Hockey Sarzana

FINALI NAZIONALI GIOVANILI UNDER 23: SARZANA CONQUISTA LA COPPA FISR.

Una sola sconfitta in sei partite, un bellissimo gioco espresso nonostante le assenze e la conquista della Coppa FISR, un bilancio positivo quello della formazione under 23 in questa “quattro giorni breganzese” che ha visto la formazione di casa conquistare il titolo di Campione d’Italia e la formazione di Sergio Festa conquistare la Coppa FISR. La formazione di Sergio Festa era considerata una delle favorite alla conquista del titolo, poi la partenza di Joaquin Olmos per motivi familiari e l’infortunio di Claudio Bracali a una settimana dalle finali aveva ridimensionato le ambizioni della formazione del presidente Corona.  L’obiettivo era virato sulla conquista della Coppa Fisr.


 

Una sola sconfitta in sei partite, un bellissimo gioco espresso nonostante le assenze e la conquista della Coppa FISR, un bilancio positivo quello della formazione under 23 in questa “quattro giorni breganzese” che ha visto la formazione di casa conquistare il titolo di Campione d’Italia e la formazione di Sergio Festa conquistare la Coppa FISR. La formazione di Sergio Festa era considerata una delle favorite alla conquista del titolo, poi la partenza di Joaquin Olmos per motivi familiari e l’infortunio di Claudio Bracali a una settimana dalle finali aveva ridimensionato le ambizioni della formazione del presidente Corona.  L’obiettivo era virato sulla conquista della Coppa Fisr. I rossoneri erano inseriti nel girone B con Rotellistica Camaiore, Seregno Hockey, Bassano 1954, Amatori Modena. L’esordio è con il botto e vede la formazione rossonera battere il Bassano 1954 con il punteggio di 5 a 1 grazie alla tripletta di Tognacca e ai gol di Angeletti e Baldocchi. Nella seconda partita l’unica sconfitta della kermesse per la formazione di Sergio Festa contro un sorprendente Modena che conquisterà la medaglia di bronzo al termine della manifestazione, il punteggio finale 3 a 1 per gli emiliani con rete per i rossoneri di Angeletti. Nella terza partita contro il Seregno Hockey la partita termina con il punteggio di parità  1 a 1 con rete di Tognacca, poi i rossoneri perdono ai tiri di rigori (rigori che vengono tirati solamente per stabilire un vincitore in caso di parità in classifica finale).  Nella quarta e ultima partita del girone ancora un pareggio per 4 a 4 contro la Rotellistica Camaiore,  per i rossoneri in rete Tognacca con una doppietta e Angeletti e Baldocchi, e anche in questa gara i tiri di rigore sorridono al Camaiore. Al termine del girone i rossoneri terminano a cinque punti al pari del Seregno   e proprio i rigori tirati proprio per l’eventuale parità in classifica relegano i rossoneri alla Coppa Fisr (ex Coppa Italia) dove i rossoneri battono in semifinale l’ Azzurra Novara con il punteggio di 4 a 0, dopo un primo tempo sofferto e terminato 0 a 0, per la squadra di Sergio Festa in rete Angeletti con una tripletta e gol di Tognacca. Nella finale per il primo e secondo posto i rossoneri battono il Bassano 54 con il punteggio di 6 a 4 con tripletta di Tognacca e reti di Ponti, Baldocchi e Angeletti, conquistando così la prestigiosa medaglia d’ oro nella Coppa Fisr under 23 2023-24. Da segnalare l’ottima prestazione del portiere Mattia Taiti, in prestito dal Forte dei Marmi, e la prossima stagione alla Rotellistica Camaiore che con le sue prestazioni ha trascinato la squadra rossonera al successo.  Soddisfazione per la formazione rossonera under 23 che dopo le assenze della vigilia si era prefissata l’obiettivo di conquistare la Coppa Fisr  “Siamo stati bravissimi, abbiamo incontrato tantissime difficoltà alla vigilia e le abbiamo superate alla grande. Ora posso affermare dopo aver visto buona parte delle partite che se fossimo stati al completo potevamo ambire alla conquista del titolo italiano, ma anche solo con la presenza di Claudio Bracali saremmo entrati tra le prime quattro. I nostri ragazzi sono stati eroici eravamo cortissimi anche per l’assenza di Andreani, un grande plauso a tutti, abbiamo perso una sola partita in tutta la manifestazione. Sono veramente orgoglioso di tutti loro, come gli avevo chiesto si sono buttati alle spalle la disgraziata stagione di serie A2. Il nostro, anche se è la manifestazione minore, è un risultato comunque strepitoso che è destinato a migliorare. Un abbraccio particolare va ad Ottavio Ponti che probabilmente non sarà più dei nostri nella prossima stagione e farà ritorno a casa , in due anni è migliorato esponenzialmente  e la squadra che lo ingaggerà farà veramente un affare, ragazzo serio e instancabile lavoratore. Comunque sono orgoglioso di noi stessi del nostro coraggio di mettersi sempre in gioco, un oro in Coppa Fisr che vale tantissimo. Ora ripartiamo a programmare il futuro, chi si ferma è perduto, avanti con rinnovato ardore” dice il Presidente Maurizio Corona. (nella foto la formazione under 23 dell’ Hockey Sarzana durante la premiazione)

