Hockey Sarzana | CARISPEZIA BATTE BASSANO E CONQUISTA I PLAY OFF.
18770
post-template-default,single,single-post,postid-18770,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CARISPEZIA BATTE BASSANO E CONQUISTA I PLAY OFF.

CARISPEZIA BATTE BASSANO E CONQUISTA I PLAY OFF.

Carispezia Sarzana superstar chiude la pratica Bassano e conquista i play-off anche se ancora manca l’ufficialità matematica. Vittoria più importante di ciò che può sembrare, perché i rossoneri hanno giocato la quinta gara in dieci giorni e venivano dalla sbornia catalana. I ragazzi di Alessandro Bertolucci   hanno dominato la partita meritando il successo sui veneti. Rampulla (3), Rossi (2) e Borsi in goal. I rossoneri di Alessandro Bertolucci con la vittoria di ieri sera raggiungono quota 38 punti e battono il record di punti conquistati in una stagione dalle formazioni rossonere nei dieci campionati disputati in serie A1. (nella foto di Gabriele Baldi capitan Davide Borsi festeggia con Simone Corona).


CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – STEMA UVP BASSANO 6 – 3  (2 – 1)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Bianchi), Rispogliati, Perroni, Ipinazar, Rossi (2), Borsi (1), Pistelli, Fantozzi, Rampulla (3). Allenatore:  Alessandro Bertolucci.

STEMA UVP BASSANO: Dal Monte (Merlo), Diogo Neves (1), Baggio, Scuccato (1), Barbieri, Panizza, Tumelero, Crespo (1). Allenatore:  Luis Nunes

Arbitri: Giuseppe Bonucelli di Viareggio (LU), Andrea Davoli di Correggio (RE), ausiliari: Sig. Righetti (SP) – Sig. Minonne (LU)

 

 

