a fine gara contento per il raggiungimento del terzo posto ha dichiarato “Torniamo a casa soddisfatti della prestazione ed anche se è presto per guardare alla classifica, riagganciamo il Trissino al terzo posto. Ma è inutile nasconderlo, a fine partita io e il mister non erano soddisfatti: quando fai una partita di livello, colpisci quattro volte i montanti della porta, sbagli un tiro diretto a due minuti dal suono della sirena finale e Pertegato viene premiato come miglior giocatore del match i rimpianti ci sono. Non era facile fare punti a Bassano – continua il Presidente – Abbiamo concesso il giusto, ma purtroppo loro hanno sfruttato meglio di noi alcuni nostri errori, e ci hanno sempre costretto ad inseguire e alla fine è finita con un pareggio. Questa prestazione ci dà ancora più convinzione che è la strada che stiamo percorrendo è quella giusta. Abbiamo commesso alcuni errori, ma gli errori fanno parte dell’hockey. Sul primo gol abbiamo fatto confusione in area e sul secondo abbiamo pasticciato nella ripartenza. Ma la prestazione della squadra nel complesso è stata attenta, generosa, di spirito. Purtroppo non siamo riusciti a portare a casa la vittoria. In alcune conclusioni siamo stati poco cinici. Potevamo fare di più la partita se fossimo andati in vantaggio, invece abbiamo sempre dovuto inseguire. Non dimentichiamoci che il Bassano è una squadra attrezzata per arrivare nelle prime piazze e ha grandissimi giocatori. Però siamo stati pericolosi, tanti miei giocatori stanno crescendo e vogliamo fare bene  in tutte le competizioni perché abbiamo i mezzi per farlo è questo quello che ho detto alla squadra al termine della gara” Sulla stessa onda del Presidente il mister rossonero Alessandro Bertolucci –  conclude Presidente – Ho parlato con i ragazzi negli spogliatoi al termine della gara e da ora in avanti non dobbiamo più porci limiti, il pareggio di stasera può essere considerato giusto anche se per le occasioni create  meritavamo qualcosa di più noi. Comunque abbiamo disputato una grandissima partita e complimenti   ai mie giocatori perché hanno tenuto tutta la partita sia fisicamente che mentalmente. Ora testa al Sandrigo, sabato al Vecchio Mercato  sarà una partita chiave della nostra stagione.” Un pareggio che comunque fa bene al Sarzana che ritorna al terzo posto ed avrà la prossima gara casalinga contro il Sandrigo per fortificare una posizione da leadership del campionato. Al Bassano ha tenuto il piede sull’acceleratore per tutta la gara e nel convulso finale è stato salvato un paio di volte dagli ottimi interventi di Pertegato. Una partita intensa, vibrante con due squadre che non ci stavano a pardere. Detto che il pareggio per 3 a 3 tra Ubroker Bassano e Credit Agricole Sarzana è sostanzialmente il risultato più giusto, va subito aggiunto che i rossoneri di Bertolucci sprecano una clamorosa occasione per strappare tre punti in riva al Brenta. I liguri sbagliano la trasformazione di due rigori ed una punizione diretta. Tanta roba. Joan Galbas, Borsi e Ipinazar non colgono l’opportunità di concretizzare dal dischetto. Pertegato e una certa leggerezza nelle conclusioni, consentono al Bassano di uscire con un punto prezioso dal match. Ma veniamo alla cronaca della partita. Mister Roberto Crudeli si presenta al PalaUbroker con la squadra al gran completo  e schiera nello starting five iniziale con Pertegato tra i pali,  capitan Amato, Marc Coy, Paul Galbas, Cancela un quintetto molto esperto con a disposizione il secondo portiere Verona, Festa, Baggio, Milani, Canesso. Alessandro Bertolucci risponde con il solito quintetto Corona, Galbas, Ipinazar, Borsi, Rossi. In panchina insieme ad Alessio Bianchi, De Rinaldis, Osorio, Cardella e Rispogliati. Le primissime battute mettono in evidenza una partita scoppiettante e lo scambio di pali tra Paul Galbas e Ipinazar sono il preludio al vantaggio del padroni di casa al 10’07” con Cancela che ruba palla nell’area rossonera e concretizza dopo un flipper impazzito davanti alla porta di Corona. I rossoneri reagiscono e pareggiano dopo cinque minuti con Francesco De Rinaldis bravissimo a deviare in rete una conclusione dalla distanza di Galbas. Poi occasioni da ambo le parti, a 5’,47” dal termine della prima frazione  cartellino blu per Francesco De Rinaldis e tiro di prima per la formazione di casa si incarica della battuta Cancela ma Corona con la spalla destra alza la sfera sopra la traversa e poi resiste nel susseguente power play. Terminata l’inferiorità i rossoneri hanno la possibilità per passare in vantaggio quando viene fischiato un rigore ai rossoneri per un fallo su Rossi in area si incarica della battuta Galbas ma Pertegato è bravo a respingere. Nell’ultimo minuto pasticcio della difesa rossonera e l’Ubroker da la zampata con il colpo vincente di Marc Coy e porta la squadra di casa in vantaggio all’intervallo con il punteggio di 2 a 1. In avvio di ripresa i rossoneri si gettano generosamente all’attacco nel tentativo di trovare il pari e al 29’,34” il decimo fallo costa caro ai padroni di casa: entra il cileno Osorio e bolla il pareggio 2-2. Non passa neppure un minuto che Pol Galbas si guadagna il rigore che dà il terzo vantaggio ai giallorossi, realizzato da Coy. Bassano tenta di gestire la pallina ma è progressivamente pressato dal Sarzana che prima si procura un rigore che Pertegato para a Borsi  poi  al 41’,34” Chicco Rossi si inventa un Eurogol   che riporta  le squadre in parità. Ma le emozioni non sono finite e passa poco più di un minuto che i rossoneri raggiungono il decimo fallo di squadra , tiro di prima per il Bassano va alla battuta Marc Coy ma Corona si esalta e para la conclusione. Il Sarzana ci crede e prova a vincere e crea le  occasioni giuste, clamorosa quella capitata al 18’35“ del secondo tempo a Joan Galbas, Il catalano conquista pallina poco oltre la metà pista grazie ad una ingenuità del giovane Milani che la perde. Si invola solitario verso Pertegato, lo fa sedere ma sbaglia la conclusione. Altra situazione che, con il senno di poi, avrebbe potuto far prendere un’altra direzione al match è stata la seconda punizione diretta conseguente all’espulsione di Marc Coy, a poco più di due minuti dal termine. Si prende la responsabilità di battere la punizione Ipinazar. L’argentino, però, non è deciso e si fa parare la sfera da Pertegato. Nel finale i portieri salvano la propria porta più volte in un convulso finale senza un nulla di fatto. Credit Agricole avrà un’altra sfida molto importante nel prossimo turno di sabato 13 Febbraio al Vecchio Mercato, dove ospiterà l’ambizioso Sandrigo e vorrà vendicare la sconfitta subita all’ andata per fortificare una posizione da leadership del campionato

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.