 

COPPA FISR

 SEMIFINALE

HOCKEY SARZANA – AZZURRA HOCKEY NOVARA 4 – 0 (0 – 0)

 HOCKEY SARZANA: Taiti (Pettenuzzo), Vanello, Angeletti (3), Baldocchi,  Pistelli,   Ponti,  Tognacca, Lavagetti. – Allenatore Sergio Festa. 

 AZZURRA HOCKEY NOVARA: Spina (Cigalone), Battistella, Silvestri, Fortina, Stefani, Riva, Filidoro, Casile, Montalbetti. – Allenatore: Claudio Battistella.

Arbitri: Damiano Chiminazzo di Bassano del Grappa (VI) e Luigi Luna di Bassano del Grappa (VI)

Partita non semplice  come può sembrare dal risultato, i rossoneri faticano il primo tempo ed è bravo in varie occasioni Taiti. La prima parte di gara termina con il punteggio di 0 a 0. Nel secondo tempo l’ Hockey Sarzana cambia ritmo, Tognacca si fa parare un tiro diretto  da Spina e la formazione rossonera non sfrutta il power-play susseguente. Poi si scatena Angeletti che mette a segno una tripletta che di fatto mette la gara al sicuro nel finale Tognacca cala il poker e i rossoneri conquistano la finale.

FINALE 1° 2° POSTO

HOCKEY SARZANA – HOCKEY BASSANO 1954 6 – 4 (4 – 3)

 HOCKEY SARZANA: Taiti (Pettenuzzo), Vanello, Angeletti (1), Baldocchi (1),  Pistelli,   Ponti (1),  Tognacca (3), Lavagetti. – Allenatore Sergio Festa. 

HOCKEY BASSANO 1954: Girardi (Casoni), Zonta, De Palo (1), Minato, Valle, Geremia (1), Basso (1), Oliverio (1), Pasqualon. – Allenatore: Vittorio Negrello.

Arbitri: Louis Antony Hyde di Breganze (VI) e Adriano Scozia di Vercelli (VC)

La finale vede un Sarzana in versione dottor jekyll e mister hyde, la formazione di Sergio Festa parte in quarta e dopo neppure un quarto d’ora conduce 4 a 1. Per la cronaca passa in vantaggio il Bassano con Oliverio, ma pareggia subito Tognacca, poi un eurogol di Angeletti e ancora una doppietta di Tognacca portano i rossoneri sul punteggio di 4 a 1. Poi una disattenzione dopo la rete del 4 a 1 porta i Bassanesi a ridurre la distanze dopo appena 6 secondi con Geremia a un minuto dal termine della prima frazione De Palo riduce ancora distanze mandando le squadre al riposo con i rossoneri in vantaggio per 4 a 3. Nel secondo tempo dopo 2 minuti Basso riporta il punteggio in parità. Ma non passa neppure un minuto che Baldocchi riporta in vantaggio i sarzanesi. I rossoneri potrebbero chiuder la gara quando Zonta viene espulso dalla coppia arbitrale, ma Tognacca mette alto la sfera nella conclusione del tiro diretto. Il finale è tutto Bassanese, Sarzana resiste, Negrello si gioca la carta del quinto di movimento e Ponti chiude la gara in contropiede. Sarzana batte Bassano con il punteggio di 6 a 4 e conquista la Coppa Fisr.

24/07/2024 - riproduzione riservata