LA LEGGE del secondo tempo è implacabile anche per lo Stema Uvp Bassano.  Carispezia Sarzana, dopo un primo tempo equilibrato, chiuso sul 2 a 1 in proprio favore, si è letteralmente scatenato nella ripresa, chiudendo la partita nei primi cinque minuti e mezzo. Tre reti in rapida successione, realizzate da Borsi e Rossi (doppietta) hanno messo il risultato in ghiacciaia, con tre punti che consentono ai rossoneri consolidare il sesto posto in classifica e allungare a più quattro sul Follonica, battuto in casa dal Forte dei Marmi e conquistare i play-off anche se ancora manca l’ufficialità matematica. I rossoneri di Alessandro Bertolucci con la vittoria di ieri sera raggiungono quota 38 punti e battono il record di punti conquistati in una stagione dalla formazione rossonera nei dieci campionati disputati in serie A1. “Sono incredulo di quello che è successo, un qualcosa di unico, di incredibile  – commenta un contentissimo presidente Maurizio Corona a fine partita una squadra partita per salvarsi e che ora si trova di fatto nei play-off scudetto, alla final four di Coppa Cers e che ha già disputato la finalissima di Coppa Italia, perdendola di misura, che sta giocando un grandissimo hockey e che sta divertendo i propri tifosi. Questi siamo noi, guidati da un grandissimo allenatore, che giornata dopo giornata, con umiltà e basso profilo abbiamo conquistato tutto questo. Sapevamo tutti che questo Bassano, nonostante  navigasse nelle parti basse della classifica, era una formazione di tutto rispetto che aveva giocato alla pari con tutti – continua Corona la formazione Veneta, partita con altre ambizioni, aveva messo in difficoltà tutte le squadre che aveva affrontato in questa stagione, inoltre come avevo detto nella presentazione, ha nel suo roster un bomber di razza come lo spagnolo  Victor Crespo che anche oggi  ha trovato la via della rete e che ha già messo a segno in questa  stagione 26 reti,  ed è decimo in classifica marcatori del Campionato di Serie A1.  Corona poi chiude ed esalta il gruppo e dichiara “Anche stasera se pur stanchi dalla battaglia di Igualada, abbiamo vinto con il cuore e con la grinta, con una squadra che gioca un hockey fantastico e con un allenatore e un gruppo di giocatori  tutti sintonizzati verso un unico obiettivo che ogni volta si dannano  l’anima per raggiungerlo – e parlando della final-four di WS Europe Cup dice – già è un sogno essere a li, ora è bello andare liberi da pensieri, e provare a giocarcela con tutti anche perché non andiamo certamente a fare una comparsata”. Ma veniamo alla gara il Bassano si presenta al Centro Polivalente al gran completo; Luis Nunes  schiera il suo starting-five titolare con Barbieri insieme al Portoghese Diogo Neves  e alla coppia d’attacco formata dallo spagnolo Crespo e Scuccato con Dal Monte alla difesa della porta e a disposizione Panizza, Baggio, Tumelero e il secondo portiere Merlo. Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Ipinazar, Borsi, Rossi e Pistelli. Ma veniamo alla cronaca : Partenza con la formazione veneta in avanti: Barbieri e Scuccato impegnano Corona che risponde da par suo, al 3’,13” Carispezia in vantaggio, Corona respinge su Crespo e lancia in contropiede Rossi che serve Rampulla che con una volee aerea batte Dal Monte a porta in avanti la formazione di Alessandro Bertolucci. Al 10′,45” pareggio del Bassano, Scuccato approfitta di una conclusione respinta da Corona  a Crespo e insacca per il goal del pari. Passa appena un minuto e il Bassano avrebbe la grande occasione per portarsi in vantaggio con un rigore concesso da Andrisani per una trattenuta in area da parte dei difensori rossoneri, si incarica della battuta lo spagnolo Crespo ma si fa parare la battuta da Corona. Passato il pericolo al 14’,32” il Sarzana ringrazia e sull’asse Ipinazar/Rampulla si riporta in vantaggio con la rete del bomber di San Juan. Al 18’,42 rigore per il Sarzana concesso per un fallo di pattino in area ma Dal Monte si supera respingendo la conclusione  di Fantozzi. E a poco più di un minuto dalla fine della prima frazione di gioco, ghiotta occasione per pareggiare per la formazione di Luis Nunes, decimo fallo da parte della formazione rossonera e tiro libero a favore del Bassano si occupa della trasformazione Diogo Neves che non trova il pareggio facendosi murare direttamente da un super Corona. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio 2 a 1. Nella ripresa, nel giro di sei minuti, arrivano tre realizzazioni sarzanesi in rapida successione con Chicco Rossi 26’16’’ su assist di Davide Borsi, Al 29’,54” Crespo stende Rampulla, tiro di prima per i rossoneri, si incarica della battuta Ipinizar che   non trova la porta, ma sulla superiorità numerica trenta secondi dopo capitan Borsi diventa lui il protagonista e porta a quattro le segnature per i rossoneri  ed ancora Rossi al 30’29’’ su assist di Borsi scaraventa in rete la sfera. Al 36’,09” decimo fallo della formazione veneta, tiro di prima per i rossoneri affidato a Pistelli che è sfortunato e colpisce il palo con Dal Monte battuto. Al 42’,09” fallo di Dal Monte su Rossi in area punito con un tiro di rigore che lo stesso si fa parare da Dal Monte. Al 49’,05” rete di Crespo bravo a girare in rete una palla vacante in area ligure ma Rampulla due minuti dopo rimette le cose a posto con il 6 a 2 su assist di Rossi. Nei secondi finali è  Diogo Neves che sigla il 6-3 poco prima di uscire dalla pista per infortunio, poi il tripudio dei tifosi e tre punti importantissimi in chiave playoff scudetto. L’importante era vincere per tenere a debita distanza il Follonica che, superato al ’Capannino’ dal Forte dei Marmi, si è fatto raggiungere a quota 34 dal Trissino. Ora il nono posto del Monza è distante dieci punti con quattro gare ancora da disputare (Follonica e Monza in trasferta, Cgc Viareggio e Valdagno al ’Polivalente’.Ora testa al Follonica, martedì 19 in maremma. Sabato Carispezia, sarà fermo tornerà in pista martedì 19 Marzo al Capannino di Follonica contro l’ Impredil Follonica.